venerdì 3 febbraio 2012

Alcatraz

È partita la nuova Serie TV di JJ Abrams (il creatore di Lost, per intenderci), "Alcatraz". In Italia è trasmessa su Premium Crime, ogni lunedì. 
Dopo aver visto i primi due episodi, posso ritenermi soddisfatto e curioso. Ecco... la curiosità e l'attesa per l'episodio successivo sono gli elementi fondamentali sui quali mi baso per promuovere o bocciare una Serie TV. "Alcatraz", in base ai due elementi in questione, non può che essere promosso.
Abrams ci ha abituato ai misteri e ai taglienti cliffhangher in Lost, e sembra voglia regalarcene ancora in questa sua nuova produzione. Parlando sempre di Lost, in questa Serie ritroviamo il caro Hugo (al secolo Jorge Garcia), stavolta nei panni del dottor Diego Soto
Si parla di un'isola. Ancora. Ma stavolta l'isola è ben situata geograficamente: è l'isola di Alcatraz, carcere di massima sicurezza. Almeno così si credeva... finché - ci racconta la storia - un giorno, nel 1963, accade qualcosa di strano: il carcere si svuota. Ma non è una fuga di massa in lenzuola oltre le sbarre e barche verso la costa. È una vera e propria sparizione di massa.
Ai giorni nostri il mistero nato nel 1963 esplode, si rinnova, ed ecco il cuore della storia: i criminali scomparsi dal carcere nel 1963 stanno tornando, e lo stanno facendo in grande; oltre alla loro estrema pericolosità, infatti, gli ex inquilini di Alcatraz non sembrano invecchiati di un solo giorno.
Toccherà dunque al Dottor Soto, in coppia con la bella detective Rebecca Madsen, risolvere i misteri che si porta dietro la nuova Isola, entrambi alle dipendenze di un uomo dell'FBI che, scopriremo, sembra saperne molto di più di quanto si pensi...

Nessun commento: