lunedì 20 febbraio 2012

Mission: Impossible - Protocollo Fantasma (2012)

Devo ammettere che film del genere il più delle volte mi lasciano molto perplesso: troppe situazioni inverosimili, che, tra un'azione spettacolare e un'altra, minano seriamente la credibilità dell'intero film. Ma guardare un film come questo vuol dire anche non star lì a chiedersi i vari perché su questo o su quell'altro, partendo dal presupposto che sì, con una serie incredibile di fortunatissimi eventi ciò che si vede... potrebbe capitare.
Fatta questa premessa, c'è da aggiungere che avere la possibilità di vedere un film del genere in IMAX ha influito non poco sulla decisione di guardarlo. Avevo già provato la spettacolarità dell'IMAX al Parco Oltremare di Riccione, e ho pensato che vedere un film d'azione (il film d'azione per eccellenza) su quel tipo di schermo sarebbe stato molto interessante...
Così è stato. Film come "Mission: Impossible - Protocollo Fantasma" in IMAX rendono 100 volte di più. La poca credibilità di scene ai limiti del possibile lasciano totalmente spazio alla straordinarietà delle immagini. Ecco allora che vedere Tom Cruise "incollato" ai vetri del grande grattacielo nel deserto fa davvero impressione... tanto da sembrare di essere lì con la macchina da presa, incollati anche noi ai vetri dell'enorme edificio.

Scene spettacolari, quindi. Ma il nuovo capitolo delle Missioni Impossibili ha anche una storia: l'IMF subisce un duro colpo, venendo smantellato e sconfessato attraverso il Protocollo Fantasma. Ethan Hunt (Tom Cruise) e il suo team si trovano così ad agire non più coperti, senza protezione, per cercare di evitare un attacco che stavolta sembra davvero apocalittico. 
Tralasciando le motivazioni non del tutto brillanti, diciamo, del cattivo di turno, il film di Brad Bird ovviamente si lascia guardare, e ci regala qualche buono spunto e scene al cardiopalma. Bravo Cruise; brava e splendida Paula Patton (che dire di lei nella scena in India?).
Tutto sommato, quindi, un buon film, partendo dal presupposto di stare a guardare un film d'azione come "Mission: Impossibile", e non un documentario realistico su ciò che succede a un essere umano se subisce colpi di un certo tipo a una certa velocità, magari poi buttandosi da decine di metri in picchiata con una macchina che come unico salvavita ha un airbag.
(VOTO: 6,5 - Spettacolo Assicurato)
(VOTO IMAX: 10)

Nessun commento: