giovedì 5 aprile 2012

Bassa Lega

In questi giorni ci tocca fare i conti con lo scandalo del Partito dalle cravatte e i fazzoletti Verdi. Un Partito dal simbolo Verde come la speranza, un Partito trasparente, operaio, giusto, sempre contro Roma Ladrona, sempre dalla parte dei giusti, dei lavoratori, di chi ce l'ha duro, delle trote, di chi raccoglie acqua in ampolle probabilmente magiche. Un Partito che inneggia alla Secessione, alla Padania, terra immaginaria e a tratti utopica, parto della penna non di Tokien, ma di gente come Bossi, Calderoli, Borghezio; insomma, altra categoria...
Un Partito, quella della Lega Nord, diverso. Diverso dai Partiti italiani, quelli che occupano il Parlamento a Roma, l'odiata Roma, capitale dell'Italia, l'odiata Italia.
Ma il Partito dalle Cravatte Verdi, comunque, ha parlamentari e senatori seduti lì, tra i banchi romani. I suoi Ministri giurano fedeltà alla Bandiera Italiana, la giurano all'Italia. Eppure...
Eppure l'Italia è il Male. "In pochi ormai vogliono l'Italia...", dice Bossi. E allora mi viene da chiedermi dove viva questo essere metà uomo metà ampolla; vivendo da un anno e mezzo anch'io al Nord... no, non mi pare che in pochi ormai vogliano l'Italia. Magari in pochi (in proporzione) vogliono la sua immaginaria Padania. Ma questo è un altro discorso...
Torniamo al Partito. Quello dei giusti, dei padani, degli eroi.
E dei Ladri.
Un Partito come tanti, un Partito Italiano
Staremo a vedere come finirà lo scandalo di Belsito e della Family. Intanto, mi godo il ridimensionamento di un Partito che, sia chiaro, andava ridimensionato soltanto agli occhi dei tanti (devo ammetterlo) che ultimamente seguivano Bossi e compagni come si segue un condottiero dall'anima pura.
Non esistono anime pure in Politica. Almeno non più. 
Ne esistono di nere, come la notte, di rosse, come il sangue. 
E di verdi... come i soldi.

3 commenti:

emme ha detto...

credo che i partiti siano tutti uguali pensano solo a mangiare ed al loro interesse e se poi il loro interesse si avvicina al nostro bene altrimenti paghiamo.
ciao ciao e Buona Pasqua in famiglia e con gli amici veri che i partiti non ci possono togliere.
ciao ciao
emme

sississima ha detto...

è successo lì quello che è già successo negli altri, dove sta quindi la differenza? Non c'è...bà...concordo pienamente con te, Buona Pasqua, un abbraccio SILVIA

Guido P. ha detto...

@emma: la questione è proprio questa... sono troppo distanti da quelli che sono i problemi del popolo.
Un salutone e Buona Pasqua!

@Silvia: nessuna differenza infatti. Mi fanno soltanto un po' di tenerezza coloro i quali credevano di vedere nella Lega un partito "sano" e "corretto"... vabbè.
Un abbraccio anche a te e BUONA PASQUA!