martedì 10 luglio 2012

La "Strategia del Non Guardare"

Mi capita sempre più spesso (solo oggi ben due, i geni) di imbattermi, nei pressi di Rotonde e Stop, in geniali automobilisti che, ignorando per fretta (guadagnando il più delle volte qualche centesimo di secondo! Vuoi mettere che arrivi alle 16.53 invece delle 16.51?) o per furbizia (li voglio vedere poi quando si vedranno entrare nella portiera un autoarticolato, i furbi...) i segnali di Stop o di Dare Precedenza, si buttano in strada o nella Rotonda senza decelerare di un chilometro/h, tagliandoti la strada con nonchalance. La loro strategia? Far finta di non guardare...
Sì, ormai ci faccio caso, ed è sempre così: sguardo fisso in avanti, collo dritto e busto teso, come una statua. Sembra proprio che, mentre si gettano alla conquista della Rotonda (che fighi, eh...), stiano lì a dire: "Oh... c'avrai pure la precedenza, ma sai... io non ti ho visto! Io vedo solo avanti, davanti a me, perché ho il collo che non mi gira, e un mazza su per il sedile (diciamo) che mi tiene così, rigido e deciso"!
Quindi, nel caso in cui, un giorno, un camionista incazzato e in ritardo, che la pensa esattamente come il genio dal collo dritto, dovesse travolgerlo e arrestare la sua corsa sportiva, chissà se il genio con lo sguardo solo in avanti avrebbe il coraggio di esclamare: "Oh... non t'ho visto!".
In quel caso, infatti, effetti speciali in 4D: visto e sentito.

Nessun commento: