lunedì 22 aprile 2013

La Faccia della Politica

La foto sotto il post è emblematica. Dopo l'elezione (di nuovo!) di Napolitano al Colle, a festeggiare più di tutti è ancora una volta, ovviamente, Silvio Berlusconi. Il leader del PdL nuovamente vincente. Il PD nuovamente desolante. Inspiegabile la rinuncia a votare Rodotà Presidente della Repubblica, un personaggio di Sinistra forte e rispettabile, scomodo proprio a quel Berlusconi che - ormai l’abbiamo capito tutti - all'evanescente Centrosinistra targato PD fa comodo, anzi, direi di più, gli fa quasi da alleato, da amicone, da barzellettiere e padrone di casa. D'Alema prima, Bersani poi, sono riusciti a confezionare un Centrosinistra accomodante nei confronti di un Berlusconi che, dal canto suo, accomodante non lo è mai stato, sputando di tutto sul Centrosinistra e sul PD, arrivando persino, pensate un po’, a etichettare il Partito Democratico come un Partito Comunista; roba da Fantapolitica, anzi peggio, da Fantascienza pura.
E allora guardiamoci il faccione sorridente di Berlusconi e la disperazione (rassegnata e voluta) di Bersani. È questa l’Italia Politica, e sono queste le due facce di tutto ciò che, a pensarci bene, di faccia ce ne propone sempre e soltanto una. Sì, proprio quella.

Nessun commento: