mercoledì 19 giugno 2013

Odio l'Estate

Fa caldo. Finalmente! Oh... ci voleva! Non se ne poteva più di quel freddo a giugno, di quelle nuvole, di quella pioggia. Siamo ormai in Estate! Dov'era il sole, dov'era l'afa, dov'era il sudore?
Eccoli.
Finalmente è Estate! Che bello avviarsi verso la macchina dopo una giornata di lavoro, aprirla e ritrarsi immediatamente per la vampata di calore che ne fuoriesce, un po' come quando apri il forno acceso a 230° per un'ora; solo che nel forno, poi, non ci entri. In macchina sì. Entri, ti inumidisci all'istante, ti ustioni le mani sul volante e sul cambio, e finalmente, a fatica, riparti. E se non hai l'aria condizionata, è meglio riparcheggiarla e ripartire in nottata.
Che bella l'Estate. Non se ne poteva proprio più di quel bel fresco dei primi 10 giorni di giugno. Pardon! Non bel fresco, ma brutto, bruttissimo! Oh, eravamo a giugno, no? Possibile che a giugno si dormisse così bene, senza svegliarsi la mattina come dopo una seduta in sauna? No, è giugno!
L'Estate è l'Estate. E finalmente è arrivata. L'unica nota positiva in tutto ciò è la fine dei rompicoglioni che continuavano a dire che no, non era possibile un tempo del genere a giugno! Che si era in Estate, che ormai il tempo è cambiato, eccetera, eccetera...
Purtroppo, però, questa pausa nella continua tragedia delle lamentazioni umane durerà poco. Sì perché tra un po' (ma c'è già chi lo fa adesso) l'opinione pubblica ricomincerà a rompere i ghiaccioli con la solita litania estiva: "Fa troppo caldo! Voglio il fresco! Voglio il Polo Nord! Voglio quei giorni di giugno dove mi lamentavo del fresco come un bimbo a cui si è tolto il lecca-lecca..." Eccetera, eccetera...
Quelli del Meteo ci si metteranno con i loro nomi altisonanti per dirci che farà caldo (come sempre in Estate da secoli, millenni), e tutto sarà come prima.
Anche il mio odio per l'Estate.

Nessun commento: