lunedì 8 luglio 2013

Eliminazioni Democratiche

A me il PD fa sempre più tenerezza. Berlusconi si becca una condanna di 7 anni, e le uniche dichiarazioni che si lasciano sfuggire quelli del Partito Democratico sono più o meno di questo calibro: “Ma no, Berlusconi va eliminato politicamente...”. Sì, ok... ma innanzitutto c’è una condanna molto pesante a un esponente politico, e quindi credo sia opportuno cominciare da questo. Se un politico un giorno si svegliasse e andasse in giro a sparare alla gente, non è che possiamo star lì a dire: “Beh, arrestarlo no... è un politico, va eliminato politicamente”. In più, se un politico importante si becca una simile condanna, va da sé che l’eliminazione è anche politica. Ma stiamo pur sempre parlando di un Paese come l’Italia. Già oggi, infatti, a distanza di un paio di settimane non se ne parla nemmeno più, e tempo un mesetto ne risentiremo parlare soltanto quando inizierà il processo d’Appello. Che sconforto...
L’altro aspetto, poi, è che se aspettiamo che il PD lo elimini politicamente, allora stiamo freschi. Bersani, Letta, Veltroni, Renzi (dov’è la Sinistra... dov’è?!)... state a sentire: approfittatene e affondate il colpo adesso, perché quando si tratta di Campagna Elettorale, il Cavaliere non ha rivali.
Come? Così correte il rischio di eliminarlo per davvero e non avere più veri rivali? Magari correte anche il rischio di vincerle per davvero le elezioni?
Mio Dio... vi capisco. Sì, va eliminato politicamente. 
Democraticamente.

Nessun commento: