martedì 22 giugno 2021

Raya e l'Ultimo Drago (2021)

Finalmente, su Disney+, è da un po' disponibile per noi comuni mortali non VIP "Raya e l'Ultimo Drago", film d'animazione della Walt Disney Animation Studios che ci racconta la storia della giovane guerriera Raya, che dopo una "reunion" tra popoli non andata nel migliore dei modi, avrà l'arduo compito di provare a riunire quei popoli, grazie all'aiuto di un Drago molto particolare...
Bellissime le animazioni e l'esplosione di colori, con un realismo pazzesco nei vari dettagli, e una interessante varietà di personaggi, creature e paesaggi. E a proposito: splendida la presentazione dei vari popoli (ormai divisi), ognuno rinominato come una parte di Drago: Cuore, Artiglio, Coda, Dorso e Zanna. Riuscirà, quindi, la nostra eroina a far sì che ogni parte di questo leggendario popolo torni a vivere insieme? Per farlo, l'abbiamo detto, Raya avrà bisogno di Sisu, l'Ultimo Drago. E di una grande forza di volontà. 

domenica 20 giugno 2021

Dylan Dog 417 - L'Ora del Giudizio

Si conclude con l'Albo numero 417, "L'Ora del Giudizio", la storia in due episodi iniziata lo scorso mese con "Il Detenuto". E se il mio giudizio era stato positivo per quanto riguarda la prima parte, non lo è per quanto concerne questa seconda. Con il nostro Dylan in prigione, in questo nuovo e conclusivo episodio arriva la resa dei conti. Cambiano gli autori della storia, e nell'introduzione di Recchioni ci si chiede come se la possano cavare due nuovi autori su una storia lasciata a metà da altri. Ve lo dico io: maluccio. 
Insomma, sinceramente sono proprio stufo di tutte queste storie che si riducono alla solita solfa onirico-psicologica; sì, siamo bravi tutti a buttarla sullo psicologico. Io sono di quelli che da una storia dell'orrore si aspetta orrore, mostri, sangue; lasciamo perdere le pippe mentali, perché altrimenti ogni storia finirebbe e si spiegherebbe con una roba del genere. Come, ahimè, in effetti sta succedendo un po' troppo spesso...

sabato 19 giugno 2021

Dogtooth (2009)

Esistono film belli, e film che non si dimenticano facilmente. "Dogtooth" di Yorgos Lanthimos è uno di questi.
Visto la prima volta in lingua originale sottotitolato (non esisteva ancora la versione doppiata), me lo sono riguardato qualche giorno fa in italiano.
Ci troviamo di fronte, a mio parere, al miglior film del regista greco; almeno di quelli che ho guardato io, visto che me ne mancano ancora un paio. Degli altri suoi film che ho visto, infatti, ho apprezzato molto "The Lobster" e "La Favorita" (totalmente diverso, quest'ultimo, da ciò che vedremo in tutti gli altri suoi film, trattandosi di un soggetto non originale), un po' meno "Il Sacrificio del Cervo Sacro". Ma "Dogtooth", signori, è sopra tutti...
Come sempre senza spoiler, cominciamo subito con una banalità per un'opera assolutamente non banale: questo film non è per tutti. Molto difficile da catalogare, è un drammatico che sfocia nel grottesco, nel disturbante, forse addirittura nella commedia nera. La storia infatti ci mostra la vita di una famiglia di cinque persone, padre, madre e tre figli ormai cresciuti, che vivono in un modo... tutto loro. O meglio, un mondo creato e supportato dai due genitori, che riescono a far vivere i propri figli in una bolla al riparo dalle brutture e dai pericoli esterni. Ma sarà proprio così? 
Ci accorgiamo della particolarità del film già dalla prima scena: il primo piano di un registratore, un "mangiacassette", di quelli in cui noi che abbiamo vissuto in un certo periodo storico abbiamo consumato decine e decine di Musicassette. Inserita una cassetta e schiacciato il tasto Play, ecco che parte una voce femminile che annuncia: "Le parole nuove che impareremo oggi sono le seguenti: Mare, Autostrada, Escursione, e Carabina. Mare: il Mare è una poltrona di pelle, con i braccioli di legno, come quelle che abbiamo in soggiorno. Esempio: Non rimanere in piedi, siediti sul Mare e chiacchiera un po' con me. Autostrada: l'Autostrada è un vento molto forte..." E così via, mentre al posto del registratore ci appariranno i tre ragazzi della famiglia. Benvenuti in Dogtooth...

giovedì 17 giugno 2021

Carte da Gioco: Paperinik PK

Con il Mazzo di Carte dedicato a Paperinik, si chiude la mia Collezione di Carte da Gioco allegate ai Topolino degli anni '90. Siamo nel 1997, e in quattro numeri del Settimanale Disneyano ecco il mazzo di Carte targato Modiano tutto dedicato all'Eroe mascherato paperesco. 
Sulle Carte troviamo alcuni dei principali personaggi della Saga riguardante la vita segreta di Paperino. Così come nel Mazzo di Carte dell'anno prima, i personaggi si trovano soltanto sugli Assi e sulle Figure, mentre le altre Carte riportano i semplici Semi.
Ma cominciamo dalla Scatolina che contiene il Mazzo:

sabato 12 giugno 2021

Si vive una volta sola (2021)

Non mi aspettavo granché da "Si vive una volta sola", l'ultimo film di Carlo Verdone, disponibile su Prime Video. E forse proprio per questo sono riuscito ad arrivare fino in fondo, laddove, credo, in altre circostanze l'avrei mollato più o meno a un terzo della visione; e poi vi spiego il perché.
Le vicende narrate sono quelle di un équipe medica guidata dal Professor Umberto Gastaldi (Verdone). I professionisti (buon cast, con Anna Foglietta, Rocco Papaleo e Max Tortora) sono però anche dei gran burloni, e vittima prediletta degli scherzi della simpatica combriccola e spesso e volentieri il povero anestesista Amedeo (Papaleo). Una triste vicenda, però, porterà i quattro in viaggio verso Sud, in quella che per tutti diventerà una vacanza indimenticabile...

giovedì 10 giugno 2021

Harlan Ellison - Visioni

Dopo il Drago Urania di Frank Herbert, mi sono subito lasciato rapire da quello delle "Visioni" di Harlan Ellison, che raccoglie ben 66 racconti dell'eccentrico Scrittore statunitense scomparso nel 2018. 66 racconti che spaziano tra vari generi, anche se molti si rifanno a quella Fantascienza che spesso gli veniva affibbiata come suo genere.
"Visioni" è una raccolta di racconti davvero particolare, curiosa, ma non certo semplice; proprio come il suo creatore. Alcune delle storie che ho letto, come "La Bestia che gridava Amore al Cuore del Mondo" o "L'Uccello di Morte", richiedono una grande attenzione da parte del lettore, ma che verrà poi ben ripagata. Altri racconti sono invece molto più diretti, come il primo, "Gli Svitati", o "Passi". Altri ancora sono dei veri capolavori visionari (il titolo della Raccolta non è frutto del caso), come per esempio "Non ho bocca, e devo urlare" e "Dolorama". Molto particolari anche alcuni dei titoli, come "«Pentiti, Arlecchino!», disse il Tictacchiere", o quelli lunghissimi come "Il vino è rimasto aperto troppo a lungo e il ricordo si è sgasato" o "Alla deriva appena al Largo delle Isolette di Langerhans: Latitudine 38°54'N Longitudine 77°00'13"O" (e non scherza nemmeno il titolo originale - in inglese - di "Il Morso della Seggiola"...)
Insomma, in questo bel volume (alcune foto a fine post) ce n'è davvero per tutti i (particolari) gusti. Dei veri e propri viaggi allucinanti, in cui spesso e volentieri il lettore si perderà per poi ritrovarsi a fine racconto; oppure no.
Molto interessante anche la postfazione di Sandro Pergameno, "Harlan Ellison, il Visionario della Scrittura", che ci aiuterà a fare il punto sull'autore (davvero particolare) e su alcuni (e più difficili) racconti presenti nella Raccolta.
E adesso, una rapida, rapidissima occhiata (senza spoiler) a tutti i 66 racconti presenti, per darvi un assaggio di ciò che si potrà trovare in questa incredibile raccolta di Visioni:

sabato 5 giugno 2021

Ricomincio da Tre (1981)

Cos'è il genio? Era quello del giovanotto di cui ho parlato nel post precedente, per esempio. Ed era quello di un altro giovanotto del Sud, un tale Massimo Troisi, di cui appena ieri ricorreva l'anniversario della morte. Così come con Rino Gaetano, quante belle cose ci siamo persi con la sua scomparsa. Abbiamo però la fortuna di consolarci con ciò che ci hanno lasciato, e così qualche sera fa, sfogliando il catalogo Netflix, mi sono imbattuto in "Ricomincio da Tre". E allora, dopo uno sguardo d'intesa con mia moglie, ho abbandonato qualsiasi altra voglia di "nuovo" e ci siamo buttati a capofitto sul primo film di Troisi come regista. 
Avevo già visto il film (come tutti quelli di Massimo) anni fa, ma la grandezza di un artista come lui sta (anche) nel fatto che certi suoi film, come quelli del primo Verdone o, andando ancora più indietro, quelli di Totò, non ti stancheresti mai di rivederli. 
La storia di "Ricomincio da Tre" è di una semplicità disarmante: il giovane napoletano Gaetano decide di partire per Firenze. Per trovare un lavoro? Non proprio. Gaetano vuole viaggiare, fare esperienze, e proprio una di quest'esperienze lo porterà a vivere una storia d'amore molto particolare con Marta...

mercoledì 2 giugno 2021

Il Giovanotto con Abito da Cerimonia

40 anni fa ci lasciava (presto, troppo presto) uno dei più grandi Cantautori italiani, Rino Gaetano. Importante il patrimonio che ci ha lasciato, nonostante i pochi anni di attività. E ogni volta, al riguardo, mi viene da pensare a cosa avrebbe potuto regalarci se non ci fosse stato quel maledetto incidente. 
In occasione di questo triste anniversario, girano molti video per ricordarlo, ma io ne ho scelto uno diverso, che a mio parere fa capire ancora di più come un personaggio come Rino fosse diverso, incompreso, quasi fuori luogo nella televisione (e non solo) di quegli anni. 
Siamo nel 1978, e alla trasmissione "Acquario" di Maurizio Costanzo, ecco come ospite il giovanotto Rino Gaetano...

martedì 1 giugno 2021

Il Principe d'Egitto (1998)

Da bambino ero un vero e proprio appassionato di film biblici, e non me ne perdevo uno. Da "Il Re dei Re" a "I Dieci Comandamenti", mi piazzavo davanti alla TV e mi scatenavo come un vero e proprio fan di Dio. Poi, a nove anni, ricevetti la Prima Comunione, e da allora, non chiedetemi perché, cominciai ad allontanarmi da quel mondo. Ma, come si dice, questa è un'altra storia...
Questa piccola premessa però era dovuta per parlare di un Film d'Animazione che volevo vedere già da un po', perché me ne avevano parlato bene, e che sono riuscito a recuperare qualche sera fa. Sto parlando di "Il Principe d'Egitto", un bel cartone (in animazione classica ma spettacolare) DreamWorks che ha come protagonista quel Mosè che tanto mi aveva esaltato ne "I Dieci Comandamenti" sopra citato, e di cui quest'opera è un vero e proprio remake. Dunque ecco la storia di Mosè, dalla sua salvezza nella cesta alla liberazione del suo popolo...

lunedì 31 maggio 2021

Le Canzoni della Sera (Volume 30)

Siamo al Volume numero 30 delle Canzoni della Sera. E dopo la scorsa tracklist tutta dedicata alle Cover, eccoci tornati alla normalità. Anzi, a dire il vero in queste nuove 25 canzoni una particolarità c'è: troviamo infatti molte canzoni fresche fresche, uscite da poco. Cominciamo quindi da quelle: della nuova dei Nomadi, "Frasi nel Fuoco", ne ho già parlato qui, e non poteva mancare in lista. Tornano anche i Ministri, con "Peggio di niente", un pezzo che ha, tra l'altro, una citazione parecchio importante! E nel 2021 assistiamo anche al grande ritorno di Caparezza, che con "Exuvia" annuncia il nuovo album.
Novità internazionali: all'improvviso ecco Mick Jagger e Dave Grohl con la scoppiettante "Eazy Sleazy"; nuovo lavoro, in uscita l'11 giugno, per i miei amati Garbage, qui col singolo "The Men Who Rule The World"; bellissima, a mio parere, la nuova dei Kaleo, "Skinny", e bella e particolare anche quella dei Wolf Alice, "Smile"
Chiudiamo allora con le novità, e tuffiamoci nel passato...

domenica 30 maggio 2021

Il Signor Diavolo (2019)

Finalmente in settimana sono riuscito a recuperare "Il Signor Diavolo", l'horror di Pupi Avati che mi ero perso al Cinema. Il film è ambientato in un piccolo centro del veneziano degli anni '50, ed è impregnato di quella malsana atmosfera tra religione e superstizione che sarà uno dei (pochi) punti forti di quest'opera. Qui arriverà un giovane Funzionario Ministeriale per provare a far luce su un caso molto particolare, che rischia di toccare ambienti (quelli, appunto, religiosi) che in vista delle elezioni sarebbe meglio che non andassero neanche sfiorati. Un minore, infatti, ha ucciso un coetaneo convinto che si trattasse del Diavolo in persona, e quest'omicidio rischia di gettare una cattiva luce sulla Chiesa e su ciò che vi gravita intorno a livello politico. 
Le premesse sono buone, e la storia riesce a coinvolgere e incuriosire. Peccato a mio parere che col passare dei minuti la sceneggiatura cominci a scricchiolare, ma c'è da arrivare fino in fondo alla storia per capire se si tratti davvero di problemi seri o soltanto piccolezze...

mercoledì 26 maggio 2021

La Partita Sbagliata

Domenica scorsa avevo intenzione di scrivere un post sulla vittoria dei Maneskin all'Eurovision e la conseguente frustrazione dei sottuttoio del Rock. Poi la domenica è scivolata via lontana dal PC, e allora mi ero ripromesso di scrivere qualcosa in tarda serata. Il problema è che a tarda serata stavo così intossicato che cercavo di tenere a distanza pure mia moglie per paura di avvelenarla. 
Allora: io sulla qualificazione del Napoli in Champions qualche timore lo avevo, tanto da aver puntato qualcosina sull'x2 (che mi ha fruttato un paio di cenette per la disintossicazione, a quanto pare), anche se ammetto di averlo fatto un po' più per scaramanzia. Il timore è diventato però certezza dopo appena 5 minuti 5 di visione di Napoli-Verona. Si dice che spesso si possa intuire che tipo di partita sarà guardando soltanto i primi minuti di gioco. Ecco, domenica sera è accaduto proprio questo, e se al 5° minuto del 1° tempo avessi avuto lì con me una macchina del tempo, sarei tornato subito indietro per puntare una cifra ben più considerevole sull'x2, senza aspettare la fine. Domenica scorsa, semplicemente, il Napoli non è sceso in campo, e si è visto subito.
Ma perché?

domenica 23 maggio 2021

Godzilla vs. Kong (2021)

E dopo "Skull Island" e "Godzilla II - King of Monsters", siamo giunti quindi al capitolo finale di questa mostruosa trilogia: "Godzilla vs. Kong". Dopo un inizio niente male, dove troviamo il nostro amato Kong nella sua amata Isola (con sorpresa), il film si trasforma ben presto nel solito "baraccone" pieno di luci colorate. Luci colorate che, sia chiaro, funzionano eccome, ma qualche attenzione in più nei confronti della sceneggiatura non mi sarebbe dispiaciuta...
In breve, la storia: cinque anni dopo le vicende di "King of Monsters", mentre lo Scimmione se ne sta tranquillo(?) nella sua Isola, il Dino-Lucertolone sembra invece avere qualche problema nella gestione della rabbia. Godzilla, infatti, attacca inspiegabilmente la sede della Apex Cybernetics in Florida. Ben presto, allora, dopo vari episodi e qualche scelta più che discutibile, i due enormi Titani si troveranno, o meglio, li faranno trovare faccia a faccia; e quando accadrà, sarebbe meglio non farsi trovarsi nei paraggi...

martedì 18 maggio 2021

Addio Maestro, Essere Speciale

Oggi è un brutto giorno. Se n'è andato Franco Battiato, uno dei miei Cantautori, anzi, uno dei miei Artisti preferiti. L'ho amato davvero tanto, ed ho avuto anche la fortuna di vederlo dal vivo, a Roma, durante la Notte Bianca del 2007, in un concerto che tenne in Campidoglio verso mezzanotte. 
E un suo brano, "Tutto l'Universo obbedisce all'Amore", è stata la canzone scelta per la nostra entrata in sala al nostro Matrimonio.
Raramente dedico post o pensieri sui Social a personaggi famosi scomparsi, ma Battiato ne meriterebbe non uno, ma dieci, cento. 
Ci mancherai Maestro... così come, ahimè, ci mancavi già da un po'.
E grazie di tutto...

https://www.youtube.com/watch?v=Q0pH-AEtdgw

sabato 15 maggio 2021

Blame! (2017)

Sfogliando il catalogo Netflix, mi sono imbattuto nel trailer di un film d'Animazione tratto da un Manga che non conoscevo assolutamente. Il trailer mi ha comunque incuriosito, e allora ho dato una chance a questo "Blame!"
La storia è ambientata in un futuro molto lontano, in cui, non si sa come, uno strano contagio ha fatto sì che l'uomo perdesse il controllo sulle macchine, sulla città stessa, e che questa cominciasse ad auto-generarsi considerando gli esseri umani dei veri e propri parassiti da eliminare. Per questo, i protagonisti del film vivono in una ristretta zona sicura dell'immensa Città Multistrato, dove i terribili Sterminatori non possono accedervi. Ma le riserve di cibo cominciano a scarseggiare, e allora i sopravvissuti sono costretti a lasciare la loro zona sicura in cerca di scorte. Proprio grazie a una di queste ricognizioni, scopriranno allora che forse non sono rimasti proprio soli, e che una speranza per ribaltare la situazione... potrebbe esserci.