lunedì 12 aprile 2021

Giorni Blu di Fine Estate

Tra la fine di agosto e l'inizio di settembre sono successe un po' di cose che mi riguardano. All'inizio di settembre, infatti, è nata mia Madre. Qualche giorno più tardi (non parlo ovviamente di anno, ma di mese) mio Padre. A fine agosto, invece, ricorre il compleanno di mia Sorella. Altro compleanno importante è quello di mia Moglie, poco dopo la metà di settembre. Sì, direi proprio che tra fine agosto e settembre sono accadute tante belle cose. E allora perché non rimarcare l'importanza di quella manciata di caldi giorni, giorni di fine estate, con un altro importante, lieto evento? 

sabato 10 aprile 2021

Nomadi - Frasi nel Fuoco

Dopo l'avvicendamento alla voce tra Cristiano Turato e Yuri Cilloni, mi ero decisamente allontanato dal Mondo dei Nomadi, un ambiente che per tanti, tantissimi anni avevo vissuto con trasporto e partecipazione. Oggi, con le acque finalmente calme, e soprattutto con le idee molto più chiare riguardo quella vicenda, il mio rapporto con lo storico gruppo di Beppe Carletti si è, diciamo, normalizzato. Certo è che, se ci fosse stata un po' più di chiarezza subito dopo l'allontanamento di Turato, per quanto mi riguarda le cose sarebbero andate in maniera diversa; e sto parlando del mio personalissimo rapporto con i Nomadi, ovviamente. Insomma... forse sarebbe bastato dire fin da subito qualcosa come "Le idee di Cristiano Turato non sono più compatibili con quelle del gruppo", e laddove i Nomadi sono stati da sempre chiaramente identificabili in una certa corrente di idee politiche, sposata da sempre anche dal sottoscritto, di certo avrei potuto reagire in maniera diversa rispetto a quel cambio di Voce. Ma questo è il passato, e visto che per il momento non è stato ancora scoperto il modo per tornare indietro nel tempo, concentriamoci sul presente. 
Ieri è uscito il nuovo singolo del gruppo emiliano, "Frasi nel Fuoco". Andiamo dunque ad ascoltarlo, vederlo e analizzarlo...

mercoledì 7 aprile 2021

A.I. Rising - Il Futuro è adesso (2018)

Devo dire che il mio weekend pasquale non mi ha regalato grandi visioni. È anche vero, però, che un po' me la sono cercata, perché con tanti bei film che ho in lista, alla fine sono andato a guardarmi roba che in quella lista non c'era; ah... che mistero queste super-mega-proposte di Netflix e Prime
Ma veniamo al dunque, che, sia chiaro, è poca roba: disponibile su Prime Video ecco "A.I. Rising - Il Futuro è adesso", un film di Fantascienza che probabilmente ha fatto parlare di sé più per l'attrice protagonista che per la storia che racconta. Siamo infatti qui a parlare dell'ennesimo film che ci mostra un rapporto tra un Uomo e un Androide. Certo, in questo caso si tratta di un rapporto particolarmente morboso, ma questo a mio parere non gli fa guadagnare punti. Ma, senza spoiler, proviamo ad andare con ordine...

martedì 6 aprile 2021

Carte da Gioco: Topolino Costa Crociere

Nella mia Collezione di Carte da Gioco, che per il momento sto esplorando attraverso quelle dedicate al Mondo Disney, e più precisamente quelle allegate al Settimanale Topolino, c'è anche quello sponsorizzato dalla Costa Crociere.
Siamo nel 1996, e torna la Modiano, che confeziona un Mazzo di Carte decisamente meno ricco del precedente targato Dal Negro, ma che ne riprende il tema: lo Sport. 
Le illustrazioni particolari sono qui presenti soltanto sugli Assi e sulle Figure, mentre le altre Carte sono le classiche che si trovano in ogni normale Mazzo di Carte.
Ma andiamo a vederle...

domenica 4 aprile 2021

Kadaver (2020)

Cosa c'è di meglio di un film norvegese dal titolo "Kadaver" per passare una bella serata pre-pasquale? Tante altre cose, mi verrebbe da dire dopo averlo visto.
Il film, disponibile su Netflix, parte da premesse molto buone, che ahimè, però, non vengono mantenute. Non che sia un film inguardabile o da buttare, ma di certo con un'ambientazione del genere, e un soggetto dalle mille prospettive, mi aspettavo molto, molto di più.
Ci troviamo innanzitutto in un classico ambiente post-apocalittico: una città semidistrutta da un'esplosione nucleare, in cui i superstiti cercano di sopravvivere tra mille difficoltà, a cominciare da quella della ricerca del cibo. Protagonista della storia è una famiglia, composta da padre, madre e figlia. E sarà Leonor, la donna, a trovare qualcosa che sembrerà regalare alla sua famiglia, se non una svolta, almeno una serata diversa: un uomo, infatti, vende biglietti per uno spettacolo teatrale nella villa di un facoltoso uomo di nome Mathias, e ad allettare ancor di più Leonor è anche il fatto che, oltre allo spettacolo, ci sarà anche una cena. E in tempi del genere, scusate se è poco...

sabato 3 aprile 2021

Horror Spot: Liquid Slam e Pizza Pigskins

Ricordate lo spot della bambina rompicoglioni dei Buondì e tutto lo scalpore che ne derivò? Pensate un po' se invece esistesse uno spot (non) leggero e decisamente (non) invitante, che riuscisse a coniugare la nostra voglia di trash e vomitevole golosità...
Come? Dite che uno spot così non esiste? Possa un asteroide colpirvi se esiste?
Oh, l'avete voluto voi...

lunedì 29 marzo 2021

Stephen King - Later

Stavolta, per spendere qualche parola sull'ultimo libro di Stephen King, "Later", voglio partire dalla fine: nonostante sia un suo grande fan, ho sempre ammesso che di solito i finali di King mi lasciavano quasi sempre un po' perplesso, spesso deluso. Ed è proprio per questo che stavolta voglio iniziare ad esprimermi sul finale, perché "Later", nella sua parte conclusiva, non mi ha deluso affatto.
Specifichiamo però una cosa: a me il libro è piaciuto, certo, ma credo ci sia bisogno di sottolineare che a mio parere si tratta comunque di un romanzo piuttosto semplice rispetto al King classico di qualche anno fa. Il fatto che tutta la storia raccolga soltanto una manciata di personaggi, poi, la dice lunga su quanto possa sembrare un libro poco kinghiano allo zoccolo duro dei fan dello Scrittore. Una storia che conta dunque pochi personaggi, e che, se vogliamo analizzarlo fino in fondo, non ne esplora nemmeno poi tanto le vite, il passato, i rapporti. Ma questo, credo, potremmo anche giustificarlo con il fatto che il romanzo sia scritto in prima persona. Il protagonista è infatti il giovane Jamie Conklin, che, senza fare alcuno Spoiler come sempre, scopriremo avere un dono. Questa sua particolarità, e che sposterà questo romanzo sul piano del paranormale (tra l'altro il protagonista ci terrà più volte a sottolineare che si tratta di una storia dell'orrore), lo porterà inevitabilmente a vivere situazioni che avrebbe sicuramente evitato volentieri, e che gli faranno capire ben presto che la linea tra bene e male non è poi sempre così marcata. Soprattutto se si varcano certi limiti.

sabato 27 marzo 2021

Le Canzoni della Sera (Volume 28)

Siamo alla ventottesima Playlist delle mie Canzoni della Sera, e dunque andiamoci un po' a perdere tra queste nuove buone vibrazioni...
Cominciamo come di solito con gli italiani, e visto il periodo abbiamo addirittura due canzoni sanremesi, cosa tutt'altro che scontata visto il tipo di Musica che ascolto. Ma la canzone dei vincitori, verso i quali ho notato un accanimento esagerato (e ve lo sta dicendo uno che è accusato ogni giorno di essere un music-nazi), alla fine a me non è dispiaciuta, e allora ecco i Maneskin con la loro "Zitti e Buoni". E a proposito: mi hanno fatto molto sorridere le accuse di plagio nei loro confronti. Cioè, ragazzi... è un po' come accusare i Nomadi di aver plagiato "Vagabondo" di Nicola di Bari del 1970 con la loro "Io Vagabondo" di due anni dopo, soltanto perché nel ritornello è presente la parola "Vagabondo". Ma quando questa gente parla e sparla, sa di cosa sta parlando e sparlando? La risposta me lo do da solo: no.
Altra canzone sanremese è "Bianca Luce Nera", per me la canzone più bella del Festival. Gli Extraliscio, insieme a Davide Toffolo dei Tre Allegri Ragazzi Morti, hanno infatti tirato fuori un pezzo davvero interessante, che mi ha conquistato al primo ascolto. Una curiosità (e una breve storia triste personale) riguardo il video che potete trovare a fine post: è stato girato nella Camera Anecoica dell'Università di Ferrara. L'anno scorso mi ero prenotato per visitarla, ma poi è arrivato il Lockdown. Riproverò...

giovedì 25 marzo 2021

L’Inferno di Dante - Una Storia Naturale

Nel "Dantedì", la Giornata Nazionale dedicata a Dante Alighieri, sono andato a rispolverare un bellissimo volume che acquistai poco più di 10 anni fa durante la mia prima visita a una libreria qui a Modena, dopo il mio trasferimento in quella che poi sarebbe diventata la mia città. Il volume, dal titolo "L'Inferno di Dante - Una Storia Naturale", mi colpì subito per il formato e, soprattutto, per il contenuto. I Canti dell'Inferno, infatti, sono accompagnati dalle illustrazioni di Patrick Waterhouse e dalle note di Walter Hutton, che non soltanto ci spiegano i particolari disegni presenti, ma ci aiutano anche a comprendere meglio i Canti a cui sono associati. 

domenica 21 marzo 2021

Dylan Dog 414 - Giochi Innocenti

La Serie Regolare di Dylan Dog ci regala anche questo mese un buon Albo. Nel 414, "Giochi Innocenti", sarà molto interessante, tra l'altro, trovare qualche informazione in più rispetto a un personaggio del nuovo corso di cui, finora, non conoscevamo granché. Si tratta del Sergente Rania Rakim, e grazie anche ad alcuni flashback che ce la faranno vedere bambina, ne sapremo finalmente qualcosa di più sul suo conto.
Ma di cosa parla questo Albo targato Barbato-Martinello?
Dylan riceve uno strano videomessaggio dal cellulare di Rania, che, come sappiamo, nel nuovo ciclo è anche l'ex moglie dell'Indagatore dell'Incubo. Il messaggio, però, seppur partito dal cellulare di Rania, è di una bambina di nome Allie, figlia di una cara amica del Sergente. Nel video la bimba appare evidentemente terrorizzata da qualcosa che, dice lei, vive nella sua stanza, e che minaccia di portarla via. Una minaccia che, purtroppo, si concretizzerà, perché la piccola Allie sembrerà effettivamente essere sparita nel nulla. Dyaln e Rania, allora, si ritroveranno insieme per cercare di capire dov'è finita Allie, e se dietro quella sparizione possa esserci davvero qualcosa che vada al di là del semplice rapimento...

mercoledì 17 marzo 2021

Zoolander (2001)

Visto che me ne avevano parlato sempre bene, alla fine ho ceduto e ho deciso di guardarmi "Zoolender", un film di un genere che non è di sicuro tra i miei preferiti. E non me ne sono pentito.
Una commedia divertente, una sorta di parodia sul Mondo della Moda, e che mette in mostra, tra una risata e l'altra, alcuni dei problemi che si celano (ma mica tanto) dietro luci e lustrini. Sfruttamento minorile, ascesa e declino del successo, bellezza a tutti i costi, anoressia e bulimia. Ma non si tratta certo di un film di denuncia, sia chiaro.
Derek Zoolander, famosissimo supermodello dall'intelligenza non certo brillantissima, si ritrova suo malgrado vittima di un complotto omicida organizzato dal Guru della Moda Mugatu. Ma per il povero Derek un altro problema si presenta all'orizzonte: l'ascesa di un altro supermodello, il biondissimo Hansel. Una crisi, quella scaturita dall'arrivo di Hansel, che ci farà anche scoprire qualcosa in più della sua famiglia...

domenica 14 marzo 2021

Amie Kaufman e Jay Kristoff - Obsidio: Illuminae files_03

Con "Obsidio: Illuminae files_03" si chiude la bella Saga fantascientifica "Illuminae" di Amie Kaufman e Jay Kristoff. Il "secondo file" ci aveva lasciato tutti col fiato sospeso, perché volevamo capire innanzitutto come i protagonisti si fossero ritrovati nella situazione nella quale ci raccontavano gli eventi nelle ultime pagine del secondo capitolo. E "Obsidio" lo fa benissimo. 
Raccontata già nel post di "Gemina" la triste vicenda delle Edizioni in mio possesso di questa splendida Trilogia, posso consolarmi col fatto che in questa nuova edizione (mattoncino) flessibile del terzo capitolo, in appendice è incluso anche il racconto "Memento", di cui spenderò qualche parola a fine post.
Ma, prima, passiamo al gran finale...

venerdì 12 marzo 2021

(Tele)Cronache Italiane

Martedì sera, su Canale 5, ho assistito all'ennesimo spettacolo indecoroso tutto italiano durante una partita di Calcio. E no, non sto parlando dell'eliminazione della Juventus dalla Champions League; lì siamo ancora nel naturale svolgersi degli eventi. Sto parlando invece della telecronaca di Pardo e Serena. Mio dio, ragazzi, io capisco che si è italiani e bisogna anche un po' parteggiare per le squadre del nostro Paese, ma qui si tratta di qualcosa che va al di là del simpatizzare per una squadra, o meglio sperare (lecitamente) che passi il turno una squadra italiana (in questo caso la Juventus) piuttosto che una squadra straniera (in questo caso il Porto). Qui, infatti, si tratta di negare l'evidenza, la realtà, di inventare cose che non esistono. Rigori fischiati a favore della squadra "avversaria" fatti apparire, anzi descritti, non solo come inesistenti, ma addirittura come falli procurati alle spese di chi il fallo (evidentissimo) l'ha provocato. E, manco a dirlo, dall'altra parte vedere tocchi che, le immagini sono chiare, non ci sono.

mercoledì 10 marzo 2021

American History X (1998)

"American History X" è uno di quei film che, una volta visti, non li dimentichi più. Il primo aggettivo che mi è saltato in mente non appena ho concluso la visione di questo film, è stato potente. Sì, il film di Tony Kaye è potente. Per la storia, l'ambientazione, le dinamiche e la conclusione. Tutto in questo film riesce a metterci addosso il disagio e la violenza che si respira in certi ambienti, in certi strati sociali che continuano ancora oggi a macchiare la nostra Società e, soprattutto, come ci tiene a sottolineare anche il titolo, quella americana.
Derek Vinyard è il leader di un gruppo di naziskin statunitensi, esaltato, pieno di rabbia, che finisce in galera dopo un episodio di cieca violenza nei confronti di tre ladri di colore che stavano per rubargli l'auto in piena notte. Suo fratello minore Danny, intanto, sembra essere indirizzato a percorrere la stessa strada che ha portato Derek in prigione. Ma sarà proprio l'uscita dal carcere di quest'ultimo a cambiare radicalmente il corso della sua vita.

martedì 9 marzo 2021

WandaVision (Miniserie)

Credo che riguardo "WandaVision", la miniserie di Disney+ targata Marvel, sia già stato detto tanto, e questo potrebbe essere già un fattore per capire bene il successo del prodotto. La Serie infatti si è conclusa soltanto venerdì scorso, e siamo già di fronte a tante interessanti recensioni e opinioni (vi riporto qui quelle per cui ho trovato il tempo - ah, il tempo! - di leggere tra alcuni dei blog che seguo: quella di Pulp Standoff; quella di Cent'anni di Nerditudine; e quella di Cinema TV Musica di una Galassia Lontana Lontana).
Allora, comincio subito col dire che, secondo me, questa Miniserie si può amare alla follia, apprezzare o fregarsene altamente in base al grado di vicinanza al Mondo Marvel. Io, trovandomi a questo mondo vicino ma non troppo, so di non aver potuto apprezzare in pieno tutta la storia. Ci troviamo infatti subito dopo gli eventi accaduti in "Avengers: Edngame" (che a me non ha fatto impazzire), dove ritroviamo una Wanda Maximoff, con il consorte Visione, in una sorta di Sitcom nella Miniserie, ambientata inizialmente negli anni '50, con tanto di girato in bianco e nero. Qui i nostri due protagonisti sembrano impegnati a vivere una vita tranquilla, cercando di tenere nascosti i loro poteri. Basterà poi aspettare il secondo e il terzo episodio per capire che ciò che stiamo vedendo, cioè una classica Sitcom americana con protagonisti Wanda e Visione, non è propriamente quello che sembra. Senza fare alcuno spoiler come sempre, quindi, vi posso soltanto dire che l'attenzione, la curiosità, e forse qualche intuizione nei riguardi di ciò che si sta vedendo, crescerà col passare degli episodi (non lunghi, anzi... alcuni davvero brevi), con il picco, per quanto mi ha riguardato, nella potenza del finale del 3° episodio.
Ma tornando a noi: cosa c'è che non mi ha convinto di "WandaVision"?