venerdì 17 settembre 2021

Beate Collezioni

Fin da bambino, grazie ovviamente ai miei genitori, sono stato un Collezionista. Adoravo i fascicoli settimanali che uscivano in edicola, da "Esplorando il Corpo Umano" a "Invenzioni e Inventori", fino ad arrivare a collezionare Monete e Banconote. Amo ancora oggi collezionare Carte da Gioco e "2 Euro" Celebrativi, e butto sempre un occhio in edicola. Ecco, a proposito: ultimamente ero stato tentato dall'idea di cominciare la collezione delle statuette con i personaggi di Street Fighter II. Ma per tutti quelli che, come me, se la sono persa, eccone un'altra, appena uscita nell'edizione 2021, davvero imperdibile: Santi e Beati - Gli Eroi della Fede! Insomma, Dhalsim scansate proprio, di fronte a San Michele e la sua spada. E tu, Blanka, puoi soltanto impallidire di fronte a Santa Barbara... 

sabato 11 settembre 2021

Il mio 11 settembre: Giochi di Guerra

"E tu? Dove ti trovavi l'11 settembre del 2001 quando cominciarono ad arrivare le notizie sull'attentato alle Torri Gemelle?". Tutti più o meno ci siamo sentiti chiedere una cosa del genere parlando dell'11 settembre. E una cosa è certa: se è vero che più o meno tutti non potranno mai dimenticarlo, io ho vissuto quei momenti in una maniera intensa, particolare, credendo di trovarmi davvero nel classico momento sbagliato al posto sbagliato. Era l'11 settembre 2001, dunque, e io mi trovavo nella Caserma "Macao" di Castro Pretorio, Roma, e mi apprestavo a vivere l'ennesimo pomeriggio più o meno tranquillo del mio Servizio di Leva negli Autieri. All'improvviso, ricordo benissimo, bussò in Fureria (sì, ero Furiere!) un commilitone che solitamente era un vero e proprio rompiballe. Mi colpì all'istante (così come colpì i miei colleghi d'ufficio) la sua faccia: non un accenno di sorriso, non un accenno di sberleffo. Insomma, quello non sembrava essere il solito rompicoglioni che ti veniva a chiedere l'Azzurrina (chissà in quanti la ricorderanno!) in anticipo per andare a fare il biglietto del treno prima e non il giorno stesso della partenza della licenza, o qualche altro servizio che soltanto noi Furieri potevamo concedere. Quel rompiballe alla porta dell'ufficio, quel giorno, era soltanto un ragazzo spaventato.

domenica 5 settembre 2021

Benvenuto Lorenzo!

Qualche mese fa, dopo aver scoperto che si trattava di un maschietto, avevo scritto un post al riguardo, chiedendomi, alla fine, se il piccolo sarebbe arrivato a fine agosto o a inizio settembre. Bene... ha scelto la seconda! 
Non credo ai segni zodiacali, ovviamente, ma dopo mia moglie, mio padre, mia madre e mia sorella, ecco nella mia vita un altro piccolo Custode della Sesta Casa di Virgo! ♍
Beh, che altro aggiungere: non mi piace tanto parlare di cose mie private sui Social o sul Blog, ma direi che l'evento è di quelli troppo belli e importanti. E sono felicissimo!
Ebbene sì... meglio di uno Scudetto o una Champions al Napoli! 😅
Benvenuto Lorenzo! 💙

martedì 31 agosto 2021

L'Uomo che venne dalla Terra (2007)

Dell'ultimo film di cui ho parlato, "L'Immensità della Notte", dicevo che si trattava di un'opera con poca azione e molti dialoghi. Ma ultimamente ne ho visto un altro che potrebbe far apparire "L'Immensità della Notte" come un film d'azione di Michael Bay. Sto parlando di "L'Uomo che venne dalla Terra", disponibile su Prime Video.
Cominciamo subito col dire, quindi, che se non amate i film pieni di "chiacchiere" e con zero azione (ma zero davvero), questo è un film da evitare come la peste. Inoltre, tornando al già citato Bay, qui siamo all'opposto anche in fatto di badget. Se tutto questo, però, non dovesse comunque spaventarvi, vi consiglio allora di mettervi ben comodi su una poltrona o sul vostro bel divano, e godervi questa bella ora e mezza di chiacchiere. 
In breve, la storia, come sempre senza alcuno spoiler: il professor John Oldman sta per traslocare e lasciare l'Università (e la città) in cui insegna. Durante il trasloco i suoi colleghi gli organizzano una festa d'addio, e John si lascia incredibilmente andare con una rivelazione davvero scioccante, e che spiegherà così anche il perché del suo trasferimento. E se inizialmente nessuno sembrerà, a ragione, credere alla sua storia, col tempo il dubbio si insinuerà tra i suoi ormai ex colleghi, e allora il professor Oldman vuoterà completamente il sacco...

domenica 29 agosto 2021

Le Canzoni della Sera (Volume 32)

Nuova Tracklist, la 32a, tutta estiva, delle Canzoni della Sera. Ho detto estiva? Sì, ma non aspettatevi reggaeton, ritmi latineggianti e compagnia brutta; quella è roba che potranno usare contro di me i miei eventuali torturatori per estorcermi le scottanti verità che nascondo su dove vado a fare la spesa e su dove faccio benzina di solito.
Partiamo come sempre dalla Musica Italiana: il 14 giugno ho voluto festeggiare gli 81 anni del sommo Francesco Guccini con la sua cavalcante "La Locomotiva". Seguono Le Orme, con una delle loro canzoni più famose, "Cemento Armato"; ma questo è un gruppo che nella propria discografia nasconde tante chicche. Altro gruppo, decisamente più giovane e che mi piace un sacco, sono gli Zen Circus, qui con "Ilenia". Arrivano poi i fantastici Nanowar of Steel, con "La Polenta Taragnarock", che non potrà lasciarvi indifferenti; anche perché è presentata da un certo Giorgio Mastrota...
L'11 luglio abbiamo festeggiato la vittoria dell'Europeo della nostra Nazionale, e allora, a notte inoltrata dopo essermi perso per qualche ora nel traffico tricolore di Modena, non ho potuto fare a meno di postare "Un'Estate Italiana" di Edoardo Bennato e Gianna Nannini. Che serata ragazzi!
E a proposito di Europeo...

giovedì 26 agosto 2021

L'Immensità della Notte (2019)

Avevo già letto tempo fa qualche commento positivo su "L'Immensità della Notte", e mi ero ripromesso di dargli uno sguardo. Ultimamente, tra i commenti di un sito di Cinema, ho riletto belle parole per questo film, e allora sono andato subito a cercarlo, trovandolo disponibile su Prime Video (produzione originale). 
La storia è abbastanza semplice, come del resto lo sviluppo dell'intero film, che inizia mostrandoci una TV in bianco e nero all'interno di un soggiorno, in cui sta per essere trasmesso un nuovo episodio di "Paradox Theatre", dal titolo... "L'Immensità della Notte". Entriamo così all'interno del televisore, per ritrovarci in una sera degli anni '50, nella cittadina di Cayuga, dove sta per svolgersi un'importante partita di Basket. Alla giovanissima Fay, centralinista, tocca però fare il turno di notte, e si appresta dunque a trascorrere ore di noia nella solitudine del centralino dove lavora. All'improvviso, però, al centralino arriva un segnale misterioso. Incuriosita dallo strano evento, Fay chiede aiuto all'amico Everett, che quella notte sta lavorando anch'egli, come speaker della radio locale. Così i due ragazzi, grazie anche all'aiuto dei mezzi messi a disposizione dalla Radio in cui lavora Everett, cercheranno di scoprire da dove arriva quello strano e per certi versi inquietante segnale, e provare a capire se dietro di esso ci sia qualche particolare significato. 

mercoledì 25 agosto 2021

Dylan Dog 419 - Albachiara

Dopo l'ottimo Albo dedicato a Sally, ecco che col 419 arriva il secondo della Trilogia ispirata alle (e dalle) canzoni di Vasco Rossi, "Albachiara". Abbiamo ovviamente a che fare con una delle canzoni più famose del Komandante, ma nonostante la fama, "Albachiara" non riesce a raggiungere gli alti livelli di "Sally"
La storia ci parla in un ragazzo... trasparente, che si rivolge al nostro Indagatore dell'Incubo (per altro in ferie) per aiutarlo. Ma l'aiuto che chiede non è per se stesso, quanto per la ragazza di cui è innamorato, Alba, che secondo il giovane rischia di diventare invisibile come lui. Ovviamente Alba ha molto dell'Albachiara di Vasco, ma anche stavolta, per fortuna, i richiami al rocker di Zocca finiscono qui, con una storia che va per conto suo, dritta e senza particolari sussulti verso il finale. 

lunedì 23 agosto 2021

I See You (2019)

Dei tanti film che ho visto quest'estate, "I See You" è senza ombra di dubbio uno di quelli più interessanti. Disponibile su Prime Video, si inizia con il caso della scomparsa di un bambino, che rievoca brutti ricordi nella comunità e nelle forze dell'ordine del posto in cui è ambientata la storia. E fa parte delle forze dell'ordine anche, e soprattutto, Greg, il padre della famiglia protagonista del film. Famiglia che sta affrontando un brutto momento, per via di un tradimento da parte della moglie di Greg, Helen, che ha avuto ripercussioni importanti anche sul figlio Connor. Ma come se questa situazione già tesa non bastasse, ben presto all'interno della casa della famiglia Harper cominceranno ad accadere cose strane e inquietanti, che metteranno in allarme i tre, e intrigheranno e incuriosiranno lo spettatore. 

sabato 21 agosto 2021

Concorso NASF 17 "Complotti/Accordi": Ancora oltre un mese per partecipare

Quest'anno, per varie ragioni, ho scritto davvero poco. In pratica ho completato un solo racconto per un Concorso molto interessante promosso da un Gruppo Facebook dedicato a Stephen King. Per il resto... qualche buona idea appena accennata, appuntata, e poi nulla più. E, a poco più di un mese dalla scadenza, mi ritrovo a non aver ancora messo dita a un racconto per l'annuale Concorso NASF a cui sono sempre stato molto legato. Quest'anno il tema, come sempre, è molto intrigante: Complotti/Accordi. E potete trovare il Bando Completo qui.
Se avete voglia di cimentarvi nella scrittura di un Racconto di Fantascienza avente come argomenti (l'uno o l'altro, o, perché no, un mix dei due) i sopra citati, fatevi sotto. Io, anche se il tempo è poco e sarà ancor meno a breve, ci proverò comunque. 


Ne approfitto, inoltre, per riproporvi la lettura del mio racconto "In attesa delle Stelle" su Youtube, vincitore della tredicesima edizione di NASF, a opera della bravissima Chiara Tambani. E ho scoperto da poco, tra l'altro, che il video da qualche tempo è "soggetto a limiti d'età", dunque, a quanto pare, non propriamente adatto a un pubblico con età inferiore ai diciotto anni. Beh, che dire (per gli amici Tagliapietre): il mio "In attesa delle Stelle" non è un racconto soggetto a limiti d'età. Sarà pure un racconto bugiardo, maiale, idiota, soggetto a limiti d'età; ma vi assicuro che non è racconto pornografico! 
Buon ascolto e buona scrittura!

https://www.youtube.com/watch?v=BcVjsTU3EGE

giovedì 19 agosto 2021

The Block Island Sound (2020)

Spaziando un po' tra i vari titoli a disposizione su Netflix, qualche sera fa mi sono imbattuto in "The Block Island Sound". Leggendo la trama mi ha subito incuriosito, e allora ho provato a guardarlo, nonostante fossi già certo di non trovarmi di fronte a un capolavoro. 
Partiamo subito dal contesto: Block Island è un'isola del Rhode Island, che d'estate espande la sua vita al turismo, e d'inverno si ritira alla vita dei suoi pochi abitanti, per la maggior parte pescatori. E i protagonisti principali di questo film sono proprio due pescatori, Tom ed Harry, padre e figlio. Nell'isola arriverà anche l'altra figlia di Tom, con la sua bambina, e sarà una scelta di tempo, per la giovane donna, non proprio azzeccatissima, visto che suo padre sembra cominciare ad avere comportamenti molto strani e inquietanti, tanto da arrivare addirittura, nel corso della notte, a spaventare la sua piccola nipotina. Ma cosa sta succedendo al pescatore Tom?

martedì 17 agosto 2021

Andy Weir & Sarah Andersen - Cheshire Crossing

La naturale lettura subito dopo il bel volume "Alice, Dorothy & Wendy" non poteva che essere "Cheshire Crossing", una storia di Andy Weir illustrata da Sarah Andersen. Ed è proprio quello che ho fatto, anche se sul blog ho parlato prima del libro che ho letto successivamente, "Harrow la Nona", per una questione di slancio emotivo.
Dall'autore di "The Martian" (da cui è stato anche tratto un film di discreto successo), ecco la storia a fumetti delle nostre tre eroine, Alice, Dorothy e Wendy, che a distanza di qualche anno dalle loro avventure passate (e che, come accennato, potete trovare tutte in un unico volume, il Drago Mondadori "Alice, Dorothy & Wendy", di cui ho parlato qui) sono ormai adolescenti, ma non hanno certo perso le particolarità ereditate da quelle loro strane e bizzarre avventure. Così si ritroveranno tutte e tre a convivere nella stessa stanza dell'Istituto che frequenteranno per gli studi (o per essere studiate); anche se il primo incontro non sarà certo facile, e ben presto, per colpa di un gesto impulsivo di Alice, dovranno fare i conti con quel loro fantastico passato e, soprattutto, con due personaggi spiacevoli che non avrebbero voluto di certo ritrovare, e che si coalizzeranno per realizzare il loro sporco e magico piano. Così, in compagnia delle nostre tre eroine, attraverseremo i tre Mondi Fantastici che le hanno già viste protagoniste. E protagoniste e Mondi si mescoleranno in un vortice di avventure e magie che ci divertiranno e sorprenderanno... 

domenica 15 agosto 2021

Idiocracy (2006)

Vedendo "Idiocracy" mi è venuto da fare una considerazione sulla situazione attuale riguardo i vaccini: No Vax e Negazionisti affermano (chi più, chi meno) che tutti noi vaccinati moriremo nel giro di qualche anno, tra un impulso elettrico arrivato da chissà chi (e per chissà quale ragione: io, per esempio, le tasse le pago) o per strani e terrificanti effetti collaterali annunciati dal Professor X e da quello Y. Buon per loro. Anzi, molto male per loro, direi, perché, riflettendoci un po' su, se dovessero morire tutte le persone che si sono vaccinate in questo periodo, e di cui fanno parte, credo, un buon 99% dei cervelloni che mandano avanti questo Pianeta, non li vedo proprio messi bene i cari No Vax lì da soli a mandare avanti la carretta, eh...
In bocca al lupo, cari. 

venerdì 13 agosto 2021

Ciao Gino

Lo saluto con un semplice Ciao, perché a Gino Strada sarebbe piaciuto così. 
Sì, della scomparsa di Gino Strada mi dispiace davvero tanto. Lo seguivo (da sempre il banner di Emergency è sul mio blog), lo ammiravo, e nel mio piccolo ho sempre contribuito (e continuerò a contribuire) alla sua causa, che poi è un po' anche quella di tutti noi che, senza nasconderci dietro il motto religioso spesso e volentieri per niente seguito da una grossa fetta di fedeli, al prossimo ci pensiamo eccome. 
A qualcuno gente come Gino Strada non stava simpatica, e mi sono sempre chiesto come si possa non amare o ammirare persone come lui. Del resto, questa cosa è diventata col tempo uno dei parametri con cui decidevo, a mia volta, se una persona mi stava simpatica (eufemismo) o meno. 
Ciao Gino, grazie di tutto. Lasci un vuoto enorme.

giovedì 12 agosto 2021

Fear Street Parte 3: 1666 (2021)

Capitolo finale della Trilogia di "Fear Street". Anche stavolta si riparte dalla fine del secondo capitolo, e allora si va dritti all'anno della fonte delle disgrazie che abbiamo visto nei precedenti due film: il 1666 (che bel numero!). In "Fear Street Parte 3: 1666", infatti, ci ritroveremo finalmente a guardare le vicende che hanno poi portato alla leggenda della Strega Sarah Fier. In un insediamento chiamato Union, che all'epoca non era ancora stato diviso in Sunnyvale e Shadyside, ecco tutta la magia dei bei tempi in cui si gridava al rogo anche per uno sguardo inopportuno. E dove a farne le spese, ovviamente, erano sempre le donne. Pensate un po' se poi, invece di uno sguardo inopportuno, ci si ritrovava a fare i conti con un amore lesbo. Apriti cielo, o meglio, preparate il cappio; anzi due. 

martedì 10 agosto 2021

Dylan Dog 418 BIS - Qwertyngton

A luglio è arrivato il bis dell'Albo numero 418. Un'operazione, quella del "bis", che ha riguardato anche altri personaggi dell'Universo Bonelliano: Tex, Zagor, Nathan Never e Dragonero...
L'Albo 418 Bis, "Qwertyngton", si va a posizionare quindi tra i primi due Albi della Trilogia dedicata alle canzoni di Vasco Rossi, ed è una storia completa davvero niente male. 
Il nostro Indagatore dell'Incubo verrà ingaggiato dalla madre di una ragazza, Jennifer, che sembra essere scomparsa. Per cercare di ritrovarla, Dylan e Groucho partiranno alla volta di un paesino davvero particolare, a cominciare dal nome: Qwertyngton. E, una volta arrivati dopo aver affrontato una delle rotonde più complicate della storia stradale, ne vedranno delle belle...