venerdì 26 novembre 2021

Natale in Casa No Vax

Oh, finalmente posso dire di trovarmi d'accordo con un No Vax. E che No Vax! 
Sto parlando di Enrico Montesano, che nell'ultima sua uscita ha dato ancora una volta il meglio di sé: "Colpiamoli nel portafoglio. Niente più uso della carta di credito e/o bancomat, niente consumi superflui, non ricorrere alle multinazionali tipo Amazon, niente acquisti nei centri commerciali, utilizziamo prodotti italiani e negozi di vicinato. Niente banca, ritiro liquidità dai conti correnti, scorporare quota abbonamento canone e disdire abbonamento Rai. Non vedere canali generalisti. Non consumare, non seguire più programmi. Il potere lo abbiamo noi consumatori ed utenti. Niente spese a Natale. STIAMO TRA NOI E FACCIAMO UN NATALE COME FACEVANO I NOSTRI NONNI. Mandiamo a cagare i negozi, i ristoranti battenti greeeeeen passsss. Disobbedire, sparire come consumatori!".
Mio dio, ma ho letto bene? In pratica se qualche pecorone No Vax (ah già, le pecore siamo noi che ci vacciniamo etc etc scusate tanto) gli andasse dietro, si realizzerebbe il mio sogno...

lunedì 22 novembre 2021

Li ha giàffatti!

Ebbene sì: fin dalla notte dei tempi sono un grande fan di Maccio Capatonda. Proprio oggi, girando un po' su Youtube, non ho potuto fare a meno di (ri)guardarmi tutte le pubblicità di Mariottide: non sono caduto completamente nella depressione soltanto perché ho scoperto che "Mariottide Canta Shakira" piace da impazzire a mio figlio di due mesi e mezzo. Ehm, sì... cominciamo bene.
Ma torniamo al senso di questo post...

sabato 20 novembre 2021

Erin Morgenstern - Il Circo della Notte

L'ultima lettura dell'estate scorsa è stata "Il Circo della Notte", di Erin Morgenstern. Attirato soprattutto dalla copertina e dal titolo, la storia ("Il Circo arriva inaspettato. Nessun annuncia lo precede... Spunta così, semplicemente, dove ieri non c'era") mi ricordava anche un po' il bellissimo "Il Popolo dell'Autunno" di Ray Bradbury.  
La storia in questione però ci parla (o ci dovrebbe parlare) di una sfida tra giovani Maghi, Celia e Marco, arruolati e addestrati da due particolari personaggi, con sullo sfondo un Circo molto particolare. E questa storia inizialmente sembra partire bene, anche se c'è da dire che all'inizio si rischia di andare un po' in confusione con i salti nel tempo che vengono fatti, e che secondo me potevano essere gestiti meglio. Con un po' di attenzione, però, questo è un problema risolvibile. Quello che non si risolve, invece, è ben altro...

giovedì 18 novembre 2021

Tutta colpa dell'Ignoranza?

Siamo proprio sicuri che quando ci troviamo di fronte a un idiota lo si possa giustificare col classico "Vabbè, è ignorante. E con questo non lo sto offendendo. È soltanto che ignora le cose, ignora la verità..."
Oggi come oggi credo non si possano più ignorare le verità. Abbiamo accesso a centinaia, migliaia di fonti di informazione verificate e attendibili. Se l'idiota in questione le ignora, per poi però affidarsi ad altre centinaia, migliaia di fonti di informazione palesemente false e non credibili, allora, ecco... credo proprio che non si tratti più di ignoranza.
E allora? Qual è il problema?

martedì 16 novembre 2021

Oxygène (2021)

Mi sono sempre piaciuti i film claustrofobici. Se poi una situazione del genere viene declinata in chiave fantascientifica, allora per quanto mi riguarda facciamo centro.
"Oxygène", film francese (e che inizialmente doveva chiamarsi "O2") disponibile su Netflix, subito ci fa capire a cosa stiamo andando incontro: una donna si risveglia improvvisamente in una camera per il sonno criogenico, e proprio per effetto di questa sua condizione non riesce a ricordare nulla del suo passato. Niente, nemmeno chi è. Cerca allora di liberarsi da quella sorta di bara, ma senza successo: MILO, l'Intelligenza Artificiale che gestisce la sua capsula criogenica, non glielo permette. Anzi...
Come se non bastasse, l'ossigeno a disposizione comincia a diminuire minuto dopo minuto. E allora, in una situazione all'apparenza disperata e senza vie d'uscita, riuscirà Elizabeth a venirne fuori? 

venerdì 12 novembre 2021

The Promised Neverland (Stagione 2)

Dopo aver apprezzato molto la Prima Stagione di "The Promised Neverland", erano davvero alte le aspettative che avevo per la Seconda. Finalmente in questi ultimi giorni sono riuscito a vederla (entrambe le Stagioni sono disponibili su Netflix), e purtroppo devo dire di esser rimasto abbastanza deluso dal risultato finale.
Ma dove eravamo rimasti? Nella Prima Stagione (eviterò come sempre degli spoiler), dopo un inizio che sembrava raccontarci una classica storia di bambini in orfanotrofio, scopriremo poi che quell'orfanotrofio non era proprio accogliente e tranquillo come sembrava, e che i bambini che ospitava erano destinati a una vita ben più dura di quella che già si potrebbe immaginare per un bimbo chiuso in un istituto. I tre principali protagonisti, Emma, Norman e Ray, dopo aver scoperto la terrificante verità sull'orfanotrofio e sulla loro amorevole Mamma Isabella, proveranno allora a mettere in atto un piano per fuggire. La Seconda Stagione parte proprio dal risultato di quel piano...

mercoledì 10 novembre 2021

Arthur Conan Doyle - Il Mondo Perduto (I Primi Maestri del Fantastico)

Alla fine non ho resistito, e ho iniziato anche la raccolta "I Primi Maestri del Fantastico". Mi sono subito piaciute le edizioni, per non parlare del fatto che tra le varie uscite presenti nel piano dell'opera ho intravisto delle cose davvero interessanti, e tutti i volumi sono accompagnati da belle illustrazioni.
Bene. Tralasciando per il momento il problema spazio in librerie, di cui dovrò occuparmi a breve, a quanto pare, il primo volume di questa interessante raccolta a cui mi sono subito dedicato è stato "Il Mondo Perduto" di Sir Arthur Conan Doyle.
Ebbene sì, non l'avevo mai letto, e dunque ne ho subito approfittato.

martedì 9 novembre 2021

Magliadona

Domenica scorsa, in occasione di Napoli-Verona (c'era un calcio di rigore, maledetti!), ha esordito l'ennesima maglia celebrativa/speciale (ultimamente c'è stata anche quella di Halloween) griffata EA7 della Squadra Partenopea. Stavolta, nel mese che vedrà l'anniversario della morte di Diego Armando Maradona, la Società di Aurelio De Laurentiis ha voluto dedicare la maglia celebrativa proprio a lui:


domenica 7 novembre 2021

Le Canzoni della Sera (Volume 34)

L'ultimo Volume delle Canzoni della Sera aveva visto in tracklist tutte canzoni di Artisti mai apparsi prima nei precedenti Volumi (a parte i Simple Mindes per il "Mandela Day").
In questo nuovo capitolo ecco che si torna alla normalità. Tornano quindi Artisti e Gruppi che amo tantissimo, e la lista si apre proprio con i miei preferiti in assoluto, gli Iron Maiden, qui con "Stratego", il secondo singolo che andava ad anticipare l'uscita dell'ultimo album, "Senjutsu", uscito poi il 3 settembre. Buon pezzo, che andrà poi a braccetto con la bontà di tutto l'album.
Ma passiamo, come piaceva (e piace ancora) dire a molti patridioti, prima agli italiani: troviamo subito i Litfiba, nel periodo di assenza di Piero Pelù, con "La Stanza dell'Oro", il singolo che andava ad anticipare quello che per me non solo è il miglior album del periodo con Gianluigi "Cabo" Cavallo alla voce, ma anche uno dei migliori album in generale della band toscana, "Insidia". Arriva poi un altro gruppo che amo tantissimo, i Tre Allegri Ragazzi Morti, che con "Hollywood come Roma" mi riportano alla mia adolescenza. Altro gruppo nostrano pazzesco, gli Afterhours, è presente con l'intensissima "Quello che non c'è". Nel giorno del suo 70° compleanno, poi, ecco Ivano Fossati con "La Musica che gira intorno". Chiude la truppa tricolore un altro grande gruppo, decisamente meno conosciuto dei precedenti, ma che ha sempre spaccato di brutto e che ho avuto anche la fortuna di vedere dal vivo, in un 1° maggio a Bologna di molti, molti anni fa (mi pare fosse il 1999): i Ritmo Tribale. Ascoltate un po' che pezzo... e poi ditemi come sia possibile che si conosca l'ultima di Fedez (non è vero, io non la conosco) e non "Domina". Vabbè...

sabato 6 novembre 2021

Infinite (2021)

Mettiamo che vi venga in mente l'idea per una storia sulla Reincarnazione. Bene. Adesso prendete questa idea, e provate a farci un film, affidando Soggetto e Sceneggiatura a un gruppo di Scimmie Alcolizzate. Ecco: con molta probabilità il risultato che ne verrà fuori sarà molto simile a "Infinite", film disponibile da qualche tempo su Prime Video. Ho detto molto simile, perché alla fine credo che il gruppo di Scimmie Alcolizzate riuscirebbe comunque a fare meglio di quello che hanno fatto gli autori di questa robaccia. 
Un avviso: cercherò di non fare spoiler come al solito, ma vista la bruttezza di questo film non starò particolarmente attento, con il rischio, dunque, che qualche anticipazione possa comunque passare. Poco male per voi: al massimo vi eviterete degli shock dai quali sto ancora faticando a riprendermi.
La storia: dopo una scena d'apertura ambientata nel 1985, torniamo ai nostri giorni, dove ben presto scopriremo che le allucinazioni che tormentano Evan Michael non sono dovute alla Schizofrenia che gli hanno diagnosticato, ma sono delle vere e proprie visioni delle sue vite passate. Pochi eletti infatti, chiamati "Infiniti", hanno la capacità di ricordarsi delle loro vite passate. Ma la vita appena precedente di Evan sembra essere particolarmente importante, e allora due fazioni di Infiniti, l'una "pro-reincarnazione", l'altra "ci siamo rotti i coglioni lasciateci morire davvero una volta per tutte", cercheranno di contenderselo a colpi di assurdità. 

domenica 31 ottobre 2021

Dylan Dog 420 - Jenny

In ritardo abissale rispetto alla tabella di marcia, ero tentato di non scrivere nulla (visto che se n'è già scritto tanto) sull'ultimo Albo ispirato alle e dalle canzoni di Vasco Rossi, il numero 420: "Jenny". Ma oggi è Halloween, non ho preparato nulla al riguardo per il Blog al contrario dello scorso anno (qui il post dedicato), e allora, per restare in tema, qualche parola sull'Indagatore dell'Incubo sento di scriverla comunque, anche perché penso che questo Numero 420 sia un vero e proprio piccolo gioiello. 
Cominciamo subito dalla storia, come detto dedicata a una canzone di Vasco, Jenny: Dylan si trova prigioniero tra quattro mura, senza ben sapere come ci sia finito. Ma ben presto scopre che in quella strana prigione non è solo. Farà così la conoscenza di Jenny, una ragazza che sembra essersi arresa alla sua condizione di prigionia; al contrario di Dylan, che, ovviamente, farà davvero di tutto per raggiungerla e salvarla...

martedì 26 ottobre 2021

Spettri Rossi

Devo ammettere che la prima volta che vidi la foto di uno "Spettro Rosso", pensai subito che si trattasse di un fotomontaggio, o comunque di qualche particolare effetto speciale associato magari a qualcosa riguardante gli Alieni...

E invece no: è tutto inquietantemente naturale e terrestre.
L'apparizione degli "Spettri Rossi", infatti, è un fenomeno elettrico atmosferico che si manifesta durante i temporali, strettamente collegato al fenomeno dei fulmini, a una quota però decisamente più elevata. Ed è un fenomeno raro sì, ma non rarissimo. E allora perché, ci viene da chiederci, non abbiamo mai visto uno spettacolo del genere durante un temporale? Semplice: la durata di questo straordinario fenomeno atmosferico è brevissima: pochi millisecondi...

lunedì 25 ottobre 2021

Squid Game (Stagione 1)

Innanzitutto cominciamo subito dalla vera notizia: sono di nuovo riuscito a finire una Serie TV! E, visto il periodo, vi assicuro che è tanta roba...
Passiamo adesso alla Serie in questione: "Squid Game", disponibile su Netflix. Ne hanno parlato tanto, ne continuano a parlare tanto. Ci troviamo di fronte a una Serie TV Coreana (quella buona) che, in sostanza, parte da un plot molto semplice e direi per poco originale: vari disgraziati si ritrovano di fronte a una svolta nella loro vita grazie alla possibilità di vincere una enorme cifra di denaro; e a proposito... sarebbe stato utile avere notizie sul cambio in euro o dollari, ma va bene così. Per vincere questa cifra, e risolvere così i problemi di debiti in cui quasi tutti i poveracci si ritrovano, c'è però da partecipare a vari giochi molto divertenti. Ora: da che mondo è mondo nessuno ti paga qualche milione d'euro (perdonatemi se il cambio è sbagliato, ma come detto non era riportato e non sono andato a cercarmelo) per giocare a "Nascondino"; e nemmeno a "Un, due, tre, Stella!". A meno che, e qui casca la Serie, quell'Un, due, tre, Stella! non sia una versione... particolare

sabato 23 ottobre 2021

In Fondo a Destra

Se per arrivare a tante certezze della mia vita ci sono voluti anni e anni di esperienze ed episodi, ce n'è una a cui direi di essere arrivato già in tenera età: i fascisti sono degli idioti. Insomma, inneggiare a un tizio che ci ha portati alla rovina, complice di crimini contro l'umanità, e che, per finire, da grande eroe quale lo dipingono, ha provato a scappare come un coniglio terrorizzato quando le cose si sono messe male, ci vuole un bel coraggio e una discreta mancanza di materia cerebrale.
Detto questo: la mia tesi in questi giorni ha ricevuto ulteriori conferme. Come diavolo si fa, per esempio, in piena era social, ad andare sotto una curva di ultrà fascisti e alzare il braccio come un coglione al grido "duce duce", senza poi temere di finire su qualche social e, magari, perdere lavoro e faccia?

sabato 16 ottobre 2021

Creature del Buio

Due anni fa il mio "La Discesa" fu tra i racconti vincitori del Primo Concorso Letterario organizzato dal Gruppo Facebook "Stephen King - Italia", e che qualche tempo dopo vide la luce, insieme agli altri racconti selezionati, nella Raccolta "5 Minuti al Buio". Quest'anno, nella terza edizione del Concorso, "3 Dopo Mezzanotte", un altro mio racconto, "Creature del Buio", è risultato tra i vincitori, e presto sarà inserito nella raccolta omonima del Concorso edita nuovamente da "La Ruota Edizioni". Non solo: anche stavolta, così come nelle passate edizioni, i dieci racconti selezionati prenderanno forma, visto che saranno illustrati da altrettanti disegnatori selezionati attraverso il Concorso. E non vedo davvero l'ora di veder illustrato il mio racconto...
O forse no. 
Perché, ve lo assicuro, forse è meglio non osservare con chiarezza quello che succede nella stanza del giovane Paolo verso le tre di notte...
O non guardarlo affatto. 
E se anche voi verso quell'ora doveste svegliarvi e avere l'impressione di intravedere o avvertire qualcosa ai piedi del vostro letto... meglio far finta di niente.
E non accendere la luce.
Per nessuna ragione al mondo.