venerdì 17 settembre 2021

Beate Collezioni

Fin da bambino, grazie ovviamente ai miei genitori, sono stato un Collezionista. Adoravo i fascicoli settimanali che uscivano in edicola, da "Esplorando il Corpo Umano" a "Invenzioni e Inventori", fino ad arrivare a collezionare Monete e Banconote. Amo ancora oggi collezionare Carte da Gioco e "2 Euro" Celebrativi, e butto sempre un occhio in edicola. Ecco, a proposito: ultimamente ero stato tentato dall'idea di cominciare la collezione delle statuette con i personaggi di Street Fighter II. Ma per tutti quelli che, come me, se la sono persa, eccone un'altra, appena uscita nell'edizione 2021, davvero imperdibile: Santi e Beati - Gli Eroi della Fede! Insomma, Dhalsim scansate proprio, di fronte a San Michele e la sua spada. E tu, Blanka, puoi soltanto impallidire di fronte a Santa Barbara... 

sabato 11 settembre 2021

Il mio 11 settembre: Giochi di Guerra

"E tu? Dove ti trovavi l'11 settembre del 2001 quando cominciarono ad arrivare le notizie sull'attentato alle Torri Gemelle?". Tutti più o meno ci siamo sentiti chiedere una cosa del genere parlando dell'11 settembre. E una cosa è certa: se è vero che più o meno tutti non potranno mai dimenticarlo, io ho vissuto quei momenti in una maniera intensa, particolare, credendo di trovarmi davvero nel classico momento sbagliato al posto sbagliato. Era l'11 settembre 2001, dunque, e io mi trovavo nella Caserma "Macao" di Castro Pretorio, Roma, e mi apprestavo a vivere l'ennesimo pomeriggio più o meno tranquillo del mio Servizio di Leva negli Autieri. All'improvviso, ricordo benissimo, bussò in Fureria (sì, ero Furiere!) un commilitone che solitamente era un vero e proprio rompiballe. Mi colpì all'istante (così come colpì i miei colleghi d'ufficio) la sua faccia: non un accenno di sorriso, non un accenno di sberleffo. Insomma, quello non sembrava essere il solito rompicoglioni che ti veniva a chiedere l'Azzurrina (chissà in quanti la ricorderanno!) in anticipo per andare a fare il biglietto del treno prima e non il giorno stesso della partenza della licenza, o qualche altro servizio che soltanto noi Furieri potevamo concedere. Quel rompiballe alla porta dell'ufficio, quel giorno, era soltanto un ragazzo spaventato.

domenica 5 settembre 2021

Benvenuto Lorenzo!

Qualche mese fa, dopo aver scoperto che si trattava di un maschietto, avevo scritto un post al riguardo, chiedendomi, alla fine, se il piccolo sarebbe arrivato a fine agosto o a inizio settembre. Bene... ha scelto la seconda! 
Non credo ai segni zodiacali, ovviamente, ma dopo mia moglie, mio padre, mia madre e mia sorella, ecco nella mia vita un altro piccolo Custode della Sesta Casa di Virgo! ♍
Beh, che altro aggiungere: non mi piace tanto parlare di cose mie private sui Social o sul Blog, ma direi che l'evento è di quelli troppo belli e importanti. E sono felicissimo!
Ebbene sì... meglio di uno Scudetto o una Champions al Napoli! 😅
Benvenuto Lorenzo! 💙

martedì 31 agosto 2021

L'Uomo che venne dalla Terra (2007)

Dell'ultimo film di cui ho parlato, "L'Immensità della Notte", dicevo che si trattava di un'opera con poca azione e molti dialoghi. Ma ultimamente ne ho visto un altro che potrebbe far apparire "L'Immensità della Notte" come un film d'azione di Michael Bay. Sto parlando di "L'Uomo che venne dalla Terra", disponibile su Prime Video.
Cominciamo subito col dire, quindi, che se non amate i film pieni di "chiacchiere" e con zero azione (ma zero davvero), questo è un film da evitare come la peste. Inoltre, tornando al già citato Bay, qui siamo all'opposto anche in fatto di badget. Se tutto questo, però, non dovesse comunque spaventarvi, vi consiglio allora di mettervi ben comodi su una poltrona o sul vostro bel divano, e godervi questa bella ora e mezza di chiacchiere. 
In breve, la storia, come sempre senza alcuno spoiler: il professor John Oldman sta per traslocare e lasciare l'Università (e la città) in cui insegna. Durante il trasloco i suoi colleghi gli organizzano una festa d'addio, e John si lascia incredibilmente andare con una rivelazione davvero scioccante, e che spiegherà così anche il perché del suo trasferimento. E se inizialmente nessuno sembrerà, a ragione, credere alla sua storia, col tempo il dubbio si insinuerà tra i suoi ormai ex colleghi, e allora il professor Oldman vuoterà completamente il sacco...

domenica 29 agosto 2021

Le Canzoni della Sera (Volume 32)

Nuova Tracklist, la 32a, tutta estiva, delle Canzoni della Sera. Ho detto estiva? Sì, ma non aspettatevi reggaeton, ritmi latineggianti e compagnia brutta; quella è roba che potranno usare contro di me i miei eventuali torturatori per estorcermi le scottanti verità che nascondo su dove vado a fare la spesa e su dove faccio benzina di solito.
Partiamo come sempre dalla Musica Italiana: il 14 giugno ho voluto festeggiare gli 81 anni del sommo Francesco Guccini con la sua cavalcante "La Locomotiva". Seguono Le Orme, con una delle loro canzoni più famose, "Cemento Armato"; ma questo è un gruppo che nella propria discografia nasconde tante chicche. Altro gruppo, decisamente più giovane e che mi piace un sacco, sono gli Zen Circus, qui con "Ilenia". Arrivano poi i fantastici Nanowar of Steel, con "La Polenta Taragnarock", che non potrà lasciarvi indifferenti; anche perché è presentata da un certo Giorgio Mastrota...
L'11 luglio abbiamo festeggiato la vittoria dell'Europeo della nostra Nazionale, e allora, a notte inoltrata dopo essermi perso per qualche ora nel traffico tricolore di Modena, non ho potuto fare a meno di postare "Un'Estate Italiana" di Edoardo Bennato e Gianna Nannini. Che serata ragazzi!
E a proposito di Europeo...

giovedì 26 agosto 2021

L'Immensità della Notte (2019)

Avevo già letto tempo fa qualche commento positivo su "L'Immensità della Notte", e mi ero ripromesso di dargli uno sguardo. Ultimamente, tra i commenti di un sito di Cinema, ho riletto belle parole per questo film, e allora sono andato subito a cercarlo, trovandolo disponibile su Prime Video (produzione originale). 
La storia è abbastanza semplice, come del resto lo sviluppo dell'intero film, che inizia mostrandoci una TV in bianco e nero all'interno di un soggiorno, in cui sta per essere trasmesso un nuovo episodio di "Paradox Theatre", dal titolo... "L'Immensità della Notte". Entriamo così all'interno del televisore, per ritrovarci in una sera degli anni '50, nella cittadina di Cayuga, dove sta per svolgersi un'importante partita di Basket. Alla giovanissima Fay, centralinista, tocca però fare il turno di notte, e si appresta dunque a trascorrere ore di noia nella solitudine del centralino dove lavora. All'improvviso, però, al centralino arriva un segnale misterioso. Incuriosita dallo strano evento, Fay chiede aiuto all'amico Everett, che quella notte sta lavorando anch'egli, come speaker della radio locale. Così i due ragazzi, grazie anche all'aiuto dei mezzi messi a disposizione dalla Radio in cui lavora Everett, cercheranno di scoprire da dove arriva quello strano e per certi versi inquietante segnale, e provare a capire se dietro di esso ci sia qualche particolare significato. 

mercoledì 25 agosto 2021

Dylan Dog 419 - Albachiara

Dopo l'ottimo Albo dedicato a Sally, ecco che col 419 arriva il secondo della Trilogia ispirata alle (e dalle) canzoni di Vasco Rossi, "Albachiara". Abbiamo ovviamente a che fare con una delle canzoni più famose del Komandante, ma nonostante la fama, "Albachiara" non riesce a raggiungere gli alti livelli di "Sally"
La storia ci parla in un ragazzo... trasparente, che si rivolge al nostro Indagatore dell'Incubo (per altro in ferie) per aiutarlo. Ma l'aiuto che chiede non è per se stesso, quanto per la ragazza di cui è innamorato, Alba, che secondo il giovane rischia di diventare invisibile come lui. Ovviamente Alba ha molto dell'Albachiara di Vasco, ma anche stavolta, per fortuna, i richiami al rocker di Zocca finiscono qui, con una storia che va per conto suo, dritta e senza particolari sussulti verso il finale. 

lunedì 23 agosto 2021

I See You (2019)

Dei tanti film che ho visto quest'estate, "I See You" è senza ombra di dubbio uno di quelli più interessanti. Disponibile su Prime Video, si inizia con il caso della scomparsa di un bambino, che rievoca brutti ricordi nella comunità e nelle forze dell'ordine del posto in cui è ambientata la storia. E fa parte delle forze dell'ordine anche, e soprattutto, Greg, il padre della famiglia protagonista del film. Famiglia che sta affrontando un brutto momento, per via di un tradimento da parte della moglie di Greg, Helen, che ha avuto ripercussioni importanti anche sul figlio Connor. Ma come se questa situazione già tesa non bastasse, ben presto all'interno della casa della famiglia Harper cominceranno ad accadere cose strane e inquietanti, che metteranno in allarme i tre, e intrigheranno e incuriosiranno lo spettatore. 

sabato 21 agosto 2021

Concorso NASF 17 "Complotti/Accordi": Ancora oltre un mese per partecipare

Quest'anno, per varie ragioni, ho scritto davvero poco. In pratica ho completato un solo racconto per un Concorso molto interessante promosso da un Gruppo Facebook dedicato a Stephen King. Per il resto... qualche buona idea appena accennata, appuntata, e poi nulla più. E, a poco più di un mese dalla scadenza, mi ritrovo a non aver ancora messo dita a un racconto per l'annuale Concorso NASF a cui sono sempre stato molto legato. Quest'anno il tema, come sempre, è molto intrigante: Complotti/Accordi. E potete trovare il Bando Completo qui.
Se avete voglia di cimentarvi nella scrittura di un Racconto di Fantascienza avente come argomenti (l'uno o l'altro, o, perché no, un mix dei due) i sopra citati, fatevi sotto. Io, anche se il tempo è poco e sarà ancor meno a breve, ci proverò comunque. 


Ne approfitto, inoltre, per riproporvi la lettura del mio racconto "In attesa delle Stelle" su Youtube, vincitore della tredicesima edizione di NASF, a opera della bravissima Chiara Tambani. E ho scoperto da poco, tra l'altro, che il video da qualche tempo è "soggetto a limiti d'età", dunque, a quanto pare, non propriamente adatto a un pubblico con età inferiore ai diciotto anni. Beh, che dire (per gli amici Tagliapietre): il mio "In attesa delle Stelle" non è un racconto soggetto a limiti d'età. Sarà pure un racconto bugiardo, maiale, idiota, soggetto a limiti d'età; ma vi assicuro che non è racconto pornografico! 
Buon ascolto e buona scrittura!

https://www.youtube.com/watch?v=BcVjsTU3EGE

giovedì 19 agosto 2021

The Block Island Sound (2020)

Spaziando un po' tra i vari titoli a disposizione su Netflix, qualche sera fa mi sono imbattuto in "The Block Island Sound". Leggendo la trama mi ha subito incuriosito, e allora ho provato a guardarlo, nonostante fossi già certo di non trovarmi di fronte a un capolavoro. 
Partiamo subito dal contesto: Block Island è un'isola del Rhode Island, che d'estate espande la sua vita al turismo, e d'inverno si ritira alla vita dei suoi pochi abitanti, per la maggior parte pescatori. E i protagonisti principali di questo film sono proprio due pescatori, Tom ed Harry, padre e figlio. Nell'isola arriverà anche l'altra figlia di Tom, con la sua bambina, e sarà una scelta di tempo, per la giovane donna, non proprio azzeccatissima, visto che suo padre sembra cominciare ad avere comportamenti molto strani e inquietanti, tanto da arrivare addirittura, nel corso della notte, a spaventare la sua piccola nipotina. Ma cosa sta succedendo al pescatore Tom?

martedì 17 agosto 2021

Andy Weir & Sarah Andersen - Cheshire Crossing

La naturale lettura subito dopo il bel volume "Alice, Dorothy & Wendy" non poteva che essere "Cheshire Crossing", una storia di Andy Weir illustrata da Sarah Andersen. Ed è proprio quello che ho fatto, anche se sul blog ho parlato prima del libro che ho letto successivamente, "Harrow la Nona", per una questione di slancio emotivo.
Dall'autore di "The Martian" (da cui è stato anche tratto un film di discreto successo), ecco la storia a fumetti delle nostre tre eroine, Alice, Dorothy e Wendy, che a distanza di qualche anno dalle loro avventure passate (e che, come accennato, potete trovare tutte in un unico volume, il Drago Mondadori "Alice, Dorothy & Wendy", di cui ho parlato qui) sono ormai adolescenti, ma non hanno certo perso le particolarità ereditate da quelle loro strane e bizzarre avventure. Così si ritroveranno tutte e tre a convivere nella stessa stanza dell'Istituto che frequenteranno per gli studi (o per essere studiate); anche se il primo incontro non sarà certo facile, e ben presto, per colpa di un gesto impulsivo di Alice, dovranno fare i conti con quel loro fantastico passato e, soprattutto, con due personaggi spiacevoli che non avrebbero voluto di certo ritrovare, e che si coalizzeranno per realizzare il loro sporco e magico piano. Così, in compagnia delle nostre tre eroine, attraverseremo i tre Mondi Fantastici che le hanno già viste protagoniste. E protagoniste e Mondi si mescoleranno in un vortice di avventure e magie che ci divertiranno e sorprenderanno... 

domenica 15 agosto 2021

Idiocracy (2006)

Vedendo "Idiocracy" mi è venuto da fare una considerazione sulla situazione attuale riguardo i vaccini: No Vax e Negazionisti affermano (chi più, chi meno) che tutti noi vaccinati moriremo nel giro di qualche anno, tra un impulso elettrico arrivato da chissà chi (e per chissà quale ragione: io, per esempio, le tasse le pago) o per strani e terrificanti effetti collaterali annunciati dal Professor X e da quello Y. Buon per loro. Anzi, molto male per loro, direi, perché, riflettendoci un po' su, se dovessero morire tutte le persone che si sono vaccinate in questo periodo, e di cui fanno parte, credo, un buon 99% dei cervelloni che mandano avanti questo Pianeta, non li vedo proprio messi bene i cari No Vax lì da soli a mandare avanti la carretta, eh...
In bocca al lupo, cari. 

venerdì 13 agosto 2021

Ciao Gino

Lo saluto con un semplice Ciao, perché a Gino Strada sarebbe piaciuto così. 
Sì, della scomparsa di Gino Strada mi dispiace davvero tanto. Lo seguivo (da sempre il banner di Emergency è sul mio blog), lo ammiravo, e nel mio piccolo ho sempre contribuito (e continuerò a contribuire) alla sua causa, che poi è un po' anche quella di tutti noi che, senza nasconderci dietro il motto religioso spesso e volentieri per niente seguito da una grossa fetta di fedeli, al prossimo ci pensiamo eccome. 
A qualcuno gente come Gino Strada non stava simpatica, e mi sono sempre chiesto come si possa non amare o ammirare persone come lui. Del resto, questa cosa è diventata col tempo uno dei parametri con cui decidevo, a mia volta, se una persona mi stava simpatica (eufemismo) o meno. 
Ciao Gino, grazie di tutto. Lasci un vuoto enorme.

giovedì 12 agosto 2021

Fear Street Parte 3: 1666 (2021)

Capitolo finale della Trilogia di "Fear Street". Anche stavolta si riparte dalla fine del secondo capitolo, e allora si va dritti all'anno della fonte delle disgrazie che abbiamo visto nei precedenti due film: il 1666 (che bel numero!). In "Fear Street Parte 3: 1666", infatti, ci ritroveremo finalmente a guardare le vicende che hanno poi portato alla leggenda della Strega Sarah Fier. In un insediamento chiamato Union, che all'epoca non era ancora stato diviso in Sunnyvale e Shadyside, ecco tutta la magia dei bei tempi in cui si gridava al rogo anche per uno sguardo inopportuno. E dove a farne le spese, ovviamente, erano sempre le donne. Pensate un po' se poi, invece di uno sguardo inopportuno, ci si ritrovava a fare i conti con un amore lesbo. Apriti cielo, o meglio, preparate il cappio; anzi due. 

martedì 10 agosto 2021

Dylan Dog 418 BIS - Qwertyngton

A luglio è arrivato il bis dell'Albo numero 418. Un'operazione, quella del "bis", che ha riguardato anche altri personaggi dell'Universo Bonelliano: Tex, Zagor, Nathan Never e Dragonero...
L'Albo 418 Bis, "Qwertyngton", si va a posizionare quindi tra i primi due Albi della Trilogia dedicata alle canzoni di Vasco Rossi, ed è una storia completa davvero niente male. 
Il nostro Indagatore dell'Incubo verrà ingaggiato dalla madre di una ragazza, Jennifer, che sembra essere scomparsa. Per cercare di ritrovarla, Dylan e Groucho partiranno alla volta di un paesino davvero particolare, a cominciare dal nome: Qwertyngton. E, una volta arrivati dopo aver affrontato una delle rotonde più complicate della storia stradale, ne vedranno delle belle...

lunedì 9 agosto 2021

Fear Street Parte 2: 1978 (2021)

Dopo la prima parte, ambientata tutta nei familiari e nostalgici anni '90, con "Fear Street Parte 2: 1978" la storia si sposta nel 1978, restando comunque ancorata al 1994, perché tutto ciò che sta accadendo ai protagonisti lasciati nella prima parte di questa Trilogia, è la conseguenza di qualcosa che è accaduto molti, molti anni prima; addirittura ben prima del 1978. Ma perché è così importante, allora, questa data?
Questo secondo film inizia esattamente dal finale del primo. E visto che non amo gli spoiler, e se posso cerco di evitarli sempre, non starò certo a descrivervi, quindi, la scena iniziale. Posso soltanto dirvi che qualcuno comincerà a raccontare ai protagonisti gli eventi accaduti al Campeggio Nightwing del 1978. In particolare le vicende narrate riguarderanno le due sorelle Cindy e Ziggy Berman. In questo campeggio, infatti, è avvenuto uno degli eventi più eclatanti della storia della cittadina americana, e questo film ci farà scoprire bene cosa e come...

giovedì 5 agosto 2021

Le Canzoni della Sera (Volume 31)

Per la sezione Musica del blog, affidata alle Canzoni della Sera che chiudono le mie giornate, sono indietro di ben 2 Volumi. E allora credo proprio che sia giunto il momento di recuperare. Cominciamo con la tracklist del Volume numero 31...
Subito il ricordo di Franco Battiato, già protagonista di molte altre tracklist passate, che nel giorno del suo addio ho voluto omaggiare (oltre che con un post sul blog) con uno dei suoi tanti capolavori: "Gli Uccelli". Ci mancherai davvero tanto, Maestro...
Così come ci manca tanto l'altro artista a cui ho voluto rendere omaggio nell'anniversario della sua scomparsa, Rino Gaetano, che qui troviamo con "Mio Fratello è Figlio Unico". Altro grande cantautore che purtroppo ci ha lasciato troppo presto, è Fabrizio De André, che con la sua "Andrea" ha colorato la Giornata Internazionale Contro l'Omofobia. Chiudono la lista degli artisti italiani i Marlene Kuntz, con l'affilatissima "A fior di pelle", Zucchero, con la rossa "Partigiano Reggiano", e Omar Pedrini da solista, con la sua "Che ci vado a fare a Londra?"; a proposito... rimettiti presto e alla grande, Omar!
È arrivato adesso il momento di sconfinare...

mercoledì 4 agosto 2021

Fear Street Parte 1: 1994 (2021)

Disponibile su Netflix, insieme agli altri due capitoli successivi (1978 e 1966), o meglio, complessivi, "Fear Street Parte 1: 1994" è un interessante Teen-Horror tratto dagli omonimi libri di Robert Lawrence Stine, autore dei più famosi "Piccoli Brividi". In questa prima parte della Trilogia, portata dunque sullo schermo non come Serie TV, ma come una serie di tre Lungometraggi, ci viene presentata Shadyside, la cittadina americana famosa come Capitale Killer degli Stati Uniti. E cosa mai potremmo aspettarci da un ridente paesino con un biglietto da visita del genere? 
Il film si apre infatti con un efferato omicidio in un centro commerciale, in orario post chiusura, a opera di un ragazzo vestito da scheletro. L'episodio sembra risvegliare i ricordi degli abitanti di Shadyside: non è la prima volta (ma va?), infatti, che nella cittadina americana uno psicopatico si diverte ad affilare i coltelli. Ma dietro a questi episodi sembra esserci ben altro che la semplice pazzia del serial killer di turno. E così Deena, la sua ex Samantha, suo fratello Josh, e i suoi amici Kate e Simon, ben presto si metteranno sulle tracce di un'antica leggenda che ha come protagonista una Strega di nome Sarah Fier, e che sembra poter essere la spiegazione a tutto l'orrore che da anni perseguita Shadyside...

mercoledì 28 luglio 2021

Tamsyn Muir - Harrow la Nona

Dopo il primo capitolo della Trilogia del Sepolcro Sigillato, "Gideon la Nona" (il terzo e ultimo uscirà l'anno prossimo), non vedevo l'ora di leggere il secondo, "Harrow la Nona". Così, come i tizi che si mettono in fila davanti ai negozi Apple non appena esce il nuovo iPhone o, ancor meglio, come quelli che la fila la fanno per accaparrarsi le meravigliose e colorate scarpe della Lidl, ho effettuato il mio l'ordine di questo nuovo libro di Tamsyn Muir il giorno stesso dell'uscita; ma niente file, anche perché dubito che ne avrei trovate in libreria. Insomma, vuoi mettere il fascino di una scarpa tutta colorata rispetto a quella di un libro tutto nero?
Ma dove eravamo rimasti, dopo "Gideon la Nona"? Senza fare spoiler, in questo nuovo capitolo troviamo la nostra bella Necromante della Nona Casa impegnata in un addestramento in compagnia di colleghi molto, molto illustri, per cercare di vincere una guerra contro qualcosa di davvero spaventoso. Tra fantasmi, prove e verità sconvolgenti, Harrowhark Nonagesimus, per gli amici Harrow (ma non lasciatevi scappare Harry, mi raccomando!), cercherà di portare a termine la sua missione, e, soprattutto, sopravvivere; e non sarà affatto semplice...

lunedì 26 luglio 2021

Solos (Stagione 1)

Qualche post fa avevo scritto che ultimamente sto vedendo poche Serie TV. Un po' per il tempo, un po' perché mi sto disamorando (dopo un amore travolgente), anche e soprattutto per il fatto che, quasi ogni volta che mi affeziono a qualcosa, arriva poi puntualmente l'annuncio della sua cancellazione; avrò gusti di merda, che vi devo dire.
Su Prime Video, comunque, vista la durata degli episodi, la struttura antologica, e il tema affrontato, ho deciso di dare una chance a "Solos"; mal che vada, anche se non dovessero rinnovarla per una Seconda Stagione, resta un prodotto finito.
Ma di cosa parlano i 7 episodi di "Assolo"?
Innanzitutto ogni episodio ci mostra un singolo protagonista in uno scenario, narrativo e scenografico, fantascientifico. Ogni protagonista, dunque, ci racconterà (o vivrà) qualcosa, spesso in un vero e proprio monologo, mettendo in mostra aspetti e contraddizioni di scenari più o meno futuristici, che a volte ci ricorderanno le denunce (passatemi il termine) viste in "Black Mirror". Ma vediamo i protagonisti (tutti interpretati da grandi attori) e le loro storie nel dettaglio, ovviamente come sempre senza spoiler:

mercoledì 21 luglio 2021

La Guerra di Domani (2021)

Visto quasi subito dopo l'uscita (annunciata in pompa magna) su Prime Video, devo dire che "La Guerra di Domani" è riuscito a convincermi e divertirmi nonostante un inizio davvero preoccupante: quando si parla di storie che hanno a che fare con i Viaggi nel Tempo, infatti, capita molto spesso di imbattersi in incoerenze ed errori grossolani, ed era proprio questa l'idea che stavo per farmi di questo film mentre guardavo la parte iniziale. Insomma, già la descrizione di questo nuovo prodotto Amazon ci poteva far sorgere qualche dubbio sulla bontà della storia: durante la finale della Coppa del Mondo di Calcio (siamo in inverno, e il Mondiale del 2022 si giocherà proprio in quella Stagione), dal futuro arriva uno schieramento di soldati che annuncia la probabile fine dell'umanità nel 2051. Sembra infatti che misteriosi e potentissimi alieni conquisteranno la Terra di lì a 30 anni, e soltanto con una chiamata alle armi di reclute provenienti dal passato ci potrebbe ancora essere una speranza di vittoria. Il protagonista del film, Dan Forester, si ritrova suo malgrado arruolato insieme a tanti altri, che partono così verso il futuro per combattere una guerra che, almeno per il momento, non sembra comunque appartenergli. Il senso di un reclutamento del genere, mischiato ai mille fattori che implicano un viaggio nel tempo (parliamo delle conseguenze, dei paradossi...), mi hanno fatto storcere il naso molto spesso durante la visione della prima parte del film. Per fortuna, poi, è tornato dritto.

sabato 17 luglio 2021

Iron Maiden - The Writing On The Wall

Fermi tutti: sono tornati! Con il nuovo singolo "The Writing on the Wall" ecco il ritorno all'inedito (finalmente) degli Iron Maiden. E che ritorno...
Ad accompagnare il pezzo già bello di sé, seppur molto più su corde rock che metal (ma di questi tempi, con tutta la robaccia che si sente, quasi potrei urlare al capolavoro comunque) infatti, troviamo un video pazzesco, realizzato (da un'idea di Bruce Dickinson) in collaborazione due ex dirigenti della Pixar e fan del gruppo, Mark Andrews e Andrew Gordon, con il coinvolgimento dello Studio d'Animazione BlinkInk
Che, a distanza di 6 anni dal loro ultimo lavoro, "The Book of Souls", questo nuovo singolo sia l'anticipazione dell'uscita di un nuovo album? È quello che noi fan della Vergine di Ferro ci auguriamo, anche perché, in vista del ritorno in Italia di Harris e compagni l'estate prossima, non sarebbe niente male ritrovarci a vivere il Tour del nuovo album...
UP THE IRONS!
E godetevi il video...

venerdì 16 luglio 2021

A Classic Horror Story (2021)

Ero molto curioso di vedere questo film, disponibile dal 14 luglio su Netflix, e quindi ne ho approfittato subito. E devo dire che la mia curiosità è stata ben ripagata.
"A Classic Horror Story" è un film italiano, diretto da Roberto De Feo e Paolo Strippoli; e proprio questo suo essere italiano, al di là del messaggio che il film stesso denuncia, sicuramente farà storcere il naso a molti spettatori che si credono cineasti de 'sta ceppa da tanto, troppo tempo. D'altro canto io, al contrario, se un film italiano risulta essere un buon prodotto, ne tesso le lodi addirittura in maniera esagerata. Ma io non sono un cineasta... 
La storia, così come ci fa subito capire il titolo, è davvero una classica storia dell'orrore: cinque persone partono per la Calabria con un camper condiviso. Durante il viaggio, nella notte, hanno un incidente, e il camper si schianta contro un albero. I cinque perdono i sensi, e si risvegliano al mattino in mezzo al nulla, con i loro cellulari che non prendano neanche mezza tacca, e, cosa più inquietante di tutte, sembra proprio che della strada che stavano percorrendo non vi è più traccia. Ma a dire il vero, nei pressi della nuova posizione in cui si trovano, qualcosa c'è: una misteriosa casa di legno che sembra abitata... 

lunedì 12 luglio 2021

Buona la Terza!

Il primo ricordo che ho degli Europei è quello dell'eurogol di Van Basten nel 1988. Per il resto, di quell'Europeo non ricordo altro.
Per ricordare qualcosa riguardante la Nazionale Italiana, invece, bisogna spostarsi nel 1992, e non è ovviamente un bel ricordo: l'Italia di Sacchi non si qualifica nemmeno, né viene ripescata dopo l'esclusione della Jugoslavia. Cocente delusione, quindi, ma non sarebbe stata di certo l'ultima in fatto di Nazionale nel Torneo Continentale...
Quattro anni dopo, infatti, è la volta dell'Europeo in Inghilterra del 1996. Forti, si fa per dire, del titolo di Vicecampioni del Mondo (altra terribile delusione), l'Italia di Sacchi, dopo una buona partenza, non riesce nemmeno a superare il Girone. L'unica cosa che ricordo con piacere, di quell'ennesima disfatta europea, fu l'abbandono, qualche mese dopo, del Commissario Tecnico di Fusignano.
Si arriva così a quella che forse è stata in assoluto la delusione calcistica più grande della mia vita. Siamo nel 2000, e l'Europeo stavolta si gioca in Olanda e Belgio. L'Italia in Semifinale elimina proprio i padroni di casa dell'Olanda, dopo una partita incredibile con 2 rigori sbagliati dagli Olandesi nei 120 minuti. Fatali agli Orange, poi, furono ancora una volta i rigori, impressi nella memoria di tutti noi italiani grazie alle gesta di Toldo e al cucchiaio di Totti. Poi la Francia in finale, e il titolo di Campioni d'Europa fino a 20 secondi dalla fine. Pareggio di Wiltord quando ormai stavamo già festeggiando, e infine Golden Gol (la più grande cazzata inventata nella storia del Calcio) di Trezeguet nei Supplementari. Lacrime...

domenica 11 luglio 2021

Dylan Dog 418 - Sally

Comincio subito col dire che io sono tra quelli che non aveva accolto con particolare entusiasmo "l'incontro tra Dylan Dog e Vasco Rossi". D'altro canto immaginavo che la "collaborazione" tra i due si sarebbe limitata a qualche spunto e a qualche citazione, e in effetti così è stato. La cosa, quindi, non mi ha dato particolarmente fastidio. Anzi, a dire il vero devo ammettere che la storia venuta fuori in questo numero 418, "Sally", non è affatto male...
La cosa che invece sì, mi ha dato un po' fastidio, è stata la scelta di usare come copertina principale quella "speciale" di Fabrizio De Tommaso, quella che in pratica ritrae Dylan e Vasco. Non che sia brutta (ma a mio parere neanche bellissima), ma avrei di gran lunga preferito che quella ufficiale fosse quella regolare di Gigi Cavenago, tra l'altro molto bella. E invece ci ritroviamo con la regolare che fa da copertina a uno speciale di 16 pagine su Vasco Rossi, e quella speciale con sopra Vasco e Dylan che fa da copertina all'albo regolare con la storia di Dylan Dog. Vabbè... sarò limitato io, perché la cosa per me non sembra avere un gran senso...


In tutto ciò, visto che non mi reputo un grande fan di Vasco Rossi, di "Sally" mi interessava, come sempre, la storia. E quella, per fortuna, c'è...

venerdì 9 luglio 2021

Via Lattea... La Prima a Destra (1989)

A livello cinematografico cosa può esserci di più trash di un film trash? Semplice: un film trash ambientato nel tuo paesino d'origine. Ebbene sì: il mitico "Via Lattea... la prima a destra", di Ninì Grassia, è ambientato per la maggior parte a Roccamonfina, il mio paese d'origine. La mia storia nei confronti di questo capolavoro cinematografico comincia molti anni fa, quando tra un salto e l'altro tra le varie televisioni locali campane, mi imbattei in una scena di un film riconoscendone l'ambientazione: una delle strade del mio paese! Fu fortuna, perché se avessi visto un primo piano o una scena ripresa in interno, l'avrei sicuramente saltato. E invece...
Con l'entusiasmo del ragazzino che ero, subito cercai di informarmi su quale fosse il titolo del film girato a Rocca. All'epoca non esisteva neanche l'idea di Internet, e riuscii soltanto a recuperare il nome di qualche attore presente nel cast: tra tutti, conoscevo Benedetto Casillo, e proprio questo mi portò sulla strada sbagliata. Non ricordo bene come, ma mi procurai (forse da qualche amico) una sorta di manuale di cinema o qualcosa del genere, e tra i film in cui aveva recitato Casillo, beccai un "Miracoloni". Vista la storia del film, pensai allora che si trattasse proprio di quello. Peccato però che non feci caso all'anno d'uscita, che sicuramente mi avrebbe aiutato a non commettere l'errore: "Miracoloni", infatti, è del 1981; il film girato a Roccamonfina e di cui cercavo il titolo, però, tra le varie scene mostrava ragazzini con la maglia del Napoli scudettato con lo sponsor Buitoni. Era ovvio, quindi, che il film non poteva essere "Miracoloni". 
Scoprii soltanto anni dopo, grazie a un amico esperto di Cinema, che si trattava invece di "Via Lattea... la prima a destra", del 1989 (e qui i conti tornano eccome). Ma, mettendo da parte i ricordi, di cosa parla questa perla del Cinema Italiano?!

martedì 6 luglio 2021

Alice, Dorothy & Wendy

Un bel modo per leggere (o rileggere) tre grandi classici del fantastico è sicuramente recuperare il Drago Mondadori dedicato ad "Alice, Dorothy & Wendy". Nel bel volume troviamo infatti "Le Avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie" di Lewis Carroll, "Il Meraviglioso Mago di Oz" di L. Frank Baum, e "Peter e Wendy" di James Matthew Barrie. Ma non solo: di Carroll e Barrie, infatti, all'interno del libro troviamo anche "Attraverso lo Specchio (e quello che Alice vi trovò)", il seguito del più famoso "...nel Paese delle Meraviglie", e "Peter Pan nei Giardini di Kensington", una sorta di prequel delle classiche avventure di Peter Pan che più o meno tutti conosciamo. A rendere il libro ancora più bello ci sono alcune illustrazioni, e una copertina (fronte, retro e costa) davvero splendida, ricca di dettagli tutti da scoprire, come potete vedere nelle foto a fine post. Ma spendiamo qualche parola sui brevi romanzi fantastici (in tutti i sensi) contenuti nel volume...

giovedì 1 luglio 2021

Colazioni Extraterrestri (Parte II)

Qualche tempo fa ho dedicato un post a un video che ci mostrava la simulazione delle Albe sui vari Pianeti del nostro Sistema Solare: di fronte a quale scenario, per esempio, (non) faremmo la nostra bella colazione su Venere? Potete vederlo qui...
I video di simulazione di Albe Extraterrestri, però, non finiscono qui. E allora, proviamo a dare qualche altra occhiata fuori dalla finestra delle nostre casette extraterrestri all'alba, mentre ci prepariamo caffè e cornetto, pronti a goderci il nostro bel giorno libero; perché, fino a prova contraria, là fuori non dovrebbero ancora esserci uffici, fabbriche o altri posti di lavoro:

martedì 29 giugno 2021

La Grande Storia del Rock e del Metal a Fumetti

Ragazzi, questo volumone è puro #bookporn! Edito da Edizioni Npe, un'interessante Casa Editrice molto attiva nel campo del Fumetto (qui anche la Pagina Facebook: dategli un'occhiata), l'opera "Omnibus" di cui parlo contiene in un unico, grande libro i due volume già precedentemente editi, "Storia del Rock a fumetti" e "Storia del Metal a fumetti". Con la prefazione di Steve Sylvester (leader degli italiani Death SS), il libro raccoglie, grazie ai racconti di Heavy Bone, un poco simpatico zombie in jeans attillati, la storia di molti gruppi rock e metal... a fumetti. Disegni e testi sono del bravissimo Enzo Rizzi.

sabato 26 giugno 2021

Servant (Stagione 2)

È da un po' di tempo che non mi concentro più sulle Serie TV. Me ne sto perdendo davvero tante in quest'ultimo periodo, ma un po' per il tempo, un po' per la stanchezza, preferisco di gran lunga, almeno per il momento, rilassarmi con un film, fatto e finito, invece di cominciare e poi seguire, con costanza (quella che mancherebbe), una Serie TV di una decina di episodi. Un buon compromesso è stata la Seconda Stagione di "Servant" (della Prima parlo qui), la Serie TV prodotta da M. Night Shyamalan di Apple Tv+. Episodi di mezz'ora circa (a volte anche meno), e una storia che, dopo la Prima Stagione, volevo proprio andare a vedere dove andasse a parare. 
In questi nuovi 10 episodi ritroviamo la famiglia Turner orfana del piccolo Jericho. Ma la madre Dorothy, soprattutto lei, sembra non essersi per niente arresa all'idea di non avere più il suo bambino. Dov'è finita, quindi, la giovane baby-sitter Lianne? È lei, non c'è dubbio, la chiave del mistero, con alle spalle la sua inquietante famiglia che sembra appartenere a una misteriosa setta religiosa. 

giovedì 24 giugno 2021

Jack Meggitt-Phillips - Bethany e la Bestia

Dopo le "Visioni" di Ellison ci voleva proprio un libro leggero, da leggere tutto d'un fiato senza particolari sforzi. La scelta è caduta su "Bethany e la Bestia", di Jack Meggitt-Phillips. Mi è piaciuta da subito la copertina, e dopo aver raccolto qualche informazione, ho deciso di prenderlo al volo. E come lettura post due (ben due!) Draghi Urania, devo dire che la scelta è stata azzeccatissima. 
La storia è molto semplice, e ci parla dello strano Ebenezer Tweezer, descritto come "un uomo terribile con una vita meravigliosa". In effetti il caro Ebenezer può godersi alla grande i suoi cinquecentoundici anni, perché non solo ne dimostra un bel po' di meno, ma è anche in splendida forma, visto che ogni giorno sale i quindici piani del suo palazzo per andare a trovare la Bestia che vive nel sottotetto. A lei Ebenezer regala pasti particolari, come particolare è ciò che la Bestia gli dà in cambio: praticamente ogni cosa che desidera. Peccato però che un bel giorno la nostra Bestia si stancherà di mangiare animali rari e in via di estinzione, e chiederà al suo padrone di assaggiare qualcosa di ancor più particolare e succulento: un bambino.

martedì 22 giugno 2021

Raya e l'Ultimo Drago (2021)

Finalmente, su Disney+, è da un po' disponibile per noi comuni mortali non VIP "Raya e l'Ultimo Drago", film d'animazione della Walt Disney Animation Studios che ci racconta la storia della giovane guerriera Raya, che dopo una "reunion" tra popoli non andata nel migliore dei modi, avrà l'arduo compito di provare a riunire quei popoli, grazie all'aiuto di un Drago molto particolare...
Bellissime le animazioni e l'esplosione di colori, con un realismo pazzesco nei vari dettagli, e una interessante varietà di personaggi, creature e paesaggi. E a proposito: splendida la presentazione dei vari popoli (ormai divisi), ognuno rinominato come una parte di Drago: Cuore, Artiglio, Coda, Dorso e Zanna. Riuscirà, quindi, la nostra eroina a far sì che ogni parte di questo leggendario popolo torni a vivere insieme? Per farlo, l'abbiamo detto, Raya avrà bisogno di Sisu, l'Ultimo Drago. E di una grande forza di volontà. 

domenica 20 giugno 2021

Dylan Dog 417 - L'Ora del Giudizio

Si conclude con l'Albo numero 417, "L'Ora del Giudizio", la storia in due episodi iniziata lo scorso mese con "Il Detenuto". E se il mio giudizio era stato positivo per quanto riguarda la prima parte, non lo è per quanto concerne questa seconda. Con il nostro Dylan in prigione, in questo nuovo e conclusivo episodio arriva la resa dei conti. Cambiano gli autori della storia, e nell'introduzione di Recchioni ci si chiede come se la possano cavare due nuovi autori su una storia lasciata a metà da altri. Ve lo dico io: maluccio. 
Insomma, sinceramente sono proprio stufo di tutte queste storie che si riducono alla solita solfa onirico-psicologica; sì, siamo bravi tutti a buttarla sullo psicologico. Io sono di quelli che da una storia dell'orrore si aspetta orrore, mostri, sangue; lasciamo perdere le pippe mentali, perché altrimenti ogni storia finirebbe e si spiegherebbe con una roba del genere. Come, ahimè, in effetti sta succedendo un po' troppo spesso...

sabato 19 giugno 2021

Dogtooth (2009)

Esistono film belli, e film che non si dimenticano facilmente. "Dogtooth" di Yorgos Lanthimos è uno di questi.
Visto la prima volta in lingua originale sottotitolato (non esisteva ancora la versione doppiata), me lo sono riguardato qualche giorno fa in italiano.
Ci troviamo di fronte, a mio parere, al miglior film del regista greco; almeno di quelli che ho guardato io, visto che me ne mancano ancora un paio. Degli altri suoi film che ho visto, infatti, ho apprezzato molto "The Lobster" e "La Favorita" (totalmente diverso, quest'ultimo, da ciò che vedremo in tutti gli altri suoi film, trattandosi di un soggetto non originale), un po' meno "Il Sacrificio del Cervo Sacro". Ma "Dogtooth", signori, è sopra tutti...
Come sempre senza spoiler, cominciamo subito con una banalità per un'opera assolutamente non banale: questo film non è per tutti. Molto difficile da catalogare, è un drammatico che sfocia nel grottesco, nel disturbante, forse addirittura nella commedia nera. La storia infatti ci mostra la vita di una famiglia di cinque persone, padre, madre e tre figli ormai cresciuti, che vivono in un modo... tutto loro. O meglio, un mondo creato e supportato dai due genitori, che riescono a far vivere i propri figli in una bolla al riparo dalle brutture e dai pericoli esterni. Ma sarà proprio così? 
Ci accorgiamo della particolarità del film già dalla prima scena: il primo piano di un registratore, un "mangiacassette", di quelli in cui noi che abbiamo vissuto in un certo periodo storico abbiamo consumato decine e decine di Musicassette. Inserita una cassetta e schiacciato il tasto Play, ecco che parte una voce femminile che annuncia: "Le parole nuove che impareremo oggi sono le seguenti: Mare, Autostrada, Escursione, e Carabina. Mare: il Mare è una poltrona di pelle, con i braccioli di legno, come quelle che abbiamo in soggiorno. Esempio: Non rimanere in piedi, siediti sul Mare e chiacchiera un po' con me. Autostrada: l'Autostrada è un vento molto forte..." E così via, mentre al posto del registratore ci appariranno i tre ragazzi della famiglia. Benvenuti in Dogtooth...

giovedì 17 giugno 2021

Carte da Gioco: Paperinik PK

Con il Mazzo di Carte dedicato a Paperinik, si chiude la mia Collezione di Carte da Gioco allegate ai Topolino degli anni '90. Siamo nel 1997, e in quattro numeri del Settimanale Disneyano ecco il mazzo di Carte targato Modiano tutto dedicato all'Eroe mascherato paperesco. 
Sulle Carte troviamo alcuni dei principali personaggi della Saga riguardante la vita segreta di Paperino. Così come nel Mazzo di Carte dell'anno prima, i personaggi si trovano soltanto sugli Assi e sulle Figure, mentre le altre Carte riportano i semplici Semi.
Ma cominciamo dalla Scatolina che contiene il Mazzo:

sabato 12 giugno 2021

Si vive una volta sola (2021)

Non mi aspettavo granché da "Si vive una volta sola", l'ultimo film di Carlo Verdone, disponibile su Prime Video. E forse proprio per questo sono riuscito ad arrivare fino in fondo, laddove, credo, in altre circostanze l'avrei mollato più o meno a un terzo della visione; e poi vi spiego il perché.
Le vicende narrate sono quelle di un équipe medica guidata dal Professor Umberto Gastaldi (Verdone). I professionisti (buon cast, con Anna Foglietta, Rocco Papaleo e Max Tortora) sono però anche dei gran burloni, e vittima prediletta degli scherzi della simpatica combriccola e spesso e volentieri il povero anestesista Amedeo (Papaleo). Una triste vicenda, però, porterà i quattro in viaggio verso Sud, in quella che per tutti diventerà una vacanza indimenticabile...

giovedì 10 giugno 2021

Harlan Ellison - Visioni

Dopo il Drago Urania di Frank Herbert, mi sono subito lasciato rapire da quello delle "Visioni" di Harlan Ellison, che raccoglie ben 66 racconti dell'eccentrico Scrittore statunitense scomparso nel 2018. 66 racconti che spaziano tra vari generi, anche se molti si rifanno a quella Fantascienza che spesso gli veniva affibbiata come suo genere.
"Visioni" è una raccolta di racconti davvero particolare, curiosa, ma non certo semplice; proprio come il suo creatore. Alcune delle storie che ho letto, come "La Bestia che gridava Amore al Cuore del Mondo" o "L'Uccello di Morte", richiedono una grande attenzione da parte del lettore, ma che verrà poi ben ripagata. Altri racconti sono invece molto più diretti, come il primo, "Gli Svitati", o "Passi". Altri ancora sono dei veri capolavori visionari (il titolo della Raccolta non è frutto del caso), come per esempio "Non ho bocca, e devo urlare" e "Dolorama". Molto particolari anche alcuni dei titoli, come "«Pentiti, Arlecchino!», disse il Tictacchiere", o quelli lunghissimi come "Il vino è rimasto aperto troppo a lungo e il ricordo si è sgasato" o "Alla deriva appena al Largo delle Isolette di Langerhans: Latitudine 38°54'N Longitudine 77°00'13"O" (e non scherza nemmeno il titolo originale - in inglese - di "Il Morso della Seggiola"...)
Insomma, in questo bel volume (alcune foto a fine post) ce n'è davvero per tutti i (particolari) gusti. Dei veri e propri viaggi allucinanti, in cui spesso e volentieri il lettore si perderà per poi ritrovarsi a fine racconto; oppure no.
Molto interessante anche la postfazione di Sandro Pergameno, "Harlan Ellison, il Visionario della Scrittura", che ci aiuterà a fare il punto sull'autore (davvero particolare) e su alcuni (e più difficili) racconti presenti nella Raccolta.
E adesso, una rapida, rapidissima occhiata (senza spoiler) a tutti i 66 racconti presenti, per darvi un assaggio di ciò che si potrà trovare in questa incredibile raccolta di Visioni:

sabato 5 giugno 2021

Ricomincio da Tre (1981)

Cos'è il genio? Era quello del giovanotto di cui ho parlato nel post precedente, per esempio. Ed era quello di un altro giovanotto del Sud, un tale Massimo Troisi, di cui appena ieri ricorreva l'anniversario della morte. Così come con Rino Gaetano, quante belle cose ci siamo persi con la sua scomparsa. Abbiamo però la fortuna di consolarci con ciò che ci hanno lasciato, e così qualche sera fa, sfogliando il catalogo Netflix, mi sono imbattuto in "Ricomincio da Tre". E allora, dopo uno sguardo d'intesa con mia moglie, ho abbandonato qualsiasi altra voglia di "nuovo" e ci siamo buttati a capofitto sul primo film di Troisi come regista. 
Avevo già visto il film (come tutti quelli di Massimo) anni fa, ma la grandezza di un artista come lui sta (anche) nel fatto che certi suoi film, come quelli del primo Verdone o, andando ancora più indietro, quelli di Totò, non ti stancheresti mai di rivederli. 
La storia di "Ricomincio da Tre" è di una semplicità disarmante: il giovane napoletano Gaetano decide di partire per Firenze. Per trovare un lavoro? Non proprio. Gaetano vuole viaggiare, fare esperienze, e proprio una di quest'esperienze lo porterà a vivere una storia d'amore molto particolare con Marta...

mercoledì 2 giugno 2021

Il Giovanotto con Abito da Cerimonia

40 anni fa ci lasciava (presto, troppo presto) uno dei più grandi Cantautori italiani, Rino Gaetano. Importante il patrimonio che ci ha lasciato, nonostante i pochi anni di attività. E ogni volta, al riguardo, mi viene da pensare a cosa avrebbe potuto regalarci se non ci fosse stato quel maledetto incidente. 
In occasione di questo triste anniversario, girano molti video per ricordarlo, ma io ne ho scelto uno diverso, che a mio parere fa capire ancora di più come un personaggio come Rino fosse diverso, incompreso, quasi fuori luogo nella televisione (e non solo) di quegli anni. 
Siamo nel 1978, e alla trasmissione "Acquario" di Maurizio Costanzo, ecco come ospite il giovanotto Rino Gaetano...

martedì 1 giugno 2021

Il Principe d'Egitto (1998)

Da bambino ero un vero e proprio appassionato di film biblici, e non me ne perdevo uno. Da "Il Re dei Re" a "I Dieci Comandamenti", mi piazzavo davanti alla TV e mi scatenavo come un vero e proprio fan di Dio. Poi, a nove anni, ricevetti la Prima Comunione, e da allora, non chiedetemi perché, cominciai ad allontanarmi da quel mondo. Ma, come si dice, questa è un'altra storia...
Questa piccola premessa però era dovuta per parlare di un Film d'Animazione che volevo vedere già da un po', perché me ne avevano parlato bene, e che sono riuscito a recuperare qualche sera fa. Sto parlando di "Il Principe d'Egitto", un bel cartone (in animazione classica ma spettacolare) DreamWorks che ha come protagonista quel Mosè che tanto mi aveva esaltato ne "I Dieci Comandamenti" sopra citato, e di cui quest'opera è un vero e proprio remake. Dunque ecco la storia di Mosè, dalla sua salvezza nella cesta alla liberazione del suo popolo...

lunedì 31 maggio 2021

Le Canzoni della Sera (Volume 30)

Siamo al Volume numero 30 delle Canzoni della Sera. E dopo la scorsa tracklist tutta dedicata alle Cover, eccoci tornati alla normalità. Anzi, a dire il vero in queste nuove 25 canzoni una particolarità c'è: troviamo infatti molte canzoni fresche fresche, uscite da poco. Cominciamo quindi da quelle: della nuova dei Nomadi, "Frasi nel Fuoco", ne ho già parlato qui, e non poteva mancare in lista. Tornano anche i Ministri, con "Peggio di niente", un pezzo che ha, tra l'altro, una citazione parecchio importante! E nel 2021 assistiamo anche al grande ritorno di Caparezza, che con "Exuvia" annuncia il nuovo album.
Novità internazionali: all'improvviso ecco Mick Jagger e Dave Grohl con la scoppiettante "Eazy Sleazy"; nuovo lavoro, in uscita l'11 giugno, per i miei amati Garbage, qui col singolo "The Men Who Rule The World"; bellissima, a mio parere, la nuova dei Kaleo, "Skinny", e bella e particolare anche quella dei Wolf Alice, "Smile"
Chiudiamo allora con le novità, e tuffiamoci nel passato...

domenica 30 maggio 2021

Il Signor Diavolo (2019)

Finalmente in settimana sono riuscito a recuperare "Il Signor Diavolo", l'horror di Pupi Avati che mi ero perso al Cinema. Il film è ambientato in un piccolo centro del veneziano degli anni '50, ed è impregnato di quella malsana atmosfera tra religione e superstizione che sarà uno dei (pochi) punti forti di quest'opera. Qui arriverà un giovane Funzionario Ministeriale per provare a far luce su un caso molto particolare, che rischia di toccare ambienti (quelli, appunto, religiosi) che in vista delle elezioni sarebbe meglio che non andassero neanche sfiorati. Un minore, infatti, ha ucciso un coetaneo convinto che si trattasse del Diavolo in persona, e quest'omicidio rischia di gettare una cattiva luce sulla Chiesa e su ciò che vi gravita intorno a livello politico. 
Le premesse sono buone, e la storia riesce a coinvolgere e incuriosire. Peccato a mio parere che col passare dei minuti la sceneggiatura cominci a scricchiolare, ma c'è da arrivare fino in fondo alla storia per capire se si tratti davvero di problemi seri o soltanto piccolezze...

mercoledì 26 maggio 2021

La Partita Sbagliata

Domenica scorsa avevo intenzione di scrivere un post sulla vittoria dei Maneskin all'Eurovision e la conseguente frustrazione dei sottuttoio del Rock. Poi la domenica è scivolata via lontana dal PC, e allora mi ero ripromesso di scrivere qualcosa in tarda serata. Il problema è che a tarda serata stavo così intossicato che cercavo di tenere a distanza pure mia moglie per paura di avvelenarla. 
Allora: io sulla qualificazione del Napoli in Champions qualche timore lo avevo, tanto da aver puntato qualcosina sull'x2 (che mi ha fruttato un paio di cenette per la disintossicazione, a quanto pare), anche se ammetto di averlo fatto un po' più per scaramanzia. Il timore è diventato però certezza dopo appena 5 minuti 5 di visione di Napoli-Verona. Si dice che spesso si possa intuire che tipo di partita sarà guardando soltanto i primi minuti di gioco. Ecco, domenica sera è accaduto proprio questo, e se al 5° minuto del 1° tempo avessi avuto lì con me una macchina del tempo, sarei tornato subito indietro per puntare una cifra ben più considerevole sull'x2, senza aspettare la fine. Domenica scorsa, semplicemente, il Napoli non è sceso in campo, e si è visto subito.
Ma perché?

domenica 23 maggio 2021

Godzilla vs. Kong (2021)

E dopo "Skull Island" e "Godzilla II - King of Monsters", siamo giunti quindi al capitolo finale di questa mostruosa trilogia: "Godzilla vs. Kong". Dopo un inizio niente male, dove troviamo il nostro amato Kong nella sua amata Isola (con sorpresa), il film si trasforma ben presto nel solito "baraccone" pieno di luci colorate. Luci colorate che, sia chiaro, funzionano eccome, ma qualche attenzione in più nei confronti della sceneggiatura non mi sarebbe dispiaciuta...
In breve, la storia: cinque anni dopo le vicende di "King of Monsters", mentre lo Scimmione se ne sta tranquillo(?) nella sua Isola, il Dino-Lucertolone sembra invece avere qualche problema nella gestione della rabbia. Godzilla, infatti, attacca inspiegabilmente la sede della Apex Cybernetics in Florida. Ben presto, allora, dopo vari episodi e qualche scelta più che discutibile, i due enormi Titani si troveranno, o meglio, li faranno trovare faccia a faccia; e quando accadrà, sarebbe meglio non farsi trovarsi nei paraggi...

martedì 18 maggio 2021

Addio Maestro, Essere Speciale

Oggi è un brutto giorno. Se n'è andato Franco Battiato, uno dei miei Cantautori, anzi, uno dei miei Artisti preferiti. L'ho amato davvero tanto, ed ho avuto anche la fortuna di vederlo dal vivo, a Roma, durante la Notte Bianca del 2007, in un concerto che tenne in Campidoglio verso mezzanotte. 
E un suo brano, "Tutto l'Universo obbedisce all'Amore", è stata la canzone scelta per la nostra entrata in sala al nostro Matrimonio.
Raramente dedico post o pensieri sui Social a personaggi famosi scomparsi, ma Battiato ne meriterebbe non uno, ma dieci, cento. 
Ci mancherai Maestro... così come, ahimè, ci mancavi già da un po'.
E grazie di tutto...

https://www.youtube.com/watch?v=Q0pH-AEtdgw

sabato 15 maggio 2021

Blame! (2017)

Sfogliando il catalogo Netflix, mi sono imbattuto nel trailer di un film d'Animazione tratto da un Manga che non conoscevo assolutamente. Il trailer mi ha comunque incuriosito, e allora ho dato una chance a questo "Blame!"
La storia è ambientata in un futuro molto lontano, in cui, non si sa come, uno strano contagio ha fatto sì che l'uomo perdesse il controllo sulle macchine, sulla città stessa, e che questa cominciasse ad auto-generarsi considerando gli esseri umani dei veri e propri parassiti da eliminare. Per questo, i protagonisti del film vivono in una ristretta zona sicura dell'immensa Città Multistrato, dove i terribili Sterminatori non possono accedervi. Ma le riserve di cibo cominciano a scarseggiare, e allora i sopravvissuti sono costretti a lasciare la loro zona sicura in cerca di scorte. Proprio grazie a una di queste ricognizioni, scopriranno allora che forse non sono rimasti proprio soli, e che una speranza per ribaltare la situazione... potrebbe esserci.

mercoledì 12 maggio 2021

Dylan Dog 416 - Il Detenuto

L'albo di Dylan Dog che festeggia l'80° anniversario della Sergio Bonelli Editore è il primo di una storia in due atti. Stiamo parlando de "Il Detenuto", il numero 416 della Serie Regolare del nostro Old Boy. E per festeggiare l'evento, troviamo subito due novità: la copertina, in uno stile particolare che si va a uniformare, soltanto per questo mese, a tutte quelle degli altri Fumetti della SBE; e una medaglia celebrativa con la bella faccia di Dylan Dog da una parte, e il logo della Bonelli Editore subito sotto un bell'80 dall'altra parte:


A dire il vero ci sarebbe anche un'altra novità, ma questa non ha niente a che fare con l'anniversario: un aumento di prezzo importante, che passa infatti dai 3,90€ ai 4,40€. Piccola consolazione: aumentata la grammatura della copertina, che è dunque più spessa e a prova di tempo.
Ma veniamo alla storia, ovviamente come sempre senza spoiler...

lunedì 10 maggio 2021

Telepredicronaca del Coronavirus

Che la Forza della Preghiera non è che ci avesse aiutato granché nel combattere il Coronavirus si era già  capito, diciamo, dopo quella del Papa in pieno Lockdown in una Piazza San Pietro deserta poco più di un anno fa. Ma i Clericabili, si sa, sono da sempre allergici a ogni tipo di evidenza, e allora qualche giorno fa ci hanno regalato un video davvero esilarante, apparso e commentato addirittura sulla pagina Facebook di Radio Maria (sì, quella che prende pure sotto le miniere), con una didascalia che cerco ancora di capire: UNA NOTIZIA PIÙ CHE RARA, UNICA.. TRA LE MIRIADI DI NOTIZIE
Ehm... ok. Andiamo allora a vederla 'sta notizia più che rara, unica, tra le miriadi di notize:

sabato 8 maggio 2021

Moebius (1996)

Dopo aver rivisto, a distanza di anni, "Cube", mi è tornato in mente un altro film che avevo visto più o meno nello stesso periodo, di cui però non ricordavo tanto, a parte il fatto che mi aveva affascinato parecchio e che aveva, così come in "Cube", la Matematica (o comunque qualcosa che gli si avvicinava) come protagonista. Sto parlando del film argentino "Moebius", del 1996 (arrivato in Italia due anni dopo). Rivisto proprio ieri (è disponibile su Prime Video), il film è quasi interamente ambientato nella Metropolitana di Buenos Aires. Là sotto, infatti, dopo vari lavori di ampliamento, che hanno reso la linea ferroviaria sotterranea un intricatissimo labirinto, a un certo punto accade qualcosa di inspiegabile: il Treno 86, con a bordo una trentina di passeggeri... sparisce. Ma non è tutto: i treni che continuano a circolare all'interno dell'immensa rete sotterranea, infatti, sembrano dover fare i conti con strani segnali che li costringono a rivedere i loro percorsi. Per far luce sul mistero, viene chiamato il giovane topografo Daniel Pratt...

venerdì 7 maggio 2021

Solidarietà ai Campioni d'Italia

L'Inter è Campione d'Italia, ma a quanto pare anche i tifosi Nerazzurri devono fare i conti con delle sciagure. È uscita da qualche giorno, infatti, la proposta di Povia per il nuovo inno del Football Club Internazionale Milano:

https://www.youtube.com/watch?v=QV3l5zgngw4

Allora: comincio subito col dire che ho provato davvero imbarazzo per quest'uomo. Anche se il personaggio in questione, in fatto di uscite e canzoni imbarazzanti, credo abbia già dato tanto anche in passato.
Ma veniamo al presente...

mercoledì 5 maggio 2021

Godzilla II - King of the Monsters (2019)

Ok, dopo aver recuperato anche questo "Godzilla II - King of the Monsters", direi di essere pronto per il Big Match tra Kong e Godzilla, in arrivo da domani anche in Italia. 
Ma parliamo subito di questo King of the Monsters: l'Agenzia Cripto-Zoologica Monarch si ritroverà qui a fronteggiare non uno, ma diversi enormi Mostri "Divini" che sembrano seriamente intenzionati a riprendersi il pianeta. In tutto ciò, il ruolo di Godzilla (il film si apre ricordandoci ciò che è successo nel capitolo precedente) sarà fondamentale, laddove altri potenti Titani, come Mothra, Rodan, e il terrificante Ghidorah (ma non saranno gli unici presenti dell'allegra compagnia), sembrano davvero essere sul punto di riuscire a dominare il mondo intero. Certo è che l'uomo, come al solito, ci metterà del suo...

domenica 2 maggio 2021

A Sinistra di Fedez

Dopo l'intervento di Fedez ieri durante l'atipico Concerto del Primo Maggio, mi è venuto da chiedermi cosa ci sia, oggi, a Sinistra di uno che fa il rapper e l'influencer di professione: poco o niente. 
È davvero assurdo che per quanto riguarda temi sociali molto cari alla Sinistra, la parte in cui da sempre e fieramente mi riconosco, mi debba sentire rappresentato da... Fedez. E non che abbia qualcosa contro di lui, ci mancherebbe; a parte la sua musica. Ma quelli sono gusti musicali, e qui non c'entrano nulla.
Insomma: possibile che le cose dette da Fedez le debba sentire, amplificate da eventi come quelli del Concerto del Primo Maggio, da uno che di professione non fa il politico? 

sabato 1 maggio 2021

Kong: Skull Island (2017)

Ebbene, mi sto preparando all'incontro Godzilla vs. Kong, prossimamente(?) al Cinema(?). Ecco allora che ho cominciato subito col recuperare quello che dovrebbe essere il primo capitolo di questa nuova serie (se mi sbaglio perdonatemi, ma mi è sempre risultato difficile star dietro a sequel di sequel di remake di sequel...), "Kong: Skull Island" del 2017. Allora, innanzitutto una cosa: qui il nostro caro scimmione è davvero grosso. Ma grosso grosso! Se ne renderanno subito conto, infatti, gli uomini di una spedizione diretta verso un'isola sperduta del Pacifico. Prima di loro, però, a fare la conoscenza del bestione erano stati un pilota americano e uno giapponese, precipiti sull'isola durante la Seconda Guerra Mondiale. Ma tornando ai giorni nostri: il gruppo di esploratori, composto da scienziati, militari, una bella fotografa e un bell'ex capitano/contractor/risolutore di problemi e chi può ne ha più ne metta, ben presto si accorgeranno, appunto, che l'isola da esplorare nasconde dietro le sue nubi nere qualcosa di molto, molto grosso... che non si limiterà soltanto alla presenza dell'enorme Kong. E l'incontro tra il gruppo e il Re dell'Isola, poi, non sarà affatto cordiale. Ma di sicuro spettacolare. Insomma, benvenuti a Skull Island...