martedì 22 giugno 2021

Raya e l'Ultimo Drago (2021)

Finalmente, su Disney+, è da un po' disponibile per noi comuni mortali non VIP "Raya e l'Ultimo Drago", film d'animazione della Walt Disney Animation Studios che ci racconta la storia della giovane guerriera Raya, che dopo una "reunion" tra popoli non andata nel migliore dei modi, avrà l'arduo compito di provare a riunire quei popoli, grazie all'aiuto di un Drago molto particolare...
Bellissime le animazioni e l'esplosione di colori, con un realismo pazzesco nei vari dettagli, e una interessante varietà di personaggi, creature e paesaggi. E a proposito: splendida la presentazione dei vari popoli (ormai divisi), ognuno rinominato come una parte di Drago: Cuore, Artiglio, Coda, Dorso e Zanna. Riuscirà, quindi, la nostra eroina a far sì che ogni parte di questo leggendario popolo torni a vivere insieme? Per farlo, l'abbiamo detto, Raya avrà bisogno di Sisu, l'Ultimo Drago. E di una grande forza di volontà. 

domenica 20 giugno 2021

Dylan Dog 417 - L'Ora del Giudizio

Si conclude con l'Albo numero 417, "L'Ora del Giudizio", la storia in due episodi iniziata lo scorso mese con "Il Detenuto". E se il mio giudizio era stato positivo per quanto riguarda la prima parte, non lo è per quanto concerne questa seconda. Con il nostro Dylan in prigione, in questo nuovo e conclusivo episodio arriva la resa dei conti. Cambiano gli autori della storia, e nell'introduzione di Recchioni ci si chiede come se la possano cavare due nuovi autori su una storia lasciata a metà da altri. Ve lo dico io: maluccio. 
Insomma, sinceramente sono proprio stufo di tutte queste storie che si riducono alla solita solfa onirico-psicologica; sì, siamo bravi tutti a buttarla sullo psicologico. Io sono di quelli che da una storia dell'orrore si aspetta orrore, mostri, sangue; lasciamo perdere le pippe mentali, perché altrimenti ogni storia finirebbe e si spiegherebbe con una roba del genere. Come, ahimè, in effetti sta succedendo un po' troppo spesso...

sabato 19 giugno 2021

Dogtooth (2009)

Esistono film belli, e film che non si dimenticano facilmente. "Dogtooth" di Yorgos Lanthimos è uno di questi.
Visto la prima volta in lingua originale sottotitolato (non esisteva ancora la versione doppiata), me lo sono riguardato qualche giorno fa in italiano.
Ci troviamo di fronte, a mio parere, al miglior film del regista greco; almeno di quelli che ho guardato io, visto che me ne mancano ancora un paio. Degli altri suoi film che ho visto, infatti, ho apprezzato molto "The Lobster" e "La Favorita" (totalmente diverso, quest'ultimo, da ciò che vedremo in tutti gli altri suoi film, trattandosi di un soggetto non originale), un po' meno "Il Sacrificio del Cervo Sacro". Ma "Dogtooth", signori, è sopra tutti...
Come sempre senza spoiler, cominciamo subito con una banalità per un'opera assolutamente non banale: questo film non è per tutti. Molto difficile da catalogare, è un drammatico che sfocia nel grottesco, nel disturbante, forse addirittura nella commedia nera. La storia infatti ci mostra la vita di una famiglia di cinque persone, padre, madre e tre figli ormai cresciuti, che vivono in un modo... tutto loro. O meglio, un mondo creato e supportato dai due genitori, che riescono a far vivere i propri figli in una bolla al riparo dalle brutture e dai pericoli esterni. Ma sarà proprio così? 
Ci accorgiamo della particolarità del film già dalla prima scena: il primo piano di un registratore, un "mangiacassette", di quelli in cui noi che abbiamo vissuto in un certo periodo storico abbiamo consumato decine e decine di Musicassette. Inserita una cassetta e schiacciato il tasto Play, ecco che parte una voce femminile che annuncia: "Le parole nuove che impareremo oggi sono le seguenti: Mare, Autostrada, Escursione, e Carabina. Mare: il Mare è una poltrona di pelle, con i braccioli di legno, come quelle che abbiamo in soggiorno. Esempio: Non rimanere in piedi, siediti sul Mare e chiacchiera un po' con me. Autostrada: l'Autostrada è un vento molto forte..." E così via, mentre al posto del registratore ci appariranno i tre ragazzi della famiglia. Benvenuti in Dogtooth...

giovedì 17 giugno 2021

Carte da Gioco: Paperinik PK

Con il Mazzo di Carte dedicato a Paperinik, si chiude la mia Collezione di Carte da Gioco allegate ai Topolino degli anni '90. Siamo nel 1997, e in quattro numeri del Settimanale Disneyano ecco il mazzo di Carte targato Modiano tutto dedicato all'Eroe mascherato paperesco. 
Sulle Carte troviamo alcuni dei principali personaggi della Saga riguardante la vita segreta di Paperino. Così come nel Mazzo di Carte dell'anno prima, i personaggi si trovano soltanto sugli Assi e sulle Figure, mentre le altre Carte riportano i semplici Semi.
Ma cominciamo dalla Scatolina che contiene il Mazzo:

sabato 12 giugno 2021

Si vive una volta sola (2021)

Non mi aspettavo granché da "Si vive una volta sola", l'ultimo film di Carlo Verdone, disponibile su Prime Video. E forse proprio per questo sono riuscito ad arrivare fino in fondo, laddove, credo, in altre circostanze l'avrei mollato più o meno a un terzo della visione; e poi vi spiego il perché.
Le vicende narrate sono quelle di un équipe medica guidata dal Professor Umberto Gastaldi (Verdone). I professionisti (buon cast, con Anna Foglietta, Rocco Papaleo e Max Tortora) sono però anche dei gran burloni, e vittima prediletta degli scherzi della simpatica combriccola e spesso e volentieri il povero anestesista Amedeo (Papaleo). Una triste vicenda, però, porterà i quattro in viaggio verso Sud, in quella che per tutti diventerà una vacanza indimenticabile...

giovedì 10 giugno 2021

Harlan Ellison - Visioni

Dopo il Drago Urania di Frank Herbert, mi sono subito lasciato rapire da quello delle "Visioni" di Harlan Ellison, che raccoglie ben 66 racconti dell'eccentrico Scrittore statunitense scomparso nel 2018. 66 racconti che spaziano tra vari generi, anche se molti si rifanno a quella Fantascienza che spesso gli veniva affibbiata come suo genere.
"Visioni" è una raccolta di racconti davvero particolare, curiosa, ma non certo semplice; proprio come il suo creatore. Alcune delle storie che ho letto, come "La Bestia che gridava Amore al Cuore del Mondo" o "L'Uccello di Morte", richiedono una grande attenzione da parte del lettore, ma che verrà poi ben ripagata. Altri racconti sono invece molto più diretti, come il primo, "Gli Svitati", o "Passi". Altri ancora sono dei veri capolavori visionari (il titolo della Raccolta non è frutto del caso), come per esempio "Non ho bocca, e devo urlare" e "Dolorama". Molto particolari anche alcuni dei titoli, come "«Pentiti, Arlecchino!», disse il Tictacchiere", o quelli lunghissimi come "Il vino è rimasto aperto troppo a lungo e il ricordo si è sgasato" o "Alla deriva appena al Largo delle Isolette di Langerhans: Latitudine 38°54'N Longitudine 77°00'13"O" (e non scherza nemmeno il titolo originale - in inglese - di "Il Morso della Seggiola"...)
Insomma, in questo bel volume (alcune foto a fine post) ce n'è davvero per tutti i (particolari) gusti. Dei veri e propri viaggi allucinanti, in cui spesso e volentieri il lettore si perderà per poi ritrovarsi a fine racconto; oppure no.
Molto interessante anche la postfazione di Sandro Pergameno, "Harlan Ellison, il Visionario della Scrittura", che ci aiuterà a fare il punto sull'autore (davvero particolare) e su alcuni (e più difficili) racconti presenti nella Raccolta.
E adesso, una rapida, rapidissima occhiata (senza spoiler) a tutti i 66 racconti presenti, per darvi un assaggio di ciò che si potrà trovare in questa incredibile raccolta di Visioni:

sabato 5 giugno 2021

Ricomincio da Tre (1981)

Cos'è il genio? Era quello del giovanotto di cui ho parlato nel post precedente, per esempio. Ed era quello di un altro giovanotto del Sud, un tale Massimo Troisi, di cui appena ieri ricorreva l'anniversario della morte. Così come con Rino Gaetano, quante belle cose ci siamo persi con la sua scomparsa. Abbiamo però la fortuna di consolarci con ciò che ci hanno lasciato, e così qualche sera fa, sfogliando il catalogo Netflix, mi sono imbattuto in "Ricomincio da Tre". E allora, dopo uno sguardo d'intesa con mia moglie, ho abbandonato qualsiasi altra voglia di "nuovo" e ci siamo buttati a capofitto sul primo film di Troisi come regista. 
Avevo già visto il film (come tutti quelli di Massimo) anni fa, ma la grandezza di un artista come lui sta (anche) nel fatto che certi suoi film, come quelli del primo Verdone o, andando ancora più indietro, quelli di Totò, non ti stancheresti mai di rivederli. 
La storia di "Ricomincio da Tre" è di una semplicità disarmante: il giovane napoletano Gaetano decide di partire per Firenze. Per trovare un lavoro? Non proprio. Gaetano vuole viaggiare, fare esperienze, e proprio una di quest'esperienze lo porterà a vivere una storia d'amore molto particolare con Marta...

mercoledì 2 giugno 2021

Il Giovanotto con Abito da Cerimonia

40 anni fa ci lasciava (presto, troppo presto) uno dei più grandi Cantautori italiani, Rino Gaetano. Importante il patrimonio che ci ha lasciato, nonostante i pochi anni di attività. E ogni volta, al riguardo, mi viene da pensare a cosa avrebbe potuto regalarci se non ci fosse stato quel maledetto incidente. 
In occasione di questo triste anniversario, girano molti video per ricordarlo, ma io ne ho scelto uno diverso, che a mio parere fa capire ancora di più come un personaggio come Rino fosse diverso, incompreso, quasi fuori luogo nella televisione (e non solo) di quegli anni. 
Siamo nel 1978, e alla trasmissione "Acquario" di Maurizio Costanzo, ecco come ospite il giovanotto Rino Gaetano...

martedì 1 giugno 2021

Il Principe d'Egitto (1998)

Da bambino ero un vero e proprio appassionato di film biblici, e non me ne perdevo uno. Da "Il Re dei Re" a "I Dieci Comandamenti", mi piazzavo davanti alla TV e mi scatenavo come un vero e proprio fan di Dio. Poi, a nove anni, ricevetti la Prima Comunione, e da allora, non chiedetemi perché, cominciai ad allontanarmi da quel mondo. Ma, come si dice, questa è un'altra storia...
Questa piccola premessa però era dovuta per parlare di un Film d'Animazione che volevo vedere già da un po', perché me ne avevano parlato bene, e che sono riuscito a recuperare qualche sera fa. Sto parlando di "Il Principe d'Egitto", un bel cartone (in animazione classica ma spettacolare) DreamWorks che ha come protagonista quel Mosè che tanto mi aveva esaltato ne "I Dieci Comandamenti" sopra citato, e di cui quest'opera è un vero e proprio remake. Dunque ecco la storia di Mosè, dalla sua salvezza nella cesta alla liberazione del suo popolo...

lunedì 31 maggio 2021

Le Canzoni della Sera (Volume 30)

Siamo al Volume numero 30 delle Canzoni della Sera. E dopo la scorsa tracklist tutta dedicata alle Cover, eccoci tornati alla normalità. Anzi, a dire il vero in queste nuove 25 canzoni una particolarità c'è: troviamo infatti molte canzoni fresche fresche, uscite da poco. Cominciamo quindi da quelle: della nuova dei Nomadi, "Frasi nel Fuoco", ne ho già parlato qui, e non poteva mancare in lista. Tornano anche i Ministri, con "Peggio di niente", un pezzo che ha, tra l'altro, una citazione parecchio importante! E nel 2021 assistiamo anche al grande ritorno di Caparezza, che con "Exuvia" annuncia il nuovo album.
Novità internazionali: all'improvviso ecco Mick Jagger e Dave Grohl con la scoppiettante "Eazy Sleazy"; nuovo lavoro, in uscita l'11 giugno, per i miei amati Garbage, qui col singolo "The Men Who Rule The World"; bellissima, a mio parere, la nuova dei Kaleo, "Skinny", e bella e particolare anche quella dei Wolf Alice, "Smile"
Chiudiamo allora con le novità, e tuffiamoci nel passato...

domenica 30 maggio 2021

Il Signor Diavolo (2019)

Finalmente in settimana sono riuscito a recuperare "Il Signor Diavolo", l'horror di Pupi Avati che mi ero perso al Cinema. Il film è ambientato in un piccolo centro del veneziano degli anni '50, ed è impregnato di quella malsana atmosfera tra religione e superstizione che sarà uno dei (pochi) punti forti di quest'opera. Qui arriverà un giovane Funzionario Ministeriale per provare a far luce su un caso molto particolare, che rischia di toccare ambienti (quelli, appunto, religiosi) che in vista delle elezioni sarebbe meglio che non andassero neanche sfiorati. Un minore, infatti, ha ucciso un coetaneo convinto che si trattasse del Diavolo in persona, e quest'omicidio rischia di gettare una cattiva luce sulla Chiesa e su ciò che vi gravita intorno a livello politico. 
Le premesse sono buone, e la storia riesce a coinvolgere e incuriosire. Peccato a mio parere che col passare dei minuti la sceneggiatura cominci a scricchiolare, ma c'è da arrivare fino in fondo alla storia per capire se si tratti davvero di problemi seri o soltanto piccolezze...

mercoledì 26 maggio 2021

La Partita Sbagliata

Domenica scorsa avevo intenzione di scrivere un post sulla vittoria dei Maneskin all'Eurovision e la conseguente frustrazione dei sottuttoio del Rock. Poi la domenica è scivolata via lontana dal PC, e allora mi ero ripromesso di scrivere qualcosa in tarda serata. Il problema è che a tarda serata stavo così intossicato che cercavo di tenere a distanza pure mia moglie per paura di avvelenarla. 
Allora: io sulla qualificazione del Napoli in Champions qualche timore lo avevo, tanto da aver puntato qualcosina sull'x2 (che mi ha fruttato un paio di cenette per la disintossicazione, a quanto pare), anche se ammetto di averlo fatto un po' più per scaramanzia. Il timore è diventato però certezza dopo appena 5 minuti 5 di visione di Napoli-Verona. Si dice che spesso si possa intuire che tipo di partita sarà guardando soltanto i primi minuti di gioco. Ecco, domenica sera è accaduto proprio questo, e se al 5° minuto del 1° tempo avessi avuto lì con me una macchina del tempo, sarei tornato subito indietro per puntare una cifra ben più considerevole sull'x2, senza aspettare la fine. Domenica scorsa, semplicemente, il Napoli non è sceso in campo, e si è visto subito.
Ma perché?

domenica 23 maggio 2021

Godzilla vs. Kong (2021)

E dopo "Skull Island" e "Godzilla II - King of Monsters", siamo giunti quindi al capitolo finale di questa mostruosa trilogia: "Godzilla vs. Kong". Dopo un inizio niente male, dove troviamo il nostro amato Kong nella sua amata Isola (con sorpresa), il film si trasforma ben presto nel solito "baraccone" pieno di luci colorate. Luci colorate che, sia chiaro, funzionano eccome, ma qualche attenzione in più nei confronti della sceneggiatura non mi sarebbe dispiaciuta...
In breve, la storia: cinque anni dopo le vicende di "King of Monsters", mentre lo Scimmione se ne sta tranquillo(?) nella sua Isola, il Dino-Lucertolone sembra invece avere qualche problema nella gestione della rabbia. Godzilla, infatti, attacca inspiegabilmente la sede della Apex Cybernetics in Florida. Ben presto, allora, dopo vari episodi e qualche scelta più che discutibile, i due enormi Titani si troveranno, o meglio, li faranno trovare faccia a faccia; e quando accadrà, sarebbe meglio non farsi trovarsi nei paraggi...

martedì 18 maggio 2021

Addio Maestro, Essere Speciale

Oggi è un brutto giorno. Se n'è andato Franco Battiato, uno dei miei Cantautori, anzi, uno dei miei Artisti preferiti. L'ho amato davvero tanto, ed ho avuto anche la fortuna di vederlo dal vivo, a Roma, durante la Notte Bianca del 2007, in un concerto che tenne in Campidoglio verso mezzanotte. 
E un suo brano, "Tutto l'Universo obbedisce all'Amore", è stata la canzone scelta per la nostra entrata in sala al nostro Matrimonio.
Raramente dedico post o pensieri sui Social a personaggi famosi scomparsi, ma Battiato ne meriterebbe non uno, ma dieci, cento. 
Ci mancherai Maestro... così come, ahimè, ci mancavi già da un po'.
E grazie di tutto...

https://www.youtube.com/watch?v=Q0pH-AEtdgw

sabato 15 maggio 2021

Blame! (2017)

Sfogliando il catalogo Netflix, mi sono imbattuto nel trailer di un film d'Animazione tratto da un Manga che non conoscevo assolutamente. Il trailer mi ha comunque incuriosito, e allora ho dato una chance a questo "Blame!"
La storia è ambientata in un futuro molto lontano, in cui, non si sa come, uno strano contagio ha fatto sì che l'uomo perdesse il controllo sulle macchine, sulla città stessa, e che questa cominciasse ad auto-generarsi considerando gli esseri umani dei veri e propri parassiti da eliminare. Per questo, i protagonisti del film vivono in una ristretta zona sicura dell'immensa Città Multistrato, dove i terribili Sterminatori non possono accedervi. Ma le riserve di cibo cominciano a scarseggiare, e allora i sopravvissuti sono costretti a lasciare la loro zona sicura in cerca di scorte. Proprio grazie a una di queste ricognizioni, scopriranno allora che forse non sono rimasti proprio soli, e che una speranza per ribaltare la situazione... potrebbe esserci.

mercoledì 12 maggio 2021

Dylan Dog 416 - Il Detenuto

L'albo di Dylan Dog che festeggia l'80° anniversario della Sergio Bonelli Editore è il primo di una storia in due atti. Stiamo parlando de "Il Detenuto", il numero 416 della Serie Regolare del nostro Old Boy. E per festeggiare l'evento, troviamo subito due novità: la copertina, in uno stile particolare che si va a uniformare, soltanto per questo mese, a tutte quelle degli altri Fumetti della SBE; e una medaglia celebrativa con la bella faccia di Dylan Dog da una parte, e il logo della Bonelli Editore subito sotto un bell'80 dall'altra parte:


A dire il vero ci sarebbe anche un'altra novità, ma questa non ha niente a che fare con l'anniversario: un aumento di prezzo importante, che passa infatti dai 3,90€ ai 4,40€. Piccola consolazione: aumentata la grammatura della copertina, che è dunque più spessa e a prova di tempo.
Ma veniamo alla storia, ovviamente come sempre senza spoiler...

lunedì 10 maggio 2021

Telepredicronaca del Coronavirus

Che la Forza della Preghiera non è che ci avesse aiutato granché nel combattere il Coronavirus si era già  capito, diciamo, dopo quella del Papa in pieno Lockdown in una Piazza San Pietro deserta poco più di un anno fa. Ma i Clericabili, si sa, sono da sempre allergici a ogni tipo di evidenza, e allora qualche giorno fa ci hanno regalato un video davvero esilarante, apparso e commentato addirittura sulla pagina Facebook di Radio Maria (sì, quella che prende pure sotto le miniere), con una didascalia che cerco ancora di capire: UNA NOTIZIA PIÙ CHE RARA, UNICA.. TRA LE MIRIADI DI NOTIZIE
Ehm... ok. Andiamo allora a vederla 'sta notizia più che rara, unica, tra le miriadi di notize:

sabato 8 maggio 2021

Moebius (1996)

Dopo aver rivisto, a distanza di anni, "Cube", mi è tornato in mente un altro film che avevo visto più o meno nello stesso periodo, di cui però non ricordavo tanto, a parte il fatto che mi aveva affascinato parecchio e che aveva, così come in "Cube", la Matematica (o comunque qualcosa che gli si avvicinava) come protagonista. Sto parlando del film argentino "Moebius", del 1996 (arrivato in Italia due anni dopo). Rivisto proprio ieri (è disponibile su Prime Video), il film è quasi interamente ambientato nella Metropolitana di Buenos Aires. Là sotto, infatti, dopo vari lavori di ampliamento, che hanno reso la linea ferroviaria sotterranea un intricatissimo labirinto, a un certo punto accade qualcosa di inspiegabile: il Treno 86, con a bordo una trentina di passeggeri... sparisce. Ma non è tutto: i treni che continuano a circolare all'interno dell'immensa rete sotterranea, infatti, sembrano dover fare i conti con strani segnali che li costringono a rivedere i loro percorsi. Per far luce sul mistero, viene chiamato il giovane topografo Daniel Pratt...

venerdì 7 maggio 2021

Solidarietà ai Campioni d'Italia

L'Inter è Campione d'Italia, ma a quanto pare anche i tifosi Nerazzurri devono fare i conti con delle sciagure. È uscita da qualche giorno, infatti, la proposta di Povia per il nuovo inno del Football Club Internazionale Milano:

https://www.youtube.com/watch?v=QV3l5zgngw4

Allora: comincio subito col dire che ho provato davvero imbarazzo per quest'uomo. Anche se il personaggio in questione, in fatto di uscite e canzoni imbarazzanti, credo abbia già dato tanto anche in passato.
Ma veniamo al presente...

mercoledì 5 maggio 2021

Godzilla II - King of the Monsters (2019)

Ok, dopo aver recuperato anche questo "Godzilla II - King of the Monsters", direi di essere pronto per il Big Match tra Kong e Godzilla, in arrivo da domani anche in Italia. 
Ma parliamo subito di questo King of the Monsters: l'Agenzia Cripto-Zoologica Monarch si ritroverà qui a fronteggiare non uno, ma diversi enormi Mostri "Divini" che sembrano seriamente intenzionati a riprendersi il pianeta. In tutto ciò, il ruolo di Godzilla (il film si apre ricordandoci ciò che è successo nel capitolo precedente) sarà fondamentale, laddove altri potenti Titani, come Mothra, Rodan, e il terrificante Ghidorah (ma non saranno gli unici presenti dell'allegra compagnia), sembrano davvero essere sul punto di riuscire a dominare il mondo intero. Certo è che l'uomo, come al solito, ci metterà del suo...

domenica 2 maggio 2021

A Sinistra di Fedez

Dopo l'intervento di Fedez ieri durante l'atipico Concerto del Primo Maggio, mi è venuto da chiedermi cosa ci sia, oggi, a Sinistra di uno che fa il rapper e l'influencer di professione: poco o niente. 
È davvero assurdo che per quanto riguarda temi sociali molto cari alla Sinistra, la parte in cui da sempre e fieramente mi riconosco, mi debba sentire rappresentato da... Fedez. E non che abbia qualcosa contro di lui, ci mancherebbe; a parte la sua musica. Ma quelli sono gusti musicali, e qui non c'entrano nulla.
Insomma: possibile che le cose dette da Fedez le debba sentire, amplificate da eventi come quelli del Concerto del Primo Maggio, da uno che di professione non fa il politico? 

sabato 1 maggio 2021

Kong: Skull Island (2017)

Ebbene, mi sto preparando all'incontro Godzilla vs. Kong, prossimamente(?) al Cinema(?). Ecco allora che ho cominciato subito col recuperare quello che dovrebbe essere il primo capitolo di questa nuova serie (se mi sbaglio perdonatemi, ma mi è sempre risultato difficile star dietro a sequel di sequel di remake di sequel...), "Kong: Skull Island" del 2017. Allora, innanzitutto una cosa: qui il nostro caro scimmione è davvero grosso. Ma grosso grosso! Se ne renderanno subito conto, infatti, gli uomini di una spedizione diretta verso un'isola sperduta del Pacifico. Prima di loro, però, a fare la conoscenza del bestione erano stati un pilota americano e uno giapponese, precipiti sull'isola durante la Seconda Guerra Mondiale. Ma tornando ai giorni nostri: il gruppo di esploratori, composto da scienziati, militari, una bella fotografa e un bell'ex capitano/contractor/risolutore di problemi e chi può ne ha più ne metta, ben presto si accorgeranno, appunto, che l'isola da esplorare nasconde dietro le sue nubi nere qualcosa di molto, molto grosso... che non si limiterà soltanto alla presenza dell'enorme Kong. E l'incontro tra il gruppo e il Re dell'Isola, poi, non sarà affatto cordiale. Ma di sicuro spettacolare. Insomma, benvenuti a Skull Island...

venerdì 30 aprile 2021

Le Canzoni della Sera (Volume 29)

In questa 29a Tracklist di Canzoni della Sera troviamo tutte Cover. Ce ne sono già state in passato, ovviamente, ma le 25 Canzoni di questo nuovo Volume lo sono tutte. E perché non cominciare come sempre da quelle italiane?
Il primo in lista è il Maestro Franco Battiato, con una stravolta "Hey Joe", ai più conosciuta nella versione di Jimi Hendrix. Arrivano poi i Nomadi, con "Monna Lisa" (già presente tra le Canzoni della Sera sia nella versione originale di Ivan Graziani, sia in quella della cover dei Marlene Kuntz; oh... si vede che 'sta canzone mi piace parecchio!), tratta da un album del gruppo emiliano fatto interamente di cover, "RaccontiRaccolti". Abbiamo accennato ai Marlene Kuntz, che dopo "Monna Lisa" li ripropongo qui con un'altra cover meravigliosa: "Impressioni di Settembre" della PFM. Come meravigliosa è la "Geordie" dei Mercanti di Liquore, decisamente più ritmata e folk dell'altrettanto bellissima originale di De André. A chiudere la banda tricolore, ecco i C.S.I., con una versione ipnoticamente cupa di "Noi non ci saremo", brano di Guccini portato al successo dai già citati Nomadi.
E passiamo adesso alle Cover internazionali...

giovedì 29 aprile 2021

Il Giorno Sbagliato (2020)

Quante volte al volante ci siamo trovati di fronte l'imbecille di turno che non mette la freccia, o che si blocca all'improvviso in mezzo alla strada senza darci la minima idea di cosa diavolo voglia fare, oppure che si infila nella coda in prossimità dell'uscita dopo aver percorso con nonchalance la corsia libera alla nostra sinistra?
Ecco, alla protagonista di "Il Giorno Sbagliato" (disponibile su Prime Video) succede proprio qualcosa di simile: rea di aver suonato il clacson all'uomo sbagliato nel momento sbagliato (come capiamo subito dalla scena d'apertura che anticipa il fatale incontro in strada), una donna e suo figlio si ritroveranno a vivere una giornata da incubo. 
Il film, che trasuda rabbia e violenza dal primo all'ultimo minuto, in definitiva riesce a fare ciò che deve fare: intrattenere. Peccato però che ci siano delle sbavature, e anche belle grosse, che rischiano in definitiva di rovinare tutto.

sabato 24 aprile 2021

Dylan Dog 415 - Vendetta in Maschera

In un periodo in cui il tempo libero per la lettura è quasi interamente dedicato alle "Visioni" di Harlan Ellison, sono riuscito a leggere il Dylan Dog mensile con molto ritardo. Il Numero 415, "Vendetta in Maschera", dalla copertina e dalle prime pagine potrebbe dare l'idea di un Albo dedicato e influenzato dal capolavoro di William Golding, "Il Signore delle Mosche", ma in realtà non è così. Si parla comunque di un gruppo di ragazzini emarginati, che fanno cose decisamente sbagliate, come rapinare e terrorizzare innocenti frequentatori di un parco. E lo fanno, ovviamente, in maschera. Come nel romanzo di Golding, il gruppo è legato da delle regole ben precise, e non sono ammesse trasgressioni. Ma tra rapine e scorribande varie, sembra che a un certo punto i ragazzini si siano spinti un po' oltre. Ci si chiederà ben presto, infatti, se i terribili omicidi commessi siano opera o meno del gruppo di ragazzi mascherati. E il nostro Dylan, come sempre, proverà a far luce sul caso.

martedì 20 aprile 2021

Il Tifo ai Tempi della Superlega

I grandi Club Calcistici d'Europa vedono nella Superlega la svolta; e finché si parla di guadagni ed entrate, non posso dargli torto. Peccato che quando si parla di Sport, e ancor di più di uno Sport molto seguito come quello del Calcio, a mio parere bisognerebbe provare a dare un'occhiata anche a ciò che c'è dietro, il guadagno: il Tifo.
In tutta questa storia, infatti, che vede tra i grandi Club fondatori della Superlega anche le nostre Milan, Inter e Juventus, ho provato un po' a immaginarmi, da tifoso (perché io sono un tifoso, e non un feticista dei bilanci), questo nuovo Calcio, questo nuovo tifo ai tempi della Superlega...

lunedì 19 aprile 2021

Frank Herbert - Esperimenti e Catastrofi

Di Frank Herbert molti conosceranno il ciclo di "Dune", che sto aspettando, spero, in una nuova edizione con l'arrivo del film di Denis Villeneuve; che a dire il vero avrebbe dovuto vedere le Sale lo scorso anno... ma sappiamo tutti com'è andata.
Nell'attesa, quindi, sono andato a tuffarmi nel volumone - per la Collana "Draghi Urania" della Mondadori "Esperimenti e Catastrofi", che raccoglie altri tre romanzi altrettanto importanti dello Scrittore Statunitense. Si tratta di "L'Alveare di Hellstrom", "Esperimento Dosadi" e "Il Morbo Bianco". Tre storie ambientate in scenari (pre)apocalittici, che fanno riflettere sui progetti ambiziosi degli Esseri Umani, sulla loro natura, e su ciò che la Scienza potrebbe regalarci e/o farci pagare a un prezzo altissimo. E in questi tre romanzi, tra l'altro, sarà davvero difficile tentare di capire chi sia il buono e chi il cattivo; se ci fossero mai buoni e cattivi. 
Voglio però innanzitutto sottolineare che Frank Herbert non è uno Scrittore facile. Almeno per quanto mi riguarda, ho dovuto sempre dedicare alle sue storie un'attenzione superiore rispetto a quella investita per le storie di altri Scrittori di questo genere. E i tre romanzi presenti in questo bel volume non sono sfuggiti, almeno personalmente, a questa legge. Lo stile di Herbert è un po' complicato, la sua prosa a volte non proprio scorrevolissima, e le sue storie, essendo altrettanto complicate, non aiutano ad approcciarsi alla loro lettura in maniera leggera. D'altro canto, il contenuto è davvero notevole, e allora, con un po' di concentrazione in più, non si riuscirà a smettere di leggere e arrivare alla fine delle tre storie qui raccolte.
Ma passiamo a parlare (come sempre senza spoiler) dei tre romanzi presenti nel libro che, per la cronaca, sono riportate in doppia colonna:

mercoledì 14 aprile 2021

Cube - Il Cubo (1997)

Sono pochi i film a cui concedo una seconda visione, e uno di questi è stato "Cube - Il Cubo". Visto la prima volta nei primi anni duemila, me lo sono ritrovato disponibile su Netflix, e ricordando di averlo apprezzato ma con qualche riserva sul finale, ho voluto riguardarlo. Di difficile catalogazione (Fantascienza? Horror? Thriller?), Il Cubo mi ha conquistato subito, fin dalla prima, terrificante scena d'apertura, che non vi descriverò per non togliervi la sorpresa. Dopo questa scena, si entra però nel vivo del gioco. Sì, perché la situazione in cui si ritrovano i sei protagonisti del film, sembra proprio una sorta di gioco macabro, cinico, inspiegabile e all'apparenza senza speranza. Sei persone, sconosciute tra loro, che si ritrovano all'interno di una stanza cubica dall'aspetto futuristico, con una porta su ogni lato del cubo che lo collega ad altrettante stanze cubiche; e così via. I protagonisti, dunque, senza riuscire a comprendere il perché si ritrovino chiusi in quella sorta di prigione, dovranno cercare di trovare una via di fuga, cubo dopo cubo, trappola dopo trappola. E non sarà una passeggiata...

lunedì 12 aprile 2021

Giorni Blu di Fine Estate

Tra la fine di agosto e l'inizio di settembre sono successe un po' di cose che mi riguardano. All'inizio di settembre, infatti, è nata mia Madre. Qualche giorno più tardi (non parlo ovviamente di anno, ma di mese) mio Padre. A fine agosto, invece, ricorre il compleanno di mia Sorella. Altro compleanno importante è quello di mia Moglie, poco dopo la metà di settembre. Sì, direi proprio che tra fine agosto e settembre sono accadute tante belle cose. E allora perché non rimarcare l'importanza di quella manciata di caldi giorni, giorni di fine estate, con un altro importante, lieto evento? 

sabato 10 aprile 2021

Nomadi - Frasi nel Fuoco

Dopo l'avvicendamento alla voce tra Cristiano Turato e Yuri Cilloni, mi ero decisamente allontanato dal Mondo dei Nomadi, un ambiente che per tanti, tantissimi anni avevo vissuto con trasporto e partecipazione. Oggi, con le acque finalmente calme, e soprattutto con le idee molto più chiare riguardo quella vicenda, il mio rapporto con lo storico gruppo di Beppe Carletti si è, diciamo, normalizzato. Certo è che, se ci fosse stata un po' più di chiarezza subito dopo l'allontanamento di Turato, per quanto mi riguarda le cose sarebbero andate in maniera diversa; e sto parlando del mio personalissimo rapporto con i Nomadi, ovviamente. Insomma... forse sarebbe bastato dire fin da subito qualcosa come "Le idee di Cristiano Turato non sono più compatibili con quelle del gruppo", e laddove i Nomadi sono stati da sempre chiaramente identificabili in una certa corrente di idee politiche, sposata da sempre anche dal sottoscritto, di certo avrei potuto reagire in maniera diversa rispetto a quel cambio di Voce. Ma questo è il passato, e visto che per il momento non è stato ancora scoperto il modo per tornare indietro nel tempo, concentriamoci sul presente. 
Ieri è uscito il nuovo singolo del gruppo emiliano, "Frasi nel Fuoco". Andiamo dunque ad ascoltarlo, vederlo e analizzarlo...

mercoledì 7 aprile 2021

A.I. Rising - Il Futuro è adesso (2018)

Devo dire che il mio weekend pasquale non mi ha regalato grandi visioni. È anche vero, però, che un po' me la sono cercata, perché con tanti bei film che ho in lista, alla fine sono andato a guardarmi roba che in quella lista non c'era; ah... che mistero queste super-mega-proposte di Netflix e Prime
Ma veniamo al dunque, che, sia chiaro, è poca roba: disponibile su Prime Video ecco "A.I. Rising - Il Futuro è adesso", un film di Fantascienza che probabilmente ha fatto parlare di sé più per l'attrice protagonista che per la storia che racconta. Siamo infatti qui a parlare dell'ennesimo film che ci mostra un rapporto tra un Uomo e un Androide. Certo, in questo caso si tratta di un rapporto particolarmente morboso, ma questo a mio parere non gli fa guadagnare punti. Ma, senza spoiler, proviamo ad andare con ordine...

martedì 6 aprile 2021

Carte da Gioco: Topolino Costa Crociere

Nella mia Collezione di Carte da Gioco, che per il momento sto esplorando attraverso quelle dedicate al Mondo Disney, e più precisamente quelle allegate al Settimanale Topolino, c'è anche quello sponsorizzato dalla Costa Crociere.
Siamo nel 1996, e torna la Modiano, che confeziona un Mazzo di Carte decisamente meno ricco del precedente targato Dal Negro, ma che ne riprende il tema: lo Sport. 
Le illustrazioni particolari sono qui presenti soltanto sugli Assi e sulle Figure, mentre le altre Carte sono le classiche che si trovano in ogni normale Mazzo di Carte.
Ma andiamo a vederle...

domenica 4 aprile 2021

Kadaver (2020)

Cosa c'è di meglio di un film norvegese dal titolo "Kadaver" per passare una bella serata pre-pasquale? Tante altre cose, mi verrebbe da dire dopo averlo visto.
Il film, disponibile su Netflix, parte da premesse molto buone, che ahimè, però, non vengono mantenute. Non che sia un film inguardabile o da buttare, ma di certo con un'ambientazione del genere, e un soggetto dalle mille prospettive, mi aspettavo molto, molto di più.
Ci troviamo innanzitutto in un classico ambiente post-apocalittico: una città semidistrutta da un'esplosione nucleare, in cui i superstiti cercano di sopravvivere tra mille difficoltà, a cominciare da quella della ricerca del cibo. Protagonista della storia è una famiglia, composta da padre, madre e figlia. E sarà Leonor, la donna, a trovare qualcosa che sembrerà regalare alla sua famiglia, se non una svolta, almeno una serata diversa: un uomo, infatti, vende biglietti per uno spettacolo teatrale nella villa di un facoltoso uomo di nome Mathias, e ad allettare ancor di più Leonor è anche il fatto che, oltre allo spettacolo, ci sarà anche una cena. E in tempi del genere, scusate se è poco...

sabato 3 aprile 2021

Horror Spot: Liquid Slam e Pizza Pigskins

Ricordate lo spot della bambina rompicoglioni dei Buondì e tutto lo scalpore che ne derivò? Pensate un po' se invece esistesse uno spot (non) leggero e decisamente (non) invitante, che riuscisse a coniugare la nostra voglia di trash e vomitevole golosità...
Come? Dite che uno spot così non esiste? Possa un asteroide colpirvi se esiste?
Oh, l'avete voluto voi...

lunedì 29 marzo 2021

Stephen King - Later

Stavolta, per spendere qualche parola sull'ultimo libro di Stephen King, "Later", voglio partire dalla fine: nonostante sia un suo grande fan, ho sempre ammesso che di solito i finali di King mi lasciavano quasi sempre un po' perplesso, spesso deluso. Ed è proprio per questo che stavolta voglio iniziare ad esprimermi sul finale, perché "Later", nella sua parte conclusiva, non mi ha deluso affatto.
Specifichiamo però una cosa: a me il libro è piaciuto, certo, ma credo ci sia bisogno di sottolineare che a mio parere si tratta comunque di un romanzo piuttosto semplice rispetto al King classico di qualche anno fa. Il fatto che tutta la storia raccolga soltanto una manciata di personaggi, poi, la dice lunga su quanto possa sembrare un libro poco kinghiano allo zoccolo duro dei fan dello Scrittore. Una storia che conta dunque pochi personaggi, e che, se vogliamo analizzarlo fino in fondo, non ne esplora nemmeno poi tanto le vite, il passato, i rapporti. Ma questo, credo, potremmo anche giustificarlo con il fatto che il romanzo sia scritto in prima persona. Il protagonista è infatti il giovane Jamie Conklin, che, senza fare alcuno Spoiler come sempre, scopriremo avere un dono. Questa sua particolarità, e che sposterà questo romanzo sul piano del paranormale (tra l'altro il protagonista ci terrà più volte a sottolineare che si tratta di una storia dell'orrore), lo porterà inevitabilmente a vivere situazioni che avrebbe sicuramente evitato volentieri, e che gli faranno capire ben presto che la linea tra bene e male non è poi sempre così marcata. Soprattutto se si varcano certi limiti.

sabato 27 marzo 2021

Le Canzoni della Sera (Volume 28)

Siamo alla ventottesima Playlist delle mie Canzoni della Sera, e dunque andiamoci un po' a perdere tra queste nuove buone vibrazioni...
Cominciamo come di solito con gli italiani, e visto il periodo abbiamo addirittura due canzoni sanremesi, cosa tutt'altro che scontata visto il tipo di Musica che ascolto. Ma la canzone dei vincitori, verso i quali ho notato un accanimento esagerato (e ve lo sta dicendo uno che è accusato ogni giorno di essere un music-nazi), alla fine a me non è dispiaciuta, e allora ecco i Maneskin con la loro "Zitti e Buoni". E a proposito: mi hanno fatto molto sorridere le accuse di plagio nei loro confronti. Cioè, ragazzi... è un po' come accusare i Nomadi di aver plagiato "Vagabondo" di Nicola di Bari del 1970 con la loro "Io Vagabondo" di due anni dopo, soltanto perché nel ritornello è presente la parola "Vagabondo". Ma quando questa gente parla e sparla, sa di cosa sta parlando e sparlando? La risposta me lo do da solo: no.
Altra canzone sanremese è "Bianca Luce Nera", per me la canzone più bella del Festival. Gli Extraliscio, insieme a Davide Toffolo dei Tre Allegri Ragazzi Morti, hanno infatti tirato fuori un pezzo davvero interessante, che mi ha conquistato al primo ascolto. Una curiosità (e una breve storia triste personale) riguardo il video che potete trovare a fine post: è stato girato nella Camera Anecoica dell'Università di Ferrara. L'anno scorso mi ero prenotato per visitarla, ma poi è arrivato il Lockdown. Riproverò...

giovedì 25 marzo 2021

L’Inferno di Dante - Una Storia Naturale

Nel "Dantedì", la Giornata Nazionale dedicata a Dante Alighieri, sono andato a rispolverare un bellissimo volume che acquistai poco più di 10 anni fa durante la mia prima visita a una libreria qui a Modena, dopo il mio trasferimento in quella che poi sarebbe diventata la mia città. Il volume, dal titolo "L'Inferno di Dante - Una Storia Naturale", mi colpì subito per il formato e, soprattutto, per il contenuto. I Canti dell'Inferno, infatti, sono accompagnati dalle illustrazioni di Patrick Waterhouse e dalle note di Walter Hutton, che non soltanto ci spiegano i particolari disegni presenti, ma ci aiutano anche a comprendere meglio i Canti a cui sono associati. 

domenica 21 marzo 2021

Dylan Dog 414 - Giochi Innocenti

La Serie Regolare di Dylan Dog ci regala anche questo mese un buon Albo. Nel 414, "Giochi Innocenti", sarà molto interessante, tra l'altro, trovare qualche informazione in più rispetto a un personaggio del nuovo corso di cui, finora, non conoscevamo granché. Si tratta del Sergente Rania Rakim, e grazie anche ad alcuni flashback che ce la faranno vedere bambina, ne sapremo finalmente qualcosa di più sul suo conto.
Ma di cosa parla questo Albo targato Barbato-Martinello?
Dylan riceve uno strano videomessaggio dal cellulare di Rania, che, come sappiamo, nel nuovo ciclo è anche l'ex moglie dell'Indagatore dell'Incubo. Il messaggio, però, seppur partito dal cellulare di Rania, è di una bambina di nome Allie, figlia di una cara amica del Sergente. Nel video la bimba appare evidentemente terrorizzata da qualcosa che, dice lei, vive nella sua stanza, e che minaccia di portarla via. Una minaccia che, purtroppo, si concretizzerà, perché la piccola Allie sembrerà effettivamente essere sparita nel nulla. Dyaln e Rania, allora, si ritroveranno insieme per cercare di capire dov'è finita Allie, e se dietro quella sparizione possa esserci davvero qualcosa che vada al di là del semplice rapimento...

mercoledì 17 marzo 2021

Zoolander (2001)

Visto che me ne avevano parlato sempre bene, alla fine ho ceduto e ho deciso di guardarmi "Zoolender", un film di un genere che non è di sicuro tra i miei preferiti. E non me ne sono pentito.
Una commedia divertente, una sorta di parodia sul Mondo della Moda, e che mette in mostra, tra una risata e l'altra, alcuni dei problemi che si celano (ma mica tanto) dietro luci e lustrini. Sfruttamento minorile, ascesa e declino del successo, bellezza a tutti i costi, anoressia e bulimia. Ma non si tratta certo di un film di denuncia, sia chiaro.
Derek Zoolander, famosissimo supermodello dall'intelligenza non certo brillantissima, si ritrova suo malgrado vittima di un complotto omicida organizzato dal Guru della Moda Mugatu. Ma per il povero Derek un altro problema si presenta all'orizzonte: l'ascesa di un altro supermodello, il biondissimo Hansel. Una crisi, quella scaturita dall'arrivo di Hansel, che ci farà anche scoprire qualcosa in più della sua famiglia...

domenica 14 marzo 2021

Amie Kaufman e Jay Kristoff - Obsidio: Illuminae files_03

Con "Obsidio: Illuminae files_03" si chiude la bella Saga fantascientifica "Illuminae" di Amie Kaufman e Jay Kristoff. Il "secondo file" ci aveva lasciato tutti col fiato sospeso, perché volevamo capire innanzitutto come i protagonisti si fossero ritrovati nella situazione nella quale ci raccontavano gli eventi nelle ultime pagine del secondo capitolo. E "Obsidio" lo fa benissimo. 
Raccontata già nel post di "Gemina" la triste vicenda delle Edizioni in mio possesso di questa splendida Trilogia, posso consolarmi col fatto che in questa nuova edizione (mattoncino) flessibile del terzo capitolo, in appendice è incluso anche il racconto "Memento", di cui spenderò qualche parola a fine post.
Ma, prima, passiamo al gran finale...

venerdì 12 marzo 2021

(Tele)Cronache Italiane

Martedì sera, su Canale 5, ho assistito all'ennesimo spettacolo indecoroso tutto italiano durante una partita di Calcio. E no, non sto parlando dell'eliminazione della Juventus dalla Champions League; lì siamo ancora nel naturale svolgersi degli eventi. Sto parlando invece della telecronaca di Pardo e Serena. Mio dio, ragazzi, io capisco che si è italiani e bisogna anche un po' parteggiare per le squadre del nostro Paese, ma qui si tratta di qualcosa che va al di là del simpatizzare per una squadra, o meglio sperare (lecitamente) che passi il turno una squadra italiana (in questo caso la Juventus) piuttosto che una squadra straniera (in questo caso il Porto). Qui, infatti, si tratta di negare l'evidenza, la realtà, di inventare cose che non esistono. Rigori fischiati a favore della squadra "avversaria" fatti apparire, anzi descritti, non solo come inesistenti, ma addirittura come falli procurati alle spese di chi il fallo (evidentissimo) l'ha provocato. E, manco a dirlo, dall'altra parte vedere tocchi che, le immagini sono chiare, non ci sono.

mercoledì 10 marzo 2021

American History X (1998)

"American History X" è uno di quei film che, una volta visti, non li dimentichi più. Il primo aggettivo che mi è saltato in mente non appena ho concluso la visione di questo film, è stato potente. Sì, il film di Tony Kaye è potente. Per la storia, l'ambientazione, le dinamiche e la conclusione. Tutto in questo film riesce a metterci addosso il disagio e la violenza che si respira in certi ambienti, in certi strati sociali che continuano ancora oggi a macchiare la nostra Società e, soprattutto, come ci tiene a sottolineare anche il titolo, quella americana.
Derek Vinyard è il leader di un gruppo di naziskin statunitensi, esaltato, pieno di rabbia, che finisce in galera dopo un episodio di cieca violenza nei confronti di tre ladri di colore che stavano per rubargli l'auto in piena notte. Suo fratello minore Danny, intanto, sembra essere indirizzato a percorrere la stessa strada che ha portato Derek in prigione. Ma sarà proprio l'uscita dal carcere di quest'ultimo a cambiare radicalmente il corso della sua vita.

martedì 9 marzo 2021

WandaVision (Miniserie)

Credo che riguardo "WandaVision", la miniserie di Disney+ targata Marvel, sia già stato detto tanto, e questo potrebbe essere già un fattore per capire bene il successo del prodotto. La Serie infatti si è conclusa soltanto venerdì scorso, e siamo già di fronte a tante interessanti recensioni e opinioni (vi riporto qui quelle per cui ho trovato il tempo - ah, il tempo! - di leggere tra alcuni dei blog che seguo: quella di Pulp Standoff; quella di Cent'anni di Nerditudine; e quella di Cinema TV Musica di una Galassia Lontana Lontana).
Allora, comincio subito col dire che, secondo me, questa Miniserie si può amare alla follia, apprezzare o fregarsene altamente in base al grado di vicinanza al Mondo Marvel. Io, trovandomi a questo mondo vicino ma non troppo, so di non aver potuto apprezzare in pieno tutta la storia. Ci troviamo infatti subito dopo gli eventi accaduti in "Avengers: Edngame" (che a me non ha fatto impazzire), dove ritroviamo una Wanda Maximoff, con il consorte Visione, in una sorta di Sitcom nella Miniserie, ambientata inizialmente negli anni '50, con tanto di girato in bianco e nero. Qui i nostri due protagonisti sembrano impegnati a vivere una vita tranquilla, cercando di tenere nascosti i loro poteri. Basterà poi aspettare il secondo e il terzo episodio per capire che ciò che stiamo vedendo, cioè una classica Sitcom americana con protagonisti Wanda e Visione, non è propriamente quello che sembra. Senza fare alcuno spoiler come sempre, quindi, vi posso soltanto dire che l'attenzione, la curiosità, e forse qualche intuizione nei riguardi di ciò che si sta vedendo, crescerà col passare degli episodi (non lunghi, anzi... alcuni davvero brevi), con il picco, per quanto mi ha riguardato, nella potenza del finale del 3° episodio.
Ma tornando a noi: cosa c'è che non mi ha convinto di "WandaVision"?

domenica 7 marzo 2021

Sanremo 2021: Le Pagelle Ignorantissime

Ho saltato beatamente le prime serate di Sanremo 2021, ma non potevo sottrarmi alla visione dell'ultima, quella della finale. Insomma, per non stare a discutere con mia moglie, non mi sono appellato al fatto che, da quel che ricordo, non mi pare ci fossero clausole nel Contratto Matrimoniale che prevedessero sanzioni nel caso non si rispettasse una promessa di visione di finale sanremese. Quindi, visto che alla fine, per me, una promessa è pur sempre una promessa, mi sono messo comodo sul divano accanto alla mia dolce metà, e...
Avete presente il buon Alex con gli occhi spalancati durante la terapia in "Arancia Meccanica"? Ehm... no, dai, non esageriamo. Ma soltanto perché per fortuna a tenermi gli occhi spalancati non avevo mollette e simili...


Allora, ulteriore premessa: degli artisti in gara avevo curiosità musicali soltanto per Max Gazzè, gli Extraliscio con Davide Toffolo (da buon fan dei Tre Allegri Ragazzi Morti), e i Maneskin. Per quanto riguarda le curiosità extramusicali, invece, ero interessato soltanto ad Annalisa (la seguo su Instagram ma non chiedetemi che tipo di musica faccia) e, udite udite, proprio all'ultimo secondo, per un'intervista lasciata poco prima della finale, per Ermal Meta; oh... non scherziamo! Ho scoperto che è tifoso del Napoli!
Armato di tutta la buona volontà e la pazienza possibile, ho cominciato la visione della serata finale dalla canzone numero 8, quella degli Extraliscio, perché (dio esiste) mia moglie per le prime sette canzoni è stata impegnata con un lavoro al pc. Ma io ci tengo davvero troppo a farvi sapere come la penso su tutti gli artisti in gara, e allora - e non dite che non vi voglio bene - mi sono andato ad ascoltare e vedere anche le esibizioni dei primi sette; insomma, ascoltare e vedere... diciamo qualche occhiata e qualche ascoltata. Quello che serve per capire se una canzone è buona oppure no. E per alcuni, ve lo assicuro, è bastato qualche secondo. 
Ma andiamo con ordine, con le mie pagelle (credo le stiano aspettando da mezza Italia e in varie zone d'Europa) in rigoroso ordine di apparizione. Ah... visto che sono obiettivo, vi dico che alle canzoni che non sono riuscito ad ascoltare fino alla fine non metterò un vero e proprio voto, ma un semplice "NC". Cosa vuol dire? No Comment. Nel senso che non ve lo dico, perché c'è una parolaccia che noi cultori di Fantozzi associamo spessissimo a "pazzesca" anticipata dall'abbreviazione di "una". Fate voi.
E allora cominciamo...

sabato 6 marzo 2021

La Ragazza nella Nebbia (2017)

Il primo film di Donato Carrisi, tratto dal suo omonimo romanzo, è un esordio da regista davvero niente male. "La Ragazza nella Nebbia" parte subito bene, tra la nebbia di un paesino tra le Alpi, e l'entrata in scena di un personaggio che farà il buono e il cattivo tempo per tutta la durata del film. Subito troviamo infatti uno stravolto agente Vogel, vittima di un incidente stradale ma con addosso del sangue che non sembra essere il suo. E lo troviamo davanti allo psichiatra del paese, svegliato in piena notte per analizzare, o meglio interrogare l'agente. Ecco allora che le vicende narrate torneranno indietro (ma non troppo) nel tempo, proprio nel momento dell'arrivo di Vogel nel piccolo paese di Avechot, per provare a far luce sulla scomparsa della giovane Anna Lou. Comincerà così una storia che ci mostrerà il più che discutibile modus operandi di Vogel, capace di attirare l'attenzione mediatica sulla vicenda e dare in pasto alla folla un colpevole; o almeno un presunto tale. Del resto, scopriremo subito che Vogel già in passato si è imbattuto in errori di valutazione decisamente gravi...

venerdì 5 marzo 2021

Dylan Dog 413 - I Padroni del Nulla

Devo dire che dopo l'ottimo Albo precedente mi aspettavo qualcosina in più dal 413 di Dylan Dog, "I Padroni del Nulla". Scritto e disegnato interamente da Carlo Ambrosini, si tratta di una storia in cui, devo ammettere, ho faticato un po' a entrare. Tra visioni e realtà, infatti, spesso ho trovato qualche difficoltà nel gestire gli stacchi; ma potrebbe essere un problema mio. Ma anche la storia in generale non mi ha fatto impazzire: il nostro Dylan, in compagnia del fedele Groucho, intraprende un viaggio decisamente fuori porta per comprare un nuovo clarinetto; il suo assistente, infatti, ha distrutto lo strumento musicale dell'Indagatore dell'Incubo usandolo in maniera... inappropriata. Ma durante questo viaggio il maggiolone del nostro eroe li lascerà a piedi, e così i due saranno costretti a chiedere aiuto a un tassista, che li porterà nel paese più vicino alla ricerca di un carroattrezzi. Dylan farà così la conoscenza di Emma Gozzi, e noi, soprattutto noi, della storia tormentata della sua famiglia.

giovedì 4 marzo 2021

Carte da Gioco: Topolino Sport Zuegg

Un anno dopo l'uscita del Mazzo di Carte dedicato ai 60 anni di Paperino, ecco che sul settimanale Topolino troviamo un nuovo Mazzo di Carte in 4 uscite. È il 1995, e la Dal Negro regala agli appassionati del Topo un Mazzo di Carte davvero bello, uno dei miei preferiti. Tutto dedicato allo Sport, le Carte di questo "Topolino Sport" hanno tutte un'illustrazione. Non soltanto Assi e Figure, dunque, ma ogni singola Carta riporta il disegno di un Personaggio del Mondo di Topolino impegnato in uno Sport. 
E allora tuffiamoci subito, è proprio il caso di dire, alla scoperta di queste bellissime Carte...

mercoledì 3 marzo 2021

Amie Kaufman e Jay Kristoff - Gemina: Illuminae files_02

Dopo aver letto e apprezzato il primo volume, mi sono trovato di fronte a un dilemma esistenziale riguardo il secondo. Ovviamente non mi riferisco al dubbio se continuare o meno la Saga, ma su quale edizione di "Gemina: Illuminae files_02" acquistare.
Allora: del primo ho preso direttamente l'edizione flessibile, quella uscita qualche mese fa, pensando poi di prendere anche il secondo e il terzo della stessa edizione.
E invece no.
Perché quando su Amazon (il primo l'ho preso in Libreria) ho avuto la possibilità acquistare "Gemina" in edizione rigida, quella della Prima Edizione Italiana, l'ho presa al volo, pensando poi di acquistare anche il terzo, "Obsidio", in rigida, e magari con calma recuperare poi anche il primo volume (quello in copertina flessibile l'avrei potuto vendere).


Tutto bello... molto bello, e...
No. Proprio no. Perché poco dopo ho fatto l'amara scoperta che le Prime Edizioni del primo e del terzo volume della Saga sono praticamente introvabili. Sono seguite imprecazioni in varie lingue, anche extra-galattiche. Ma tant'è. E allora, visto che non me la sentivo proprio di rinunciare alla bella Prima Edizione di "Gemina", vedrò di chiudere un occhio quando mi troverò a passare per la libreria di casa incrociando i 3 volumi in fila sfalsati. Anzi... a dire il vero, col primo e il terzo corti e cicciotti ai lati, e il secondo lungo e sfilato al centro, insomma... l'effetto in libreria non è davvero il massimo, e qualche malizioso potrebbe vederci strani riferimenti. Amen.
Ma passiamo al romanzo vero e proprio, che forse è meglio... 

lunedì 1 marzo 2021

Knock Knock (2015)

Comincio subito col dire che da un film di Eli Roth mi sarei aspettato qualcosina in più. E non sto parlando di qualità, sia chiaro...
In "Knock Knock" (strano che i geniali titolisti italiani non l'abbiano tradotto in "Toc Toc"), remake del film Death Game del 1977 diretto da Peter S. Traynor, ci viene raccontata la vicenda dell'architetto Evan Webber, felicemente sposato con una donna bella e affermata nel campo dell'Arte, da cui ha avuto due bei figli. Evan, infatti, si troverà ad avere la casa tutta per sé durante il weekend della festa del papà, mentre sua moglie e i suoi due figli partiranno per una gita in spiaggia già programmata da tempo. Rimasto solo alle prese col suo lavoro, dunque, durante la prima notte l'architetto si ritroverà alla porta di casa due giovani e graziose ragazze bisognose di aiuto. E, parliamoci chiaro, in una situazione del genere, difficilmente avremmo trovato il coraggio di lasciarle fuori disperate e sotto la pioggia. Coraggio che ovviamente è mancato anche al nostro bravo architetto...

lunedì 22 febbraio 2021

Le Canzoni della Sera (Volume 27)

Torniamo a parlare un po' di Musica. Tanta bella roba nella Playlist delle mie ultime 25 Canzoni della Sera, che si apre con i Black Keys e la loro bella "Little Black Submarines", e va a chiudersi con i sempreverdi Rolling Stones, con "It's Only Rock'n'Roll (But I Like It)"; e piace anche a noi, ragazzacci.
Ma partiamo con la Musica Italiana: si comincia con i miei amati Punkreas, con una canzone che nel periodo in cui mi dilettavo a suonare diventò l'incubo di chi mi stava intorno, perché quella "Sosta" era onnipresente nei miei cazzeggi deliranti. Ah... che tempi! Subito dopo, nella Giornata della Memoria, arriva la meravigliosa "Canzone Del Bambino Nel Vento", meglio conosciuta come "Auschwitz", scritta da Francesco Guccini e qui interpretata insieme ai Nomadi nel loro live (che divenne un disco, "Album Concerto") del 1979. Poco da aggiungere, tanto da ascoltare.
Si cambia decisamente passo e genere, poi, con i Bluvertigo e la loro "Altre Forme di Vita"; quanto mi piaceva all'epoca! E devo dire che riascoltandola mi piace ancora. E poi arriva un altro gruppo che amo tantissimo, i Litfiba, con la divertente (quanto il video) "Gioconda"; da non dedicare all'amata, o all'amato, se è in attesa di una certa proposta...
Il 14 febbraio, a San Valentino, purtroppo se n'è andato il mitico Erriquez della Bandabardò. Mi è dispiaciuto davvero un sacco, anche perché il suo era uno di quei gruppi che non vedevo l'ora di rivedere e riascoltare dal vivo non appena fosse passato questo periodaccio. Purtroppo non potrò rivedere e riascoltare lui, ma spero in un giusto omaggio della sua "banda" e dei tanti Gruppi e Artisti che lo hanno ricordato in questi ultimi giorni. Così come ho fatto anch'io, nel mio piccolo, con "Manifesto". Aloha Erriquez!
Chiude la schiera degli italiani un gruppo già presente in lista, i Nomadi. Il 18 febbraio, infatti, oltre a essere il compleanno di Fabrizio De André, è anche quello di Augusto Daolio, indimenticabile frontman del gruppo di Novellara. E allora Auguri Augusto... con "Senza Patria", una canzone che ho cantato, anzi urlato decine e decine di volte ai tanti concerti a cui ho assistito in giro per l'Italia.
Ma adesso facciamo un salto fuori dal nostro Belpaese, e passiamo alla Musica Internazionale:

sabato 20 febbraio 2021

Colazioni Extraterrestri

Alle 21.55 circa di giovedì, mentre una rivitalizzante (per me, non per i giocatori in campo) pausa tra il primo e il secondo tempo dell'ennesimo spettacolo horror del mio Napoli, ho avuto modo di assistere agli ultimi, febbrili istanti dell'ammartaggio di Perseverance, il Rover della NASA che avrà il compito di scoprire, nei prossimi due anni, se sul Pianeta Rosso ci sono state forme di vita. Mi emoziono sempre quando vedo le esultanze delle donne e degli uomini della NASA quando si rendono conto del successo della loro missione. Così come mi emoziono sempre nel vedere le immagini che arrivano da altri mondi, in questo caso, appunto, da Marte:

Questa è stata la primissima foto che ci è arrivata da Perseverance, giovedì scorso, direttamente dal Pianeta Rosso, e che apre ufficialmente la missione. Terra, rocce, cielo. E, si spera, qualche dato che confermi che su Marte ci sia stata (o ci sia ancora?) la vita. Ma se c'è una speranza riguardo l'esistenza di forme di vita passate o presenti su Marte, su Venere, o su chissà quale delle tante Lune dei Giganti Gassosi, questa la dobbiamo solo e soltanto a una cosa: il Sole.
Proprio qualche giorno fa mi sono imbattuto in un bel video su Youtube che mostra le simulazioni delle Albe sui diversi Pianeti del nostro Sistema Solare. Insomma, siamo tutti abituati a goderci lo spettacolo delle Albe Terrestri... ma se ci trovassimo su un altro Pianeta, pronti a fare colazione col nostro bel cornetto ripienissimo di crema o confettura, come ci apparirebbe l'alba?
Proprio così...

mercoledì 17 febbraio 2021

John Wick (2014)

Se c'è una persona al mondo a cui non devi rompere le palle, questa è John Wick. Una cosa che, a quanto pare, non aveva ben capito il giovane rampollo russo Yosef Tarasov. Cominciano così le vicende di questo film d'azione con protagonista Keanu Reeves: John, infatti, dopo aver perso la moglie a causa di una malattia, si ritrova faccia a faccia col figlio di Viggo, uno dei grandi boss della città, che ha la sfortunata idea di innamorarsi della sua macchina. Il buon John, ovviamente, si rifiuterà di cedergliela, e allora, ancora non contento, Yosef proverà a farla sua con la forza. Durante il tentativo di furto, però, il giovane russo, insieme ai suoi scagnozzi, avrà ancora una volta la sfortuna di toccare qualcosa di ancora più importante per John: la cagnolina regalatagli da sua moglie prima di morire. Sarà questo l'episodio scatenante che manderà al diavolo il progetto di John di godersi una sorta di meritata(?) pensione dopo anni di sanguinaria carriera. Una scena, quella del cane, tanto importante da aver creato non pochi pensieri ai creatori della Serie; insomma, lo sappiamo tutti: fate pure saltare mille teste di mille persone irradiando sangue a destra e manca, ma, sant'iddio, non toccatemi quel cane! E ve lo dice uno che reagisce davvero così mentre guarda i film. Che brutta persona, che sono...
E a quanto pare lo è anche il nostro John, perché di fronte a certe cose s'incazza davvero, e allora...
E allora saranno cavoli amari, miei cari signori russi. Amarissimi.

lunedì 15 febbraio 2021

Amie Kaufman e Jay Kristoff - Illuminae: Illuminae files_01

Mi sono innamorato di questa Trilogia, di cui ho appena concluso questo primo volume, "Illuminae", nel momento esatto in cui, in libreria, ho preso tra le mani questo libro. Un bel mattoncino di 599 pagine, che mi ha colpito immediatamente per l'originalità con cui è narrata la storia. Già osservando il libro di taglio, infatti, possiamo subito notare l'alternanza dei colori del bordo delle pagine, tra neri, grigi e bianchi.
Cosa contiene, quindi, questo libro?
Tanta roba. Poco ma sicuro...


Innanzitutto ci troviamo nel 2575. All'improvviso, il cielo del pianeta Kerenza si oscura, e così prende il via una sanguinosa invasione da parte di una potente Corporation Interstellare. Tra esplosioni, grida e morti, i giovani Ezra e Kady, che si sono appena lasciati e che si rivolgono a malapena la parola, sono costretti a cercare una via di fuga insieme. Via di fuga che arriverà grazie all'intervento di alcune Navi arrivate in soccorso. Ma questo è soltanto l'inizio, questo è soltanto il primo giorno. Perché ben presto su quelle Navi di soccorso accadrà qualcosa che renderà la loro salvezza, già comunque complicata per via degli Invasori tutt'altro che sconfitti, decisamente più drammatica del previsto...