lunedì 12 aprile 2021

Giorni Blu di Fine Estate

Tra la fine di agosto e l'inizio di settembre sono successe un po' di cose che mi riguardano. All'inizio di settembre, infatti, è nata mia Madre. Qualche giorno più tardi (non parlo ovviamente di anno, ma di mese) mio Padre. A fine agosto, invece, ricorre il compleanno di mia Sorella. Altro compleanno importante è quello di mia Moglie, poco dopo la metà di settembre. Sì, direi proprio che tra fine agosto e settembre sono accadute tante belle cose. E allora perché non rimarcare l'importanza di quella manciata di caldi giorni, giorni di fine estate, con un altro importante, lieto evento? 

sabato 10 aprile 2021

Nomadi - Frasi nel Fuoco

Dopo l'avvicendamento alla voce tra Cristiano Turato e Yuri Cilloni, mi ero decisamente allontanato dal Mondo dei Nomadi, un ambiente che per tanti, tantissimi anni avevo vissuto con trasporto e partecipazione. Oggi, con le acque finalmente calme, e soprattutto con le idee molto più chiare riguardo quella vicenda, il mio rapporto con lo storico gruppo di Beppe Carletti si è, diciamo, normalizzato. Certo è che, se ci fosse stata un po' più di chiarezza subito dopo l'allontanamento di Turato, per quanto mi riguarda le cose sarebbero andate in maniera diversa; e sto parlando del mio personalissimo rapporto con i Nomadi, ovviamente. Insomma... forse sarebbe bastato dire fin da subito qualcosa come "Le idee di Cristiano Turato non sono più compatibili con quelle del gruppo", e laddove i Nomadi sono stati da sempre chiaramente identificabili in una certa corrente di idee politiche, sposata da sempre anche dal sottoscritto, di certo avrei potuto reagire in maniera diversa rispetto a quel cambio di Voce. Ma questo è il passato, e visto che per il momento non è stato ancora scoperto il modo per tornare indietro nel tempo, concentriamoci sul presente. 
Ieri è uscito il nuovo singolo del gruppo emiliano, "Frasi nel Fuoco". Andiamo dunque ad ascoltarlo, vederlo e analizzarlo...

mercoledì 7 aprile 2021

A.I. Rising - Il Futuro è adesso (2018)

Devo dire che il mio weekend pasquale non mi ha regalato grandi visioni. È anche vero, però, che un po' me la sono cercata, perché con tanti bei film che ho in lista, alla fine sono andato a guardarmi roba che in quella lista non c'era; ah... che mistero queste super-mega-proposte di Netflix e Prime
Ma veniamo al dunque, che, sia chiaro, è poca roba: disponibile su Prime Video ecco "A.I. Rising - Il Futuro è adesso", un film di Fantascienza che probabilmente ha fatto parlare di sé più per l'attrice protagonista che per la storia che racconta. Siamo infatti qui a parlare dell'ennesimo film che ci mostra un rapporto tra un Uomo e un Androide. Certo, in questo caso si tratta di un rapporto particolarmente morboso, ma questo a mio parere non gli fa guadagnare punti. Ma, senza spoiler, proviamo ad andare con ordine...

martedì 6 aprile 2021

Carte da Gioco: Topolino Costa Crociere

Nella mia Collezione di Carte da Gioco, che per il momento sto esplorando attraverso quelle dedicate al Mondo Disney, e più precisamente quelle allegate al Settimanale Topolino, c'è anche quello sponsorizzato dalla Costa Crociere.
Siamo nel 1996, e torna la Modiano, che confeziona un Mazzo di Carte decisamente meno ricco del precedente targato Dal Negro, ma che ne riprende il tema: lo Sport. 
Le illustrazioni particolari sono qui presenti soltanto sugli Assi e sulle Figure, mentre le altre Carte sono le classiche che si trovano in ogni normale Mazzo di Carte.
Ma andiamo a vederle...

domenica 4 aprile 2021

Kadaver (2020)

Cosa c'è di meglio di un film norvegese dal titolo "Kadaver" per passare una bella serata pre-pasquale? Tante altre cose, mi verrebbe da dire dopo averlo visto.
Il film, disponibile su Netflix, parte da premesse molto buone, che ahimè, però, non vengono mantenute. Non che sia un film inguardabile o da buttare, ma di certo con un'ambientazione del genere, e un soggetto dalle mille prospettive, mi aspettavo molto, molto di più.
Ci troviamo innanzitutto in un classico ambiente post-apocalittico: una città semidistrutta da un'esplosione nucleare, in cui i superstiti cercano di sopravvivere tra mille difficoltà, a cominciare da quella della ricerca del cibo. Protagonista della storia è una famiglia, composta da padre, madre e figlia. E sarà Leonor, la donna, a trovare qualcosa che sembrerà regalare alla sua famiglia, se non una svolta, almeno una serata diversa: un uomo, infatti, vende biglietti per uno spettacolo teatrale nella villa di un facoltoso uomo di nome Mathias, e ad allettare ancor di più Leonor è anche il fatto che, oltre allo spettacolo, ci sarà anche una cena. E in tempi del genere, scusate se è poco...

sabato 3 aprile 2021

Horror Spot: Liquid Slam e Pizza Pigskins

Ricordate lo spot della bambina rompicoglioni dei Buondì e tutto lo scalpore che ne derivò? Pensate un po' se invece esistesse uno spot (non) leggero e decisamente (non) invitante, che riuscisse a coniugare la nostra voglia di trash e vomitevole golosità...
Come? Dite che uno spot così non esiste? Possa un asteroide colpirvi se esiste?
Oh, l'avete voluto voi...

lunedì 29 marzo 2021

Stephen King - Later

Stavolta, per spendere qualche parola sull'ultimo libro di Stephen King, "Later", voglio partire dalla fine: nonostante sia un suo grande fan, ho sempre ammesso che di solito i finali di King mi lasciavano quasi sempre un po' perplesso, spesso deluso. Ed è proprio per questo che stavolta voglio iniziare ad esprimermi sul finale, perché "Later", nella sua parte conclusiva, non mi ha deluso affatto.
Specifichiamo però una cosa: a me il libro è piaciuto, certo, ma credo ci sia bisogno di sottolineare che a mio parere si tratta comunque di un romanzo piuttosto semplice rispetto al King classico di qualche anno fa. Il fatto che tutta la storia raccolga soltanto una manciata di personaggi, poi, la dice lunga su quanto possa sembrare un libro poco kinghiano allo zoccolo duro dei fan dello Scrittore. Una storia che conta dunque pochi personaggi, e che, se vogliamo analizzarlo fino in fondo, non ne esplora nemmeno poi tanto le vite, il passato, i rapporti. Ma questo, credo, potremmo anche giustificarlo con il fatto che il romanzo sia scritto in prima persona. Il protagonista è infatti il giovane Jamie Conklin, che, senza fare alcuno Spoiler come sempre, scopriremo avere un dono. Questa sua particolarità, e che sposterà questo romanzo sul piano del paranormale (tra l'altro il protagonista ci terrà più volte a sottolineare che si tratta di una storia dell'orrore), lo porterà inevitabilmente a vivere situazioni che avrebbe sicuramente evitato volentieri, e che gli faranno capire ben presto che la linea tra bene e male non è poi sempre così marcata. Soprattutto se si varcano certi limiti.

sabato 27 marzo 2021

Le Canzoni della Sera (Volume 28)

Siamo alla ventottesima Playlist delle mie Canzoni della Sera, e dunque andiamoci un po' a perdere tra queste nuove buone vibrazioni...
Cominciamo come di solito con gli italiani, e visto il periodo abbiamo addirittura due canzoni sanremesi, cosa tutt'altro che scontata visto il tipo di Musica che ascolto. Ma la canzone dei vincitori, verso i quali ho notato un accanimento esagerato (e ve lo sta dicendo uno che è accusato ogni giorno di essere un music-nazi), alla fine a me non è dispiaciuta, e allora ecco i Maneskin con la loro "Zitti e Buoni". E a proposito: mi hanno fatto molto sorridere le accuse di plagio nei loro confronti. Cioè, ragazzi... è un po' come accusare i Nomadi di aver plagiato "Vagabondo" di Nicola di Bari del 1970 con la loro "Io Vagabondo" di due anni dopo, soltanto perché nel ritornello è presente la parola "Vagabondo". Ma quando questa gente parla e sparla, sa di cosa sta parlando e sparlando? La risposta me lo do da solo: no.
Altra canzone sanremese è "Bianca Luce Nera", per me la canzone più bella del Festival. Gli Extraliscio, insieme a Davide Toffolo dei Tre Allegri Ragazzi Morti, hanno infatti tirato fuori un pezzo davvero interessante, che mi ha conquistato al primo ascolto. Una curiosità (e una breve storia triste personale) riguardo il video che potete trovare a fine post: è stato girato nella Camera Anecoica dell'Università di Ferrara. L'anno scorso mi ero prenotato per visitarla, ma poi è arrivato il Lockdown. Riproverò...

giovedì 25 marzo 2021

L’Inferno di Dante - Una Storia Naturale

Nel "Dantedì", la Giornata Nazionale dedicata a Dante Alighieri, sono andato a rispolverare un bellissimo volume che acquistai poco più di 10 anni fa durante la mia prima visita a una libreria qui a Modena, dopo il mio trasferimento in quella che poi sarebbe diventata la mia città. Il volume, dal titolo "L'Inferno di Dante - Una Storia Naturale", mi colpì subito per il formato e, soprattutto, per il contenuto. I Canti dell'Inferno, infatti, sono accompagnati dalle illustrazioni di Patrick Waterhouse e dalle note di Walter Hutton, che non soltanto ci spiegano i particolari disegni presenti, ma ci aiutano anche a comprendere meglio i Canti a cui sono associati. 

domenica 21 marzo 2021

Dylan Dog 414 - Giochi Innocenti

La Serie Regolare di Dylan Dog ci regala anche questo mese un buon Albo. Nel 414, "Giochi Innocenti", sarà molto interessante, tra l'altro, trovare qualche informazione in più rispetto a un personaggio del nuovo corso di cui, finora, non conoscevamo granché. Si tratta del Sergente Rania Rakim, e grazie anche ad alcuni flashback che ce la faranno vedere bambina, ne sapremo finalmente qualcosa di più sul suo conto.
Ma di cosa parla questo Albo targato Barbato-Martinello?
Dylan riceve uno strano videomessaggio dal cellulare di Rania, che, come sappiamo, nel nuovo ciclo è anche l'ex moglie dell'Indagatore dell'Incubo. Il messaggio, però, seppur partito dal cellulare di Rania, è di una bambina di nome Allie, figlia di una cara amica del Sergente. Nel video la bimba appare evidentemente terrorizzata da qualcosa che, dice lei, vive nella sua stanza, e che minaccia di portarla via. Una minaccia che, purtroppo, si concretizzerà, perché la piccola Allie sembrerà effettivamente essere sparita nel nulla. Dyaln e Rania, allora, si ritroveranno insieme per cercare di capire dov'è finita Allie, e se dietro quella sparizione possa esserci davvero qualcosa che vada al di là del semplice rapimento...

mercoledì 17 marzo 2021

Zoolander (2001)

Visto che me ne avevano parlato sempre bene, alla fine ho ceduto e ho deciso di guardarmi "Zoolender", un film di un genere che non è di sicuro tra i miei preferiti. E non me ne sono pentito.
Una commedia divertente, una sorta di parodia sul Mondo della Moda, e che mette in mostra, tra una risata e l'altra, alcuni dei problemi che si celano (ma mica tanto) dietro luci e lustrini. Sfruttamento minorile, ascesa e declino del successo, bellezza a tutti i costi, anoressia e bulimia. Ma non si tratta certo di un film di denuncia, sia chiaro.
Derek Zoolander, famosissimo supermodello dall'intelligenza non certo brillantissima, si ritrova suo malgrado vittima di un complotto omicida organizzato dal Guru della Moda Mugatu. Ma per il povero Derek un altro problema si presenta all'orizzonte: l'ascesa di un altro supermodello, il biondissimo Hansel. Una crisi, quella scaturita dall'arrivo di Hansel, che ci farà anche scoprire qualcosa in più della sua famiglia...

domenica 14 marzo 2021

Amie Kaufman e Jay Kristoff - Obsidio: Illuminae files_03

Con "Obsidio: Illuminae files_03" si chiude la bella Saga fantascientifica "Illuminae" di Amie Kaufman e Jay Kristoff. Il "secondo file" ci aveva lasciato tutti col fiato sospeso, perché volevamo capire innanzitutto come i protagonisti si fossero ritrovati nella situazione nella quale ci raccontavano gli eventi nelle ultime pagine del secondo capitolo. E "Obsidio" lo fa benissimo. 
Raccontata già nel post di "Gemina" la triste vicenda delle Edizioni in mio possesso di questa splendida Trilogia, posso consolarmi col fatto che in questa nuova edizione (mattoncino) flessibile del terzo capitolo, in appendice è incluso anche il racconto "Memento", di cui spenderò qualche parola a fine post.
Ma, prima, passiamo al gran finale...

venerdì 12 marzo 2021

(Tele)Cronache Italiane

Martedì sera, su Canale 5, ho assistito all'ennesimo spettacolo indecoroso tutto italiano durante una partita di Calcio. E no, non sto parlando dell'eliminazione della Juventus dalla Champions League; lì siamo ancora nel naturale svolgersi degli eventi. Sto parlando invece della telecronaca di Pardo e Serena. Mio dio, ragazzi, io capisco che si è italiani e bisogna anche un po' parteggiare per le squadre del nostro Paese, ma qui si tratta di qualcosa che va al di là del simpatizzare per una squadra, o meglio sperare (lecitamente) che passi il turno una squadra italiana (in questo caso la Juventus) piuttosto che una squadra straniera (in questo caso il Porto). Qui, infatti, si tratta di negare l'evidenza, la realtà, di inventare cose che non esistono. Rigori fischiati a favore della squadra "avversaria" fatti apparire, anzi descritti, non solo come inesistenti, ma addirittura come falli procurati alle spese di chi il fallo (evidentissimo) l'ha provocato. E, manco a dirlo, dall'altra parte vedere tocchi che, le immagini sono chiare, non ci sono.

mercoledì 10 marzo 2021

American History X (1998)

"American History X" è uno di quei film che, una volta visti, non li dimentichi più. Il primo aggettivo che mi è saltato in mente non appena ho concluso la visione di questo film, è stato potente. Sì, il film di Tony Kaye è potente. Per la storia, l'ambientazione, le dinamiche e la conclusione. Tutto in questo film riesce a metterci addosso il disagio e la violenza che si respira in certi ambienti, in certi strati sociali che continuano ancora oggi a macchiare la nostra Società e, soprattutto, come ci tiene a sottolineare anche il titolo, quella americana.
Derek Vinyard è il leader di un gruppo di naziskin statunitensi, esaltato, pieno di rabbia, che finisce in galera dopo un episodio di cieca violenza nei confronti di tre ladri di colore che stavano per rubargli l'auto in piena notte. Suo fratello minore Danny, intanto, sembra essere indirizzato a percorrere la stessa strada che ha portato Derek in prigione. Ma sarà proprio l'uscita dal carcere di quest'ultimo a cambiare radicalmente il corso della sua vita.

martedì 9 marzo 2021

WandaVision (Miniserie)

Credo che riguardo "WandaVision", la miniserie di Disney+ targata Marvel, sia già stato detto tanto, e questo potrebbe essere già un fattore per capire bene il successo del prodotto. La Serie infatti si è conclusa soltanto venerdì scorso, e siamo già di fronte a tante interessanti recensioni e opinioni (vi riporto qui quelle per cui ho trovato il tempo - ah, il tempo! - di leggere tra alcuni dei blog che seguo: quella di Pulp Standoff; quella di Cent'anni di Nerditudine; e quella di Cinema TV Musica di una Galassia Lontana Lontana).
Allora, comincio subito col dire che, secondo me, questa Miniserie si può amare alla follia, apprezzare o fregarsene altamente in base al grado di vicinanza al Mondo Marvel. Io, trovandomi a questo mondo vicino ma non troppo, so di non aver potuto apprezzare in pieno tutta la storia. Ci troviamo infatti subito dopo gli eventi accaduti in "Avengers: Edngame" (che a me non ha fatto impazzire), dove ritroviamo una Wanda Maximoff, con il consorte Visione, in una sorta di Sitcom nella Miniserie, ambientata inizialmente negli anni '50, con tanto di girato in bianco e nero. Qui i nostri due protagonisti sembrano impegnati a vivere una vita tranquilla, cercando di tenere nascosti i loro poteri. Basterà poi aspettare il secondo e il terzo episodio per capire che ciò che stiamo vedendo, cioè una classica Sitcom americana con protagonisti Wanda e Visione, non è propriamente quello che sembra. Senza fare alcuno spoiler come sempre, quindi, vi posso soltanto dire che l'attenzione, la curiosità, e forse qualche intuizione nei riguardi di ciò che si sta vedendo, crescerà col passare degli episodi (non lunghi, anzi... alcuni davvero brevi), con il picco, per quanto mi ha riguardato, nella potenza del finale del 3° episodio.
Ma tornando a noi: cosa c'è che non mi ha convinto di "WandaVision"?

domenica 7 marzo 2021

Sanremo 2021: Le Pagelle Ignorantissime

Ho saltato beatamente le prime serate di Sanremo 2021, ma non potevo sottrarmi alla visione dell'ultima, quella della finale. Insomma, per non stare a discutere con mia moglie, non mi sono appellato al fatto che, da quel che ricordo, non mi pare ci fossero clausole nel Contratto Matrimoniale che prevedessero sanzioni nel caso non si rispettasse una promessa di visione di finale sanremese. Quindi, visto che alla fine, per me, una promessa è pur sempre una promessa, mi sono messo comodo sul divano accanto alla mia dolce metà, e...
Avete presente il buon Alex con gli occhi spalancati durante la terapia in "Arancia Meccanica"? Ehm... no, dai, non esageriamo. Ma soltanto perché per fortuna a tenermi gli occhi spalancati non avevo mollette e simili...


Allora, ulteriore premessa: degli artisti in gara avevo curiosità musicali soltanto per Max Gazzè, gli Extraliscio con Davide Toffolo (da buon fan dei Tre Allegri Ragazzi Morti), e i Maneskin. Per quanto riguarda le curiosità extramusicali, invece, ero interessato soltanto ad Annalisa (la seguo su Instagram ma non chiedetemi che tipo di musica faccia) e, udite udite, proprio all'ultimo secondo, per un'intervista lasciata poco prima della finale, per Ermal Meta; oh... non scherziamo! Ho scoperto che è tifoso del Napoli!
Armato di tutta la buona volontà e la pazienza possibile, ho cominciato la visione della serata finale dalla canzone numero 8, quella degli Extraliscio, perché (dio esiste) mia moglie per le prime sette canzoni è stata impegnata con un lavoro al pc. Ma io ci tengo davvero troppo a farvi sapere come la penso su tutti gli artisti in gara, e allora - e non dite che non vi voglio bene - mi sono andato ad ascoltare e vedere anche le esibizioni dei primi sette; insomma, ascoltare e vedere... diciamo qualche occhiata e qualche ascoltata. Quello che serve per capire se una canzone è buona oppure no. E per alcuni, ve lo assicuro, è bastato qualche secondo. 
Ma andiamo con ordine, con le mie pagelle (credo le stiano aspettando da mezza Italia e in varie zone d'Europa) in rigoroso ordine di apparizione. Ah... visto che sono obiettivo, vi dico che alle canzoni che non sono riuscito ad ascoltare fino alla fine non metterò un vero e proprio voto, ma un semplice "NC". Cosa vuol dire? No Comment. Nel senso che non ve lo dico, perché c'è una parolaccia che noi cultori di Fantozzi associamo spessissimo a "pazzesca" anticipata dall'abbreviazione di "una". Fate voi.
E allora cominciamo...

sabato 6 marzo 2021

La Ragazza nella Nebbia (2017)

Il primo film di Donato Carrisi, tratto dal suo omonimo romanzo, è un esordio da regista davvero niente male. "La Ragazza nella Nebbia" parte subito bene, tra la nebbia di un paesino tra le Alpi, e l'entrata in scena di un personaggio che farà il buono e il cattivo tempo per tutta la durata del film. Subito troviamo infatti uno stravolto agente Vogel, vittima di un incidente stradale ma con addosso del sangue che non sembra essere il suo. E lo troviamo davanti allo psichiatra del paese, svegliato in piena notte per analizzare, o meglio interrogare l'agente. Ecco allora che le vicende narrate torneranno indietro (ma non troppo) nel tempo, proprio nel momento dell'arrivo di Vogel nel piccolo paese di Avechot, per provare a far luce sulla scomparsa della giovane Anna Lou. Comincerà così una storia che ci mostrerà il più che discutibile modus operandi di Vogel, capace di attirare l'attenzione mediatica sulla vicenda e dare in pasto alla folla un colpevole; o almeno un presunto tale. Del resto, scopriremo subito che Vogel già in passato si è imbattuto in errori di valutazione decisamente gravi...

venerdì 5 marzo 2021

Dylan Dog 413 - I Padroni del Nulla

Devo dire che dopo l'ottimo Albo precedente mi aspettavo qualcosina in più dal 413 di Dylan Dog, "I Padroni del Nulla". Scritto e disegnato interamente da Carlo Ambrosini, si tratta di una storia in cui, devo ammettere, ho faticato un po' a entrare. Tra visioni e realtà, infatti, spesso ho trovato qualche difficoltà nel gestire gli stacchi; ma potrebbe essere un problema mio. Ma anche la storia in generale non mi ha fatto impazzire: il nostro Dylan, in compagnia del fedele Groucho, intraprende un viaggio decisamente fuori porta per comprare un nuovo clarinetto; il suo assistente, infatti, ha distrutto lo strumento musicale dell'Indagatore dell'Incubo usandolo in maniera... inappropriata. Ma durante questo viaggio il maggiolone del nostro eroe li lascerà a piedi, e così i due saranno costretti a chiedere aiuto a un tassista, che li porterà nel paese più vicino alla ricerca di un carroattrezzi. Dylan farà così la conoscenza di Emma Gozzi, e noi, soprattutto noi, della storia tormentata della sua famiglia.

giovedì 4 marzo 2021

Carte da Gioco: Topolino Sport Zuegg

Un anno dopo l'uscita del Mazzo di Carte dedicato ai 60 anni di Paperino, ecco che sul settimanale Topolino troviamo un nuovo Mazzo di Carte in 4 uscite. È il 1995, e la Dal Negro regala agli appassionati del Topo un Mazzo di Carte davvero bello, uno dei miei preferiti. Tutto dedicato allo Sport, le Carte di questo "Topolino Sport" hanno tutte un'illustrazione. Non soltanto Assi e Figure, dunque, ma ogni singola Carta riporta il disegno di un Personaggio del Mondo di Topolino impegnato in uno Sport. 
E allora tuffiamoci subito, è proprio il caso di dire, alla scoperta di queste bellissime Carte...

mercoledì 3 marzo 2021

Amie Kaufman e Jay Kristoff - Gemina: Illuminae files_02

Dopo aver letto e apprezzato il primo volume, mi sono trovato di fronte a un dilemma esistenziale riguardo il secondo. Ovviamente non mi riferisco al dubbio se continuare o meno la Saga, ma su quale edizione di "Gemina: Illuminae files_02" acquistare.
Allora: del primo ho preso direttamente l'edizione flessibile, quella uscita qualche mese fa, pensando poi di prendere anche il secondo e il terzo della stessa edizione.
E invece no.
Perché quando su Amazon (il primo l'ho preso in Libreria) ho avuto la possibilità acquistare "Gemina" in edizione rigida, quella della Prima Edizione Italiana, l'ho presa al volo, pensando poi di acquistare anche il terzo, "Obsidio", in rigida, e magari con calma recuperare poi anche il primo volume (quello in copertina flessibile l'avrei potuto vendere).


Tutto bello... molto bello, e...
No. Proprio no. Perché poco dopo ho fatto l'amara scoperta che le Prime Edizioni del primo e del terzo volume della Saga sono praticamente introvabili. Sono seguite imprecazioni in varie lingue, anche extra-galattiche. Ma tant'è. E allora, visto che non me la sentivo proprio di rinunciare alla bella Prima Edizione di "Gemina", vedrò di chiudere un occhio quando mi troverò a passare per la libreria di casa incrociando i 3 volumi in fila sfalsati. Anzi... a dire il vero, col primo e il terzo corti e cicciotti ai lati, e il secondo lungo e sfilato al centro, insomma... l'effetto in libreria non è davvero il massimo, e qualche malizioso potrebbe vederci strani riferimenti. Amen.
Ma passiamo al romanzo vero e proprio, che forse è meglio... 

lunedì 1 marzo 2021

Knock Knock (2015)

Comincio subito col dire che da un film di Eli Roth mi sarei aspettato qualcosina in più. E non sto parlando di qualità, sia chiaro...
In "Knock Knock" (strano che i geniali titolisti italiani non l'abbiano tradotto in "Toc Toc"), remake del film Death Game del 1977 diretto da Peter S. Traynor, ci viene raccontata la vicenda dell'architetto Evan Webber, felicemente sposato con una donna bella e affermata nel campo dell'Arte, da cui ha avuto due bei figli. Evan, infatti, si troverà ad avere la casa tutta per sé durante il weekend della festa del papà, mentre sua moglie e i suoi due figli partiranno per una gita in spiaggia già programmata da tempo. Rimasto solo alle prese col suo lavoro, dunque, durante la prima notte l'architetto si ritroverà alla porta di casa due giovani e graziose ragazze bisognose di aiuto. E, parliamoci chiaro, in una situazione del genere, difficilmente avremmo trovato il coraggio di lasciarle fuori disperate e sotto la pioggia. Coraggio che ovviamente è mancato anche al nostro bravo architetto...

lunedì 22 febbraio 2021

Le Canzoni della Sera (Volume 27)

Torniamo a parlare un po' di Musica. Tanta bella roba nella Playlist delle mie ultime 25 Canzoni della Sera, che si apre con i Black Keys e la loro bella "Little Black Submarines", e va a chiudersi con i sempreverdi Rolling Stones, con "It's Only Rock'n'Roll (But I Like It)"; e piace anche a noi, ragazzacci.
Ma partiamo con la Musica Italiana: si comincia con i miei amati Punkreas, con una canzone che nel periodo in cui mi dilettavo a suonare diventò l'incubo di chi mi stava intorno, perché quella "Sosta" era onnipresente nei miei cazzeggi deliranti. Ah... che tempi! Subito dopo, nella Giornata della Memoria, arriva la meravigliosa "Canzone Del Bambino Nel Vento", meglio conosciuta come "Auschwitz", scritta da Francesco Guccini e qui interpretata insieme ai Nomadi nel loro live (che divenne un disco, "Album Concerto") del 1979. Poco da aggiungere, tanto da ascoltare.
Si cambia decisamente passo e genere, poi, con i Bluvertigo e la loro "Altre Forme di Vita"; quanto mi piaceva all'epoca! E devo dire che riascoltandola mi piace ancora. E poi arriva un altro gruppo che amo tantissimo, i Litfiba, con la divertente (quanto il video) "Gioconda"; da non dedicare all'amata, o all'amato, se è in attesa di una certa proposta...
Il 14 febbraio, a San Valentino, purtroppo se n'è andato il mitico Erriquez della Bandabardò. Mi è dispiaciuto davvero un sacco, anche perché il suo era uno di quei gruppi che non vedevo l'ora di rivedere e riascoltare dal vivo non appena fosse passato questo periodaccio. Purtroppo non potrò rivedere e riascoltare lui, ma spero in un giusto omaggio della sua "banda" e dei tanti Gruppi e Artisti che lo hanno ricordato in questi ultimi giorni. Così come ho fatto anch'io, nel mio piccolo, con "Manifesto". Aloha Erriquez!
Chiude la schiera degli italiani un gruppo già presente in lista, i Nomadi. Il 18 febbraio, infatti, oltre a essere il compleanno di Fabrizio De André, è anche quello di Augusto Daolio, indimenticabile frontman del gruppo di Novellara. E allora Auguri Augusto... con "Senza Patria", una canzone che ho cantato, anzi urlato decine e decine di volte ai tanti concerti a cui ho assistito in giro per l'Italia.
Ma adesso facciamo un salto fuori dal nostro Belpaese, e passiamo alla Musica Internazionale:

sabato 20 febbraio 2021

Colazioni Extraterrestri

Alle 21.55 circa di giovedì, mentre una rivitalizzante (per me, non per i giocatori in campo) pausa tra il primo e il secondo tempo dell'ennesimo spettacolo horror del mio Napoli, ho avuto modo di assistere agli ultimi, febbrili istanti dell'ammartaggio di Perseverance, il Rover della NASA che avrà il compito di scoprire, nei prossimi due anni, se sul Pianeta Rosso ci sono state forme di vita. Mi emoziono sempre quando vedo le esultanze delle donne e degli uomini della NASA quando si rendono conto del successo della loro missione. Così come mi emoziono sempre nel vedere le immagini che arrivano da altri mondi, in questo caso, appunto, da Marte:

Questa è stata la primissima foto che ci è arrivata da Perseverance, giovedì scorso, direttamente dal Pianeta Rosso, e che apre ufficialmente la missione. Terra, rocce, cielo. E, si spera, qualche dato che confermi che su Marte ci sia stata (o ci sia ancora?) la vita. Ma se c'è una speranza riguardo l'esistenza di forme di vita passate o presenti su Marte, su Venere, o su chissà quale delle tante Lune dei Giganti Gassosi, questa la dobbiamo solo e soltanto a una cosa: il Sole.
Proprio qualche giorno fa mi sono imbattuto in un bel video su Youtube che mostra le simulazioni delle Albe sui diversi Pianeti del nostro Sistema Solare. Insomma, siamo tutti abituati a goderci lo spettacolo delle Albe Terrestri... ma se ci trovassimo su un altro Pianeta, pronti a fare colazione col nostro bel cornetto ripienissimo di crema o confettura, come ci apparirebbe l'alba?
Proprio così...

mercoledì 17 febbraio 2021

John Wick (2014)

Se c'è una persona al mondo a cui non devi rompere le palle, questa è John Wick. Una cosa che, a quanto pare, non aveva ben capito il giovane rampollo russo Yosef Tarasov. Cominciano così le vicende di questo film d'azione con protagonista Keanu Reeves: John, infatti, dopo aver perso la moglie a causa di una malattia, si ritrova faccia a faccia col figlio di Viggo, uno dei grandi boss della città, che ha la sfortunata idea di innamorarsi della sua macchina. Il buon John, ovviamente, si rifiuterà di cedergliela, e allora, ancora non contento, Yosef proverà a farla sua con la forza. Durante il tentativo di furto, però, il giovane russo, insieme ai suoi scagnozzi, avrà ancora una volta la sfortuna di toccare qualcosa di ancora più importante per John: la cagnolina regalatagli da sua moglie prima di morire. Sarà questo l'episodio scatenante che manderà al diavolo il progetto di John di godersi una sorta di meritata(?) pensione dopo anni di sanguinaria carriera. Una scena, quella del cane, tanto importante da aver creato non pochi pensieri ai creatori della Serie; insomma, lo sappiamo tutti: fate pure saltare mille teste di mille persone irradiando sangue a destra e manca, ma, sant'iddio, non toccatemi quel cane! E ve lo dice uno che reagisce davvero così mentre guarda i film. Che brutta persona, che sono...
E a quanto pare lo è anche il nostro John, perché di fronte a certe cose s'incazza davvero, e allora...
E allora saranno cavoli amari, miei cari signori russi. Amarissimi.

lunedì 15 febbraio 2021

Amie Kaufman e Jay Kristoff - Illuminae: Illuminae files_01

Mi sono innamorato di questa Trilogia, di cui ho appena concluso questo primo volume, "Illuminae", nel momento esatto in cui, in libreria, ho preso tra le mani questo libro. Un bel mattoncino di 599 pagine, che mi ha colpito immediatamente per l'originalità con cui è narrata la storia. Già osservando il libro di taglio, infatti, possiamo subito notare l'alternanza dei colori del bordo delle pagine, tra neri, grigi e bianchi.
Cosa contiene, quindi, questo libro?
Tanta roba. Poco ma sicuro...


Innanzitutto ci troviamo nel 2575. All'improvviso, il cielo del pianeta Kerenza si oscura, e così prende il via una sanguinosa invasione da parte di una potente Corporation Interstellare. Tra esplosioni, grida e morti, i giovani Ezra e Kady, che si sono appena lasciati e che si rivolgono a malapena la parola, sono costretti a cercare una via di fuga insieme. Via di fuga che arriverà grazie all'intervento di alcune Navi arrivate in soccorso. Ma questo è soltanto l'inizio, questo è soltanto il primo giorno. Perché ben presto su quelle Navi di soccorso accadrà qualcosa che renderà la loro salvezza, già comunque complicata per via degli Invasori tutt'altro che sconfitti, decisamente più drammatica del previsto...

domenica 14 febbraio 2021

Gretel e Hansel (2020)

Avevo intenzione di vedere "Gretel e Hansel" al Cinema, ma poi sappiamo tutti com'è andata nel 2020. Finalmente l'ho recuperato in questi giorni, visto che a causa di un guasto sulla mia linea internet/voce (grazie Fastweb per la celerità... sono commosso; ah... sto ancora aspettando l'appuntamento col tecnico di ieri alle 11) sono senza Netflix, Prime e Disney+. Urrà. Ma torniamo a noi: dopo aver apprezzato, recentemente, un altro film di Oz Perkins, "February - L'innocenza del Male", devo dire che anche questo non mi è dispiaciuto affatto. Ci troviamo di fronte a un adattamento della classica fiaba dei fratelli Grimm, in versione dark; anche se del "dark", in fondo, ce n'è anche nell'originale. Qui troviamo i due fratelli che si vedono costretti a lasciare la loro abitazione in un periodo di peste e carestia, letteralmente buttati fuori dalla propria mamma. Così Gretel e Hansel, sorella maggiore e fratellino, si inoltreranno nel bosco in cerca della salvezza. Una salvezza che sembrerà arrivare sotto le sembianze di un'anziana signora che li accoglierà nella sua dimora; a dire il vero tutt'altro che invitante. E non sto parlando soltanto della casa...

domenica 7 febbraio 2021

Dylan Dog 412 - Una Pessima Annata

Sì, Una Pessima Annata potrebbe anche essere il titolo di quella che si è conclusa poco più di un mese fa, ma qui parliamo del titolo dell'ultimo albo di Dylan Dog del 2020. Chiuso (per fortuna) il miniciclo di Mana Cerace, il Dylan Dog mensile torna a proporci una storia singola, un episodio fatto e finito, così come, a mio parere, dovrebbe essere. E devo dire che questa storia non mi è dispiaciuta affatto. Eppure di pareri negativi nei confronti di questo albo ne avevo letti parecchi. Certo, non ci troviamo di fronte a un capolavoro, ma reputo "Una Pessima Annata" un buon albo, soprattutto se vado a confrontarlo alle lunghe, dilatate, noiose storie degli ultimi cicli. Qui la storia è concisa, diretta, con ottimi spunti, una buona narrazione degli eventi e delle belle atmosfere dark; e anzi, se volessi trovargli un difetto, lo troverei proprio nel finale un po' sbrigativo. 
La storia, in breve: il nostro Dylan si ritrova prigioniero, insieme a una ragazza nuda, di un uomo mascherato. Attraverso dei flashback a pagine nere, capiremo subito che l'uomo mascherato è l'autore di efferati omicidi che hanno a che fare con il mondo dei vini. E se Dylan si trova in quella situazione, è proprio per via di Rebecca Grant, proprietaria di un castello e di un'azienda vinicola, che si è rivolta a lui per far luce sugli eventi. Alcuni importanti sommelier a cui aveva proposto l'assaggio di un suo vino, infatti, si sono ritrovati subito vittime di orribili visioni. E non solo...

sabato 6 febbraio 2021

Onward - Oltre la Magia (2020)

Ogni tanto riesco a guardare qualcosa con mia moglie (non è facile, lo ammetto, visti i miei gusti). Qualche giorno fa è toccato a "Onward - Oltre la Magia", film d'animazione disponibile su Disney+ (sto anche cercando di dare senso al mio abbonamento). In quest'opera della Pixar del 2020 viene raccontata la storia di due fratelli, Ian e Barley, che partono alla ricerca di un modo per poter riavere (anche per poco) la possibilità di parlare col proprio padre (intero), morto anni prima. Ci troviamo infatti in un mondo "fantasy suburbano", in cui però la Magia sembra essere quasi scomparsa. La contrapposizione tra la tecnologia con le relative comodità date dal progresso, e la Magia che un tempo imperversava nel mondo, è il vero punto di forza dell'intero film. Un film che prosegue dritto come un treno verso il finale, senza regalare momenti indimenticabili. Trovate originali ce ne sono, ma non quante a mio parare se ne potevano trovare in un mondo e in un'ambientazione così particolare e ricca di spunti.

giovedì 4 febbraio 2021

Vaccinarsi sì, ma con Ansia

Di film, corti e brevi video inquietanti e angoscianti ne ho visti, e oggi, a questa lunga lista, posso (poco) tranquillamente aggiungere anche lo Spot della Campagna Vaccinale di Giuseppe Tornatore. Mio dio, ragazzi... vi giuro che sono da sempre un pro-vax convinto, ma dopo aver visto questo angosciante spot questa mia convinzione sta cominciando a vacillare...

https://www.youtube.com/watch?v=uIyZZuCtdy4

Ma dico: si poteva fare qualcosa di più... incoraggiante per favorire questa importante campagna? Questo breve (mai troppo, per una cosa del genere) video trasmette un'angoscia e un'inquietudine che quasi mi fa comprendere i dubbi dei no-vax. E poi... cosa diavolo vorrebbe significare? Sì, certo, significato profondo, da interpretare, da...

mercoledì 3 febbraio 2021

I Mitici Numeri Uno del Fumetto Italiano

Qualche tempo fa, facendo un po' d'ordine in garage, mi sono imbattuto in questo piccolo cofanetto contenente i "Mitici Numero Uno del Fumetto Popolare Italiano". Tutti in versione "Mignon", accompagnati da una lente d'ingrandimento di plastica per poterli leggere meglio, sono infatti delle fedeli riproduzioni dei Numeri Uno dei Fumetti più famosi d'Italia, o almeno di quelli a marchio Sergio Bonelli Editore: Tex, Zagor, Dylan Dog, Martin Mystère, Dampyr, Nathan Never, Julia e Magico Vento:

Il bel cofanetto, in cartoncino e che riporta sui lati esterni le copertine degli 8 mini-fumetti che contiene, è frutto della collaborazione tra Lo Scarabeo (di cui ho diversi mazzi di Carte da Gioco) e la Sergio Bonelli Editore, ed è stato  pubblicato nel 2009:

lunedì 1 febbraio 2021

L'Uomo del Labirinto (2019)

A volte proprio non capisco perché alcuni film debbano essere stroncati soltanto perché... italiani. È assurdo come in ambito culturale (soprattutto per quel che concerne Serie TV e Film) ci sia una sorta di anti-patriottismo. Non è scampato a questa sorte neanche "L'Uomo del Labirinto", di Donato Carrisi.
Iniziamo subito col dire che lessi il libro appena uscito, ma nonostante siano passati ormai tre anni, devo dire che ricordavo perfettamente tutta la storia. Al riguardo, l'uscita di una versione cinematografica mi aveva lasciato un po' perplesso, proprio per la struttura della narrazione nel libro. Cerco di spiegarmi meglio: è decisamente più semplice raccontare certe cose, in una certa maniera, senza mostrare nulla. La narrazione scritta ti permette cose che in quella visiva non puoi permetterti, altrimenti salterebbe subito tutto. Era questa la mia riserva nei confronti di questo film. Finalmente nell'ultimo weekend sono riuscito a guardarlo, e devo dire che la messa in scena del romanzo è stata all'altezza della situazione. Ma spendiamo innanzitutto due parole per descrivere un po' la storia del film (e del romanzo) di Carrisi: scomparsa - perché rapita - ben 15 anni prima, Samantha Andretti viene finalmente ritrovata, in stato di shock e ferita. Ricoverata in una stanza d'ospedale, per aiutarla a ricordare cosa le sia successo in quegli ultimi terribili 15 anni c'è il dottor Green, che cercherà di scoprire l'identità dell'Uomo del Labirinto, il carceriere di Samantha. All'esterno, intanto, anche l'investigatore Bruno Genko, già ingaggiato dalla famiglia di Samantha tempo prima, cercherà di scoprire la verità prima della fine delle sue ore, ormai agli sgoccioli per colpa di una malattia cardiaca incurabile. Due piani di narrazione che ci aiuteranno pian piano a entrare nella storia della ragazza; e nel suo Labirinto...

domenica 31 gennaio 2021

Le Canzoni della Sera (Volume 26)

Così come nell'ultimo "volume" delle Canzoni della Sera, dedicato ad artisti mai apparsi nelle scorse playlist, anche in questo troviamo un filo conduttore; ed è tutto rosa. 25 brani tutti interpretati da voci femminili, dunque, e non si poteva che cominciare con la Sacerdotessa del Rock, Patti Smith, che apre con "Frederick". Altra voce storica femminile è quella di Debbie Harry, frontwoman dei Blondie, che qui troviamo con l'intramontabile "One Way Or Another". E se vogliamo restare nel periodo, ecco The Pretenders, con la voce di Chrissie Hynde in "Precious", e Joan Jett & The Blackhearts con "Do You Wanna Touch Me (Oh Yeah)".
Facciamo invece un salto in avanti nel tempo, e andiamo a riascoltarci la voce inconfondibile di Dolores O'Riordan dei Cranberries, con "Salvation". Altre grandi frontwomen le troviamo nei Garbage, con Shirley Manson che ci canta "Only Happy When It Rains"; negli Skunk Anansie, con la potente "Charlie Big Potato" interpretata dalla mitica Skin; e ancora nei No Doubt, con la biondissima Gwen Stefani qui presente con la riuscitissima cover "It's my Life"; e poi nelle Hole, gruppo (quasi) tutto al femminile con Courtney Love leader assoluta, qui con "Doll Parts"; e ancora nei Guano Apes, con la potente voce di Sandra Nasić, qui a urlarci "No Speech". Ma facciamo ancora un salto in avanti...

sabato 30 gennaio 2021

Carte da Gioco: Paperino - 60 Anni per una Stella

Come anticipato nell'ultimo post dedicato alle Carte da Gioco, finora tutte a tema Disney-Topolino, è la volta di un mazzo di carte dedicato interamente a un personaggio molto importante del magico mondo Disney: Paperino. Stavolta siamo nel 1994, e per festeggiare i 60 anni dalla prima apparizione del papero, il settimanale Topolino decise di regalare ai propri lettori, in 4 uscite, un bel Mazzo di Carte della Modiano tutto dedicato al nostro Paolino Paperino. Ma andiamo subito a vedere i dettagli...

sabato 23 gennaio 2021

February - L'innocenza del Male (2015)

Qualche giorno fa sono andato a guardare quali fossero i film in scadenza nel catalogo Prime Video. Tra tutti, ho deciso di non perdermi un film di cui qualche tempo fa avevo sentito parlare bene: "February - L'innocenza del male" (brutto adattamento del titolo originale "The Blackcoat's Daughter"). Aver scoperto, poi, che una delle protagoniste del film era Emma Roberts, ammetto che ha contribuito parecchio nella scelta di guardarlo nonostante la stanchezza post-lavoro nelle giornate di questa settimana. 
Nel film troviamo le vicende delle adolescenti Kat e Rose, che si ritroveranno a essere le uniche due alunne rimaste nella Scuola Cattolica che frequentano durante le vacanze. Ma se a Rose la mancata partenza per le vacanze sembra non dispiacerle affatto, non sembra essere lo stesso per Kat. Quest'ultima, inoltre, mostrerà comportamenti alquanto inquietanti, e per la povera Rose sembrerà profilarsi una convivenza non certo semplice. Alla storia delle due, s'intreccerà anche quella di Joan, una giovane paziente psichiatrica fuggita dalla clinica in cui era reclusa. Ma cosa lega i destini delle tre ragazze? 

sabato 16 gennaio 2021

Tamsyn Muir - Gideon La Nona

Avevo proprio voglia di leggere qualcosa di particolare, e l'uscita in Italia di "Gideon la Nona", della Scrittrice neozelandese Tamsyn Muir, è stata l'occasione giusta. Un libro, questo, che mescola Fantasy e Fantascienza; più Dark Fantasy, a dire il vero, ma il fatto di trovarci a che fare con viaggi tra oscuri Pianeti, pardon, "Case", rende giustizia anche all'altro genere; ma sia chiaro... io un giro in quei posti non me lo farei per niente. E non si tratta soltanto della mia paura di volare.
La storia narrata in questo bel libro è quella della Paladina (suo malgrado) Gideon, al servizio (ancor più suo malgrado) della Reverenda Figlia della Nona Casa, Harrowhark Nonagesimus. Tra le due, infatti, come potremo capire fin da subito, non c'è un rapporto idilliaco. L'Imperatore, però, ha invitato a un torneo gli eredi delle sue fedeli Case, che alla fine dovrà far emergere una sorta di onnipotente servitore della Resurrezione. Per trionfare, ogni erede di ogni Casa ha bisogno di un/a paladino/a, e quella di Harrow sarà proprio l'irriverente Gideon. Negromanzia, magia, violenza, orrori: troviamo tutto questo in "Gideon la Nona". Il torneo, infatti, vedrà la partecipazione, oltre ad Harrow e la sua paladina, anche degli Eredi di altre Case, ognuna di esse specializzata in qualcosa di oscuro, sempre a che fare con le Arti Negromantiche. Tutto davvero molto bello e interessante, a parte qualche piccolo problema iniziale...

martedì 12 gennaio 2021

Dylan Dog 411 - Il Terzo Giorno

Credo che il fatto di leggere un Albo, e più precisamente di finire una Mini-Serie, dopo più di un mese dall'uscita dell'ultimo capitolo, dica già tanto. Ho già espresso più volte il mio scetticismo per i "cicli" di Dylan Dog, tutti a mio parere deludenti, e quello di Mana Cerace non ha fatto eccezione. Con l'ultimo Albo della Trilogia del Buio, "Il Terzo Giorno", si conclude così una storia - spalmata su ben 3 volumetti da 98 pagine - di cui ci si scorderà abbastanza presto. Non che l'ultimo capitolo, così come i precedenti due (soprattutto il primo), siano brutti. Il fatto è che, a mio parere, non sono neanche belli. Dopo un buon inizio, già sul secondo Albo ho cominciato a faticare. Speravo però in un finale coi botti, cosa che non è avvenuta. Anzi, senza fare come sempre alcuno spoiler, la piega che pian piano si è data al personaggio di Mana Cerace non mi è piaciuta per niente; ma sono gusti personali. Sicuramente qualcuno l'avrà trovata una figata...

sabato 9 gennaio 2021

It Comes at Night (2017)

Esplorando il Catalogo dei Film Horror presenti su Prime Video, mi sono imbattuto in "It Comes at Night", che veniva così descritto: "Un padre non si ferma di fronte a nulla per proteggere la moglie e il figlio da una presenza che li terrorizza". La mia attenzione, da buon amante degli Horror, si è concentrata sulle ultime quattro parole: presenza che li terrorizza. È così che mi sono deciso a guardarlo, e dopo un'ora e mezza circa di visione, la prima cosa che mi viene da scrivere in questo post è di lasciar perdere quella descrizione. Il film, in realtà, non è propriamente un Horror. Ha i suoi bei momenti di tensione, certo, ma qui ci troviamo di fronte a un classico film "post-apocalittico". La Società intera, infatti, sembra essere stata contagiata da una malattia letale e misteriosa, che l'ha decimata. Qui però seguiamo le vicende di una sola famiglia, quella di Paul, che con sua moglie Sarah e il loro figlio adolescente Travis, vive isolata in una casa nei boschi. Il film si apre con una scena subito forte: la sorte di un altro membro della famiglia, il vecchio Bud, contagiato e malato. 

giovedì 7 gennaio 2021

Intro e Riff Leggendari: Forma e Sostanza

Dopo aver parlato del leggendario riff di "(Don't Fear) The Reaper", voglio parlare di un pezzo altrettanto leggendario, ma ahimè meno famoso, e tutto italiano (meno famoso forse proprio per questo). Qui, a dire il vero, più che parlare di un riff o di un intro, siamo di fronte a una canzone che è tutta leggenda. Anzi, di un album intero. Contenuta nello straordinario "Tabula Rasa Elettrificata" dei C.S.I. (Consorzio Suonatori Indipendenti) del 1999 (arrivato, vero e proprio evento, al primo posto della Classifica dei Dischi più venduti in Italia), "Forma e Sostanza" a mio parere ha uno degli intro, e poi subito dopo uno dei giri di basso, più belli e ipnotici della storia del rock italiano. Il basso di Gianni Maroccolo (che ho avuto la fortuna di veder suonare dal vivo con i Litfiba durante il Trilogia Tour) è patrimonio dell'umanità. O, per chi crede, come ha detto in un'intervista Giovanni Lindo Ferretti, la prova dell'esistenza di Dio...


Ma cosa aggiungere ancora su questo pezzo? Cosa dire dell'intro? Cos'altro dire sul basso di questa canzone? Lasciamo stare i tecnicismi, perché per quanto riguarda la tecnica, io di Musica arrivo a suonare la mia povera chitarra con accordi e qualche scala. Punto. Ma qui, come nei grandi capolavori, basta semplicemente ascoltare...

martedì 5 gennaio 2021

Carte da Gioco: Topolino FIAT Cinquecento

Continuiamo il viaggio attraverso i mazzi di Carte da Gioco della mia collezione, con un altro mazzo allegato al settimanale Topolino negli anni '90. Siamo nel 1993, stavolta, e come Sponsor tocca alla FIAT Cinquecento. L'auto ebbe un buon successo, nonostante quella versione non richiamasse per niente la storica 500 a cui gli italiani si affezionarono molti anni addietro. Uno sponsor "da grandi", quindi, per un mazzo di Carte allegato a un settimanale "da piccoli". Ma questo mazzo di Carte da Poker, ancora una volta firmato Modiano, è davvero molto, molto bello, visto che stavolta troviamo delle Figure a tema Topolino... su tutte le Carte! Sì, ogni singola Carta da Gioco ha l'immagine di un volto di un personaggio del mondo di Topolino, che sia un Asso, un Tre, un Otto o un Re. E tra i vari personaggi, vista l'abbondanza delle Carte (52, più 2 Jolly), ne troviamo anche alcuni davvero poco conosciuti. Ma andiamo con ordine...

lunedì 4 gennaio 2021

Bram Stoker - Dracula!

Tra i libri letti nel corso del 2020, l'Oscar "Drago" Mondadori "Dracula!" è stato, senza ombra di dubbio, uno dei più belli. E tra gli ormai tanti Draghi della mia collezione, questo è uno dei miei preferiti in assoluto. 
Si tratta infatti di un volume straordinariamente completo, ricco, affascinante, che al meraviglioso romanzo di Bram Stoker aggiunge, grazie allo straordinario lavoro di Franco Pezzini, tanta, tanta altra roba interessante. Si comincia infatti subito con un racconto postumo, "L'Invitato di Dracula", pubblicato grazie alla moglie di Stoker nel 1914, e che inizialmente era stato pensato come l'inizio dell'opera vera e propria. Poi arriva il romanzo, che non ha bisogno di presentazioni, ma che le merita tutte e sempre: è davvero un romanzo bellissimo, che si legge tutto d'un fiato, e che a ben vedere sfata anche alcuni miti sulla vera storia di Dracula, come ad esempio quello sulla vita del Conte alla luce del Sole. L'opera è composta da stralci di diari e note dei protagonisti (tra i quali, ovviamente, spiccano Jonathan Harker e sua moglie Mina, e il mitico professor Van Helsing), che ci fanno immergere nell'atmosfera dark-gotica del romanzo di quel genere per eccellenza. E nella storia ci troviamo ancor più a nostro agio - anche se sempre inquieti per ciò che leggiamo accadere ai personaggi - grazie alle interessanti e illuminanti note di Pezzini. E che dire delle illustrazioni, comprensive di foto e litografie, che ci accompagnano durante la lettura? 

domenica 3 gennaio 2021

The Midnight Sky (2020)

Ho iniziato il mio anno "cinematografico" (virgolette, ahimè, ancora d'obbligo) con "The Midnight Sky", il film diretto da (e con protagonista) George Clooney, disponibile su Netflix. Un film di Fantascienza Post-apocalittica abbastanza classico, e dunque decisamente nelle mie corde. La storia (ne parlo ovviamente senza spoiler), tratta dal libro "La distanza tra le Stelle" di Lily Brooks-Dalton (già messo in lista), è qui riportata in maniera abbastanza semplice e non certo originale, e ci porta nel 2049: l'astronomo Augustine Lofthouse, malato terminale, vive in isolamento in una stazione scientifica del Polo Nord, dopo una serie di cataclismi che hanno, sembra, reso la Terra del tutto inospitale. La sua missione sarà quella di mettersi in contatto con la nave spaziale Aether, di ritorno da una Missione su K-23 (un Satellite di Giove che sembra poter ospitare la vita), per fargli sapere che, visti gli ultimi sviluppi, tornare sulla Terra non è per niente una buona idea. Ma intanto Augustine, nella stazione scientifica, sembra non essere solo...

sabato 2 gennaio 2021

Le Canzoni della Sera (Volume 25)

Cominciamo il nuovo anno in Musica...
Superate le 600 Canzoni della Sera, sono andato a scorrere la lista di tutti gli Artisti che ho pubblicato in questi mesi, e allora ho voluto provare a fare qualcosa di veramente nuovo per le successive 25 canzoni: perché, infatti, non pubblicare canzoni di Artisti mai pubblicati finora? È stato davvero stimolante e divertente andarmi a cercare gruppi e cantanti mai apparsi nelle 600 canzoni (mica poche!) pubblicate fino a questo momento, e il risulto è stato davvero interessante!
Si parte subito con i Cleopatrick, con un pezzo davvero potente, che mi ha conquistato al primo ascolto: "Hometown". Ma parlando di potenza, che dire di "Who I Am" di Shtevil? Ma se pensate che per andare a scovare Artisti mai pubblicati finora, la lista di queste 25 nuove canzoni non poteva contenere grandi classici e nomi altisonanti, vi sbagliate di grosso: ci sono, infatti, Elton John e la sua rockeggiante "Saturday Night’s Alright (For Fighting)"; gli Eagles con l'immortale "Hotel California", e il loro chitarrista storico, Joe Walsh con "Life's Been Good"; Elvis Presley con l'ipnotica "Fever"; Paul McCartney e gli Wings con "Live And Let Die"; Nick Cave con "Into the Arms"; e ancora Janis Joplin e Thin Lizzy, rispettivamente con le famosissime "Piece of My Heart" e "Whiskey In The Jar", che ascoltai per la prima volta in un'altra famosa cover, quella dei Metallica. E poi i Foghat con "I Just Want to Make Love to You". Ma tra i classici e i grandi nomi c'è da mettere anche gli Smiths con "Bigmouth Strikes Again"... e quasi, dico quasi, mi verrebbe da metterci anche i Blink 182 con "What's My Age Again?"; perdonatemi questo piccolo peccato di gioventù...