sabato 2 luglio 2022

Old (2021)

Credo di aver visto quasi tutto di M. Night Shyamalan, e c'è stato un periodo in cui lo amavo davvero molto. Poi ha cominciato a sfornare una serie di cagate (con "After Earth" credo abbia toccato il fondo), e la mia passione per il suo cinema è andata inevitabilmente scemando. In "The Visit" e "Split" (non ho ancora visto "Glass"), però, avevo notato una netta ripresa, e la visione del suo ultimo film, "Old", me l'ha confermata.
Ora: non si tratta di un capolavoro, né tantomeno di un gran film, ma in "Old" ho rivisto tante cose che mi aveva fatto amare i film di Shyamalan: mistero, mistero, mistero e colpo di scena finale. E a me, per un certo tipo di Cinema, mi basta e avanza.
E il sopracitato mistero se lo ritroverà a vivere una famiglia in vacanza in una zona tropicale, dove insieme a un gruppo di altri poveri disgraziati ben presto scoprirà che la spiaggia da sogno dove sono stati mandati in esclusiva dai proprietari del villaggio vacanza, più che da sogno è ovviamente da incubo. Il tempo, a quanto pare, sembra scorrere diversamente rispetto al solito; o si tratta di qualche altro strano, terrificante fenomeno?

venerdì 1 luglio 2022

American Horror Stories (Stagione 1)

Di American Horror Story ho visto le prime 4 stagione, apprezzando soprattutto le prime due. Poi, per una serie di motivi che nemmeno ricordo (sarà stato anche per via dell'abbandono della Lange e l'entrata della Gaga?!), non ho più continuato, anche se mi sono sempre ripromesso di riprenderlo. Quando però ho scoperto dell'esistenza di American Horror Stories, una sorta di spin-off della Serie più famosa (arrivata ormai addirittura alla decima Stagione, con in arrivo un'undicesima), in versione antologica, mi ci sono subito tuffato, proprio per via della particolarità di non star lì a seguire per forza una serialità che nell'ultimo periodo proprio non mi sarei potuto permettere. La differenza tra mamma Story e figlia Stories, dunque, sta tutta nel fatto che la prima differisce in argomenti e storie da Stagione a Stagione, mentre la seconda da episodio a episodio. 
La Prima Stagione delle "Stories" è disponibile su Disney+, e conta 7 episodi per 6 storie. La prima storia, "Rubber(wo)Man", infatti, viene raccontata nei primi due episodi (e ripresa in parte nell'ultimo). Ma vale la pena seguirla?

mercoledì 29 giugno 2022

Lontano da Tutto: il Punto Nemo

Io odio l'estate. Odio il caldo, il mare affollato, la musica latino-americana, il sudore, il sole negli occhi. Quest'anno poi, con l'inizio del caldo torrido addirittura da maggio (maledizione! Sto segnando con le croci sul calendario i maledetti giorni d'estate che passano, obiettivo metà settembre, come si faceva al militare verso il giorno del congedo), in quest'ultimo periodo è uscita con prepotenza la mia misantropia mai del tutto sopita. E proprio pensando a questo mi è venuto in mente un argomento di cui avrei voluto parlare già da un pezzo, ma che era rimasto lì tra le mille bozze del mio blog (sì, mi sta sul cazzo anche il fatto che un giorno duri soltanto 24 ore): il Punto Nemo.

domenica 19 giugno 2022

Todd Grimson - Al Nuovo Gusto di Ciliegia

Dopo aver visto e apprezzato abbastanza la Serie TV, ho deciso di recuperare subito il libro da cui è tratta, che in verità è uscito in Italia qualche mese dopo l'uscita della Serie.
"Al Nuovo Gusto di Ciliegia", dello Scrittore americano Todd Grimson, è un romanzo molto particolare; e questo l'avevo ampiamente previsto dopo aver visto la Serie TV su Netflix. Quest'ultima, però, ci racconta soltanto ciò che accade nelle prime 100 pagine circa del libro, risultando alla fine abbastanza inconcludente. Nel romanzo invece troviamo una storia ovviamente più piena, completa e interessante, con tra l'altro alcuni dettagli importanti diversi rispetto all'adattamento televisivo: Boro, per esempio, nel romanzo è un uomo, mentre nella Serie TV l'abbiamo visto sotto le sembianze di una donna.
Non cambia la protagonista principale, Lisa Nova, una giovane regista che, sentitasi imbrogliata da un importante produttore di Hollywood, avrà la pessima idea di rivolgersi a uno strano personaggio, Boro, per farsi aiutare nel suo piano di vendetta. Una vendetta, quella che le regalerà Boro, che andrà un po' troppo in là rispetto alle sue aspettative...

mercoledì 8 giugno 2022

Lamb (2021)

È difficile catalogare un film come "Lamb", ma una cosa è certa: a me non è dispiaciuto affatto, anzi...
Ci troviamo in Islanda, e la storia ci mostrerà la vita isolata della coppia María e Ingvar. I due vivono tranquilli nella propria fattoria insieme al loro gregge di pecore, e proprio una di queste bestie, un giorno, partorirà un agnello che i due decideranno subito di portare in casa e crescere come se fosse un loro figlio. Ma perché questa decisione? Quale sarà mai la particolarità di quel piccolo animale?

lunedì 6 giugno 2022

Notte Stellata (Stagione 1)

Su Prime Video è disponibile da qualche giorno "Notte Stellata", una Serie TV in 10 episodi che spazia dalla Fantascienza al Dramma, e che mi ha conquistato totalmente dopo la visione del primo episodio. Un primo episodio che, c'è da ammetterlo nonostante in fondo la Serie mi sia piaciuta, per certi versi mi ha illuso. Ma andiamo con ordine...
La storia di "Night Sky" (il titolo italiano non mi convince tanto quanto quello originale) parte da una sera di molti anni prima rispetto alle vicende a cui assisteremo, durante la quale Irene e Franklin si conoscono. Li troveremo poi anziani, dopo anni di matrimonio e una tragedia familiare da cui soprattutto Irene stenta a riprendersi, soli nella loro casa che... nasconde un segreto: nel sotterraneo sotto il capanno, infatti, i due coniugi molti anni prima hanno scoperto un passaggio segreto che li porta su un altro Mondo. Un Pianeta alieno, desertico, che però possono ammirare soltanto da una sorta di ambiente confortevole, una specie di capsula (quella in cui si ritrovano dopo aver attraversato il passaggio) che li protegge da eventuali pericoli (soprattutto per quanto riguarda l'aria respirabile o meno del pianeta sconosciuto), con una grande vetrata, comodamente seduti; e la visione di quel mondo alieno è a dir poco mozzafiato. Ben presto, però, durante una capatina in solitaria di Irene, questa farà la conoscenza di un ragazzo che troverà proprio in quell'ambiente; e l'arrivo di questo sconosciuto cambierà per sempre le vite di Franklin e Irene...

giovedì 2 giugno 2022

Le Canzoni della Sera (Volume 38)

Con le mie serate sempre molto impegnate, tra bagnetti e pappe, le mie adorate Canzoni della Sera ultimamente stanno latitando, anche se nel periodo preso in considerazione in questo post non sono stato tanto assente quanto in quello che sarà il successivo...
Comunque, bando alle ciance e sotto con la Musica! Davvero pochi gli italiani presenti stavolta: soltanto tre. Stiamo parlando dei Negrita (quando erano i Negrita) con "Mama Maè", dei Punkreas con Davide Toffolo e la loro "La Verità", e dei C.S.I. con la (a proposito di citazioni) ricchissima "Celluloide"
Molto più ricco, invece, l'elenco della canzoni in lingua inglese...

mercoledì 1 giugno 2022

Freaks (2018)

Facendo il solito "zapping" tra i film disponibili su Prime Video, mi sono imbattuto in "Freaks". Avendo in quel momento non tantissimo tempo e, soprattutto, neanche tanta attenzione da dedicare a qualcosa di impegnativo, ho pensato allora che questo film potesse rivelarsi la scelta giusta. E così è stato.
Senza fare spoiler come sempre: la storia che ci viene raccontata è quella della piccola Chloe, che vive quasi segregata insieme a suo padre. Il genitore, infatti, fa di tutto per tenerla lontana dall'esterno, a suo dire pericoloso e malsano. Ma la curiosità e, soprattutto, la voglia di conoscere della bambina, faranno sì che i piani di protezione di suo padre vengano ben presto messi in discussione e in pericolo. Ma di che pericolo mai si tratterà? Cosa c'è di così mostruoso là fuori da spingere un genitore a tener chiusa in casa sua figlia lontano da tutto e da tutti? Lo scopriremo pian piano proprio grazie a Chloe...

domenica 29 maggio 2022

"Creature del Buio" in 3 Dopo Mezzanotte

È uscita da qualche giorno la terza raccolta di racconti del Gruppo STEPHEN KING-ITALIA (nella prima, "5 minuti al buio", c'è il mio "La Discesa"). Edita, come le precedenti, da La Ruota Edizioni, all'interno della raccolta è presente anche un mio racconto, "Creature del Buio", illustrato da Andras Katalin Tunde; ogni racconto, infatti, è accompagnato da un'illustrazione, e ne approfitto per ringraziare Katia Andras per aver saputo catturare un frammento, un momento, un attimo della mia storia. Un storia che, come annuncia con chiarezza il titolo della raccolta, si svolge alle 3 di notte, ogni notte, in una piccola stanza di un piccolo ragazzino che vorrebbe tanto capire cosa stia davvero succedendo nel suo piccolo mondo. Ma lo scoprirà? Una cosa è certa: noi sì, lo scopriremo eccome, leggendo la sua storia. Ma attenzione: "Creature del Buio" è un racconto che fa del buio, del mistero e dell'orrore i suoi compagni di gioco; un gioco spietato che coinvolgerà il nostro giovane Paolo e tutti coloro che avranno il coraggio di entrare nella sua camera da letto e star lì ad aspettare fino alle tre dopo mezzanotte...

martedì 24 maggio 2022

Pierz - (cit.)

Mi sono divertito davvero tantissimo nel leggere questo "(cit.)" di Pierz. Il fumetto, edito da NPE, comprende una storia principale, divisa in due parti, intervallata da una raccolta di vignette che l'autore aveva già pubblicato sui suoi spazi social/web (Ravioli Uèstern su tutti). La storia lunga ci racconta di due personaggi particolari che, dopo un evento che scatenerà l'ira di una Cometa col volto di Paolo Brosio (sì, avete capito bene!), e che minaccerà seriamente la fine del mondo, cercheranno di salvare l'umanità. Il mondo intero, dunque, si ritroverà nelle mani di questi due improbabili eroi: il Raviolo Ningia e... quell'altro. E se ne vedranno delle belle...

lunedì 16 maggio 2022

Scudetto No Grazie

Ieri al Diego Armando Maradona c'è stata l'ultima di Lorenzo Insigne. Buon giocatore, non certo un campione, devo ammettere di non averlo mai amato davvero. Altro è l'amore provato per Hamsik, Lavezzi, Cavani, Albiol...
Ieri, dunque, nessuna particolare emozione. Anche perché chi ha la memoria corta e si è scorticato le mani per applaudirlo ieri pomeriggio all'ex San Paolo, dovrebbe ricordarsi di qualche spettacolo indecente a cui ha partecipato da grande protagonista: ammutinamento con Ancelotti e Napoli-Verona 20/21 per cominciare; credo che un vero capitano, uno per cui sarebbe davvero valso spellarsi le mani per gli applausi di congedo, avrebbe appeso i compagni agli armadietti di fronte a simili scempiaggini. Lui invece ne è stato complice e forse addirittura capobanda. No, non dimentico. E quindi non me n'è mai fregato assolutamente niente del suo addio e della sua nuova avventura in un campionato al livello della nostra Serie C. Contento lui...
"Eh Guido, ma i soldi..."
Sì, certo. Vuoi mettere guadagnare qualche milioncino in più dopo tutti quelli che ha (giustamente) guadagnato negli anni passati? Non sia mai che andasse in rovina e non riuscisse più a campare i figli, i figli dei figli e quelli dei figli dei figli...
Vabbè.

domenica 15 maggio 2022

Freaks Out (2021)

Avevo grandi aspettative su "Freaks Out", il film di Gabriele Mainetti disponibile su Prime Video. Qualcuno, tra l'altro, aveva anche affermato che il film di Mainetti avrebbe meritato la candidatura all'Oscar a discapito di "È stata la mano di Dio"; non sono d'accordo. Nonostante infatti il film di Sorrentino non mi abbia fatto impazzire, lo trovo decisamente superiore a questo. 
In "Freaks Out" ci troviamo nel 1943, a Roma, in piena Guerra Mondiale. In questo scenario ecco il circo di Israel, con i suoi "mostri": Cencio, che ha la capacità di controllare gli insetti; Fulvio, una sorta di uomo-bestia fortissimo, ricoperto completamente di pelo; Mario, un nano magnetico, capace infatti di attrarre qualsiasi oggetto metallico; e infine Matilde, una giovanissima ragazza che governa il potere dell'elettricità. Così Israel, essendo ebreo, cercherà di organizzare una fuga insieme ai suoi amici particolari; peccato che le cose, ovviamente, non andranno proprio come previsto...

mercoledì 11 maggio 2022

Scissione (Stagione 1)

Era da tempo che non mi entusiasmavo così per una Serie TV. Una Prima Stagione davvero fantastica quella di "Scissione" (o "Severant"), la Serie diretta da Ben Stiller disponibile su Apple TV+, bella dal primo all'ultimo episodio. 
La storia parte da un'idea semplice ma geniale: Mark Scout, il protagonista (NB: l'attore, Adam Scott, non ha nessuna parentela con Tom Cruise; almeno credo), lavora presso la Lumon, una Società che si occupa di qualcosa di importante e misterioso. Talmente importante e misterioso che i propri dipendenti, tra cui lo stesso Mark, per entrarvi a far parte devono essere sottoposti a una particolare procedura: la Scissione. Questa procedure, infatti, prevede la divisione chirurgica dei loro ricordi tra lavoro e vita personale. In pratica, Mark si ritroverà a vivere due vite scisse: quella dei ricordi della vita extra-lavoro, la vita normale, in cui Mark si sveglierà al mattino, entrerà nel luogo di lavoro, e si ritroverà subito dopo all'uscita, senza ricordare nulla di quello che ha fatto in ufficio. Questo, secondo lui, sarà anche un modo per elaborare al meglio un grave lutto; e poi la vita dei ricordi sul posto di lavoro, in cui quel Mark si ritroverà a vivere continuamente in ufficio, dall'inizio, al mattino, alla fine, alla sera, quando entrerà nell'ascensore per uscire dal lavoro e si ritroverà subito dopo... al mattino, a uscire dall'ascensore e a riprendere il lavoro, senza aver alcun ricordo della sua vita all'esterno. 

martedì 10 maggio 2022

Vai a farli spaventare!

È morto Richard Benson, e la notizia mi ha colpito davvero molto.
Proprio qualche settimana fa avevo letto con piacere, sulla sua pagina Facebook, dell'arrivo del suo nuovo singolo e del suo nuovo progetto. Insomma, sembrava che il nostro Richard stesse tornando dopo un periodo molto difficile. Periodo difficile che, a quanto pare, purtroppo non era affatto terminato.
Molti di voi non lo conosceranno. Altri invece lo conosceranno soltanto come personaggio trash, e, in fondo, non posso biasimarli. Perché Richard Benson era anche questo, e io per primo spesso mi sono trovato a citare divertito delle sue massime ("Ti devi spaventareeeee!"), o a prenderlo per il culo guardando alcuni suoi video diventati ormai dei classici.
Poi, qualche anno fa, guardando il video di un live che aveva tenuto in un locale romano, segnalatomi da non ricordo più chi per farci quattro risate, beh... io di risate non me ne feci neanche mezza. Probabilmente, durante quel concerto, Benson stesso fu complice (e vittima) dello spettacolo indecente che vide grande protagonista il pubblico, che ricoprì il povero artista di sputi, insulti, e tanta altra robaccia del genere...

domenica 8 maggio 2022

Breve Storia Triste: Il Battesimo di mio Nipote

Non scendevo nel mio paese d'origine - e dunque non vedevo i miei - da oltre due anni: pandemia, lock-down, focolai Covid scoppiati nel paesino un giorno prima della partenza per la solita visita estiva, mia moglie incinta, mia mamma in ospedale per interventi a ginocchia e femore, l'arrivo di Lorenzo. 
Poi finalmente arriva il 1 maggio 2022, il giorno del Battesimo di mio nipote, la cui madrina sarà proprio mia moglie. Quale occasione migliore per godersi finalmente la rimpatriata di famiglia?
Forse un'altra.
Perché a scendere siamo scesi, certo, ma...

martedì 26 aprile 2022

Richard Chizmar & Stephen King - L'Ultima Missione di Gwendy

Eccolo, il libro dalla copertina che ha avuto il potere di farmi rispolverare una storia che per me, dopo il primo capitolo di quella che poi si è rivelata una Trilogia, era morta e sepolta: "L'Ultima Missione di Gwendy". La copertina di questo libro, infatti, richiama chiaramente quella che per me è l'opera più bella di Stephen King: "La Torre Nera". E allora potevo mai perdermela?
Dopo il brutto secondo capitolo (e un primo così così), in questo atto conclusivo torna lo zio Steve, e le cose vanno un po' meglio. Non siamo di fronte a un capolavoro, ma la storia di questa ultima missione di Gwendy si lascia leggere con curiosità (al contrario del precedente), fino ad arrivare a un finale che va a chiudere un cerchio forse un po' troppo largo.
Rispetto al secondo libro, "La Piuma Magica di Gwendy", si va ancora più in avanti nel tempo, addirittura più avanti rispetto al presente. È una storia quindi ambientata in un futuro molto prossimo (il 2026, con flashback anche in anni precedenti), e in cui infatti riecheggia forte e chiaro il COVID. Qui però la nostra Gwendy, al contrario del capitolo precedente, non la troviamo al massimo delle forze. Professionalmente al top, la ritroveremo infatti a fare i conti con problemi di salute decisamente importanti, e che metteranno in seria discussione la sua missione. Una missione fondamentale, vitale, talmente importante che dovrà viaggiare molto, molto in alto per poterla portare a compimento... 

venerdì 22 aprile 2022

È stata la Mano di Dio (2021)

Lo ammetto: è difficile per me spendere qualche parola su un film come "È stata la mano di Dio". È difficile perché, come ho già detto più volte, non sono un esperto o un critico cinematografico. Ma al contrario di film come "Drive my Car", in questo caso il mio non essere un esperto lo vivo davvero come un peccato, perché per quanto il film di Paolo Sorrentino non sia per niente un film facile, così come non lo è per niente il film di Ryūsuke Hamaguchi, "È stata la mano di Dio", al contrario del film giapponese, mi ha lasciato qualcosa; anzi, molto. Tanto da essermi prefissato una seconda visione.
Sia chiaro però: non lo ritengo assolutamente il film migliore di Sorrentino, né un film (così come in effetti è successo) potenzialmente pretendente serio per l'Oscar come Miglior Film Internazionale (su questo ho il mio personale parere: doveva vincere "Flee"). 
La storia che ci racconta Sorrentino (il film è disponibile su Netflix) è quella di un giovane napoletano degli anni '80, Fabio (Fabietto), che vivrà l'esperienza (o meglio evento) dell'arrivo di Diego Armando Maradona a Napoli. Questa vicenda popolare farà da sfondo a quelle più personali del protagonista (in cui sono evidenti i riflessi autobiografici del regista), che fra gioie e dolori lo segneranno profondamente.

giovedì 14 aprile 2022

Carte da Gioco: Topolino - Le Carte d’Autore di Fabio Celoni

Due anni dopo l'uscita dei due Mazzi di Carte firmati da Paolo Mottura (che potete trovare qui), ecco che nell'estate del 2021 troviamo come allegati al settimanale Topolino altri due Mazzi di Carte a tema, stavolta firmati da Fabio Celoni. Anche stavolta i Mazzi, al contrario di quelli allegati al settimanale negli anni '90, sono stati allegati completi ai numeri 3429 e 3430 di Topolino. 
Il tema richiamato da Celoni in queste belle Carte da Gioco è, così come anche quello di Mottura, un tema Medievale:


domenica 10 aprile 2022

Là Fuori!

Ogni tanto mi chiedo come possa essere la vita di un razzista, di un omofobo, di un odiatore seriale; e non mi do una risposta, ovviamente. Non me la do perché, nonostante da sempre abbia una discreta fantasia, in fin dei conti, per il mio bene, non mi va di immaginare vite così misere. 
D'altro canto c'è un'altra categoria della quale mi chiedo le stesse cose: i Moralisti. Ma per quanto riguarda loro la fantasia non occorre per immaginarsi come vivano. Io credo, infatti, che la maggior parte di essi viva come viviamo tutti noi. Insomma, sono dei gran furboni: fanno quell'espressione che è un misto di indignazione e preoccupazione, buttano lì le solite frasi banali (se riescono a infilarci un "e i bambini?!" ancora meglio), e voilà... "Noi siamo meglio di voi!"
No. Siete solo dei poveri coglioni, credetemi.
Ma come mai mi è venuto in mente di fare un post dedicato a questa ridente categoria della ridente razza umana? 

sabato 9 aprile 2022

Richard Chizmar - La Piuma Magica di Gwendy

Dopo aver riletto il primo capitolo della Trilogia di Gwendy (il motivo lo spiego qui), sono passato subito al secondo volume, "La Piuma Magica di Gwendy". Stavolta la storia (di nuovo un romanzo breve) è tutta farina del sacco di Richard Chizmar, orfano dell'aiuto di Stephen King (che è comunque presente nella prefazione del libro), che tornerà però nel capitolo finale.
In questo secondo romanzo ritroviamo ovviamente la protagonista Gwendy, molti anni dopo aver salutato la sua Scatola dei Bottoni. E la ritroviamo in una situazione decisamente buona: è infatti Deputata al Governo e felicemente sposata. Ma a distanza di anni, ecco che nella sua vita ci sarà un importante ritorno, e come se non bastasse si ritroverà anche catapultata nelle vicende di cronaca nera che stanno colpendo la comunità di Castle Rock...

mercoledì 6 aprile 2022

Flee (2021)

Dei tre film candidati all'Oscar come Miglior Film Internazionale che sono riuscito a vedere (insieme a "Drive my Car" ed "È stata la mano di Dio") prima della notte in cui la mano di Will Smith, tra l'esse piuma o l'esse fero, ha scelto la seconda, "Flee" è quello che mi è piaciuto di più.
Il film è una sorta di documentario animato che narra la storia di Armin, fuggito dall'Afghanistan e accolto in Danimarca. Armin racconta al suo migliore amico l'odissea giovanile vissuta, dalla trasformazione (non certo in meglio) del suo Paese alle angherie della polizia russa (un caso che il film sia uscito proprio in questo periodo), passando per le difficoltà iniziali dovute alla sua omosessualità...

domenica 3 aprile 2022

Le Canzoni della Sera (Volume 37)

Superata quota 900, aggiungiamo altre 25 canzoni con la 37esima tracklist di Canzoni della Sera.
Cominciamo dalla Musica Italiana, con due canzoni che descrivono benissimo il periodo in cui le ho condivise: "Io non mi sento italiano", di Giorgio Gaber, e "Povera Patria", di Franco Battiato. Di che periodo sto parlando? Erano giorni in cui la politica italiana era impegnata nella scelta di un degno successore di Sergio Mattarella. E sappiamo bene com'è finita.
Il 18 febbraio viene ricordato dai più per la nascita di Fabrizio De André. Ma questo giorno ha regalato alla Musica Italiana un altro grande artista: Augusto Daolio. Quest'anno non l'ho voluto ricordare con una canzone dei suoi Nomadi, ma con la canzone che Cisco Bellotti gli ha dedicato: semplicemente, "Augusto". Tre giorni dopo altra data da ricordare: il 21 febbraio del 2014, infatti, ci lasciava Francesco Di Giacomo. E allora ho voluto ricordarlo con la prima canzoni in assoluto che ascoltai del suo Banco del Mutuo Soccorso, in un lontano "Help" di un lontano Red Ronnie: "Il Ragno". Altra data da ricordare con dolore è il 1° marzo, il giorno della scomparsa del mitico Lucio Dalla, qui con la splendida "Balla Balla Ballerino"
Ma l'8 marzo si torna a sorridere, con un omaggio particolare per la Festa della Donna: "Regina di Cuori" dei Litfiba...

martedì 29 marzo 2022

Al Nuovo Gusto di Ciliegia (Miniserie)

Tratto dall'omonimo libro (che ho già messo in lista, in uscita tra qualche giorno), "Al nuovo gusto di Ciliegia" è una Serie TV (disponibile su Netflix) molto particolare. Un mix di Horror, Thriller e Commedia Nera ben confezionato, che mette tanta carne sul fuoco. Qui, parlando proprio di Horror, troviamo infatti tante rappresentazioni dell'orrore: dagli zombie alle streghe, passando per i fantasmi e, perché no, alle possessioni. C'è di tutto. Ma di cosa parla esattamente?
Lisa Nova è una giovane e promettente regista che, grazie a un corto molto interessante (e di grande impatto) riesce a farsi notare dal produttore Lou Burke. Il magico e luccicante mondo di Hollywood, però, si rivelerà ben presto tutt'altro che facile (la critica che attraversa tutta la storia), ed ecco allora che la nostra Lisa proverà a vendicarsi grazie a un conoscenza molto particolare...

domenica 27 marzo 2022

Drive my Car (2021)

Stanotte si assegneranno gli Oscar, e nonostante mi fossi posto l'obiettivo di guardare il maggior numero possibile di pellicole candidate, ahimè ho fallito miseramente. Ma visto che qualche tempo fa sono riuscito comunque a guardare il film di Sorrentino, avevo così deciso di concentrarmi soltanto sui concorrenti di "È stata la mano di Dio" nella categoria "Miglior Film Straniero". Oltre al film italiano, però, sono riuscito a portare a termine soltanto altri due film, "Flee" e "Drive my Car".
La scelta sul film di cui parlare per primo è stata abbastanza semplice: è caduta infatti sul film giapponese di Ryusuke Hamaguchi, "Drive my Car". La scelta, però, non è stata dettata dal gradimento, quanto dal fatto che sembra essere il film che probabilmente riuscirà anche a vincere la categoria più importante, quella di "Miglior Film".
Dunque, parlavo di gradimento: io ci ho sempre tenuto molto al mio ruolo di spettatore semplice, e questa mia semplicità, a quanto pare, è emersa ancora una volta, con prepotenza, di fronte all'osannato capolavoro "Drive my Car". Dei tre film che ho citato, infatti, è quello che mi è piaciuto di meno, e non mi faccio particolari problemi ad ammetterlo: come dico spesso, non sono un critico, né, per carità, un esperto (direte voi: "E si vede!"; risponderò io: "Se fossi un esperto o un critico probabilmente ci camperei, scrivendo 'sta roba").
Ma torniamo a "Drive my Car"...

venerdì 25 marzo 2022

Richard Chizmar & Stephen King - La Scatola dei Bottoni di Gwendy

Mi capita molto raramente di leggere un libro più di una volta, soprattutto perché con tutta la roba non letta che c'è in giro, tra grandi classici e novità, e il poco tempo libero che un povero cristo come me riesce a ritagliarsi, faticherei davvero parecchio a non definire "sprecato" il tempo passato a rileggere qualcosa di già conosciuto. E, vi assicuro, a volte proprio non riesco a capire come facciano alcuni ad annunciare beatamente (come leggo su qualche pagina Facebook o su qualche Forum) che sono alla quarta, quinta, sesta rilettura di questo o quel libro; non so se invidiarli o meno. Forse meno.
Ma tornando al libro protagonista del post: la prima volta che lessi "La Scatola dei Bottoni di Gwendy" fu nel periodo dell'uscita, esattamente quattro anni fa, e non mi entusiasmò per niente. Un romanzo brevissimo (forse più un racconto lungo) scritto da Richard Chizmar, che praticamente riprende una storia iniziata da Stephen King, e che quest'ultimo non era riuscito a sviluppare. Nonostante la mano dello zio Steve (in pratica poi King ha contribuito alla storia rivitalizzata da Chizmar), quindi, non riuscì a coinvolgermi in pieno, tanto che rinunciai addirittura a prendere il seguito, "La Piuma Magica di Gwendy", chiudendo dunque la pratica. E allora, vi chiederete voi, perché diavolo te lo sei andato a rileggere, dopo la premessa che hai fatto?!
Per colpa del Ka, vi risponderei se foste tutti amanti della Torre Nera, cosa che in un mondo buono e giusto dovrebbe accadere. Ma visto che non viviamo (per niente) in un mondo del genere, ve lo spiego meglio...

martedì 22 marzo 2022

Videoclip Mania (Volume 2)

Torniamo a parlare di Musica, e più precisamente di Videoclip.
Come avevo già annunciato nel Volume 1, ogni tanto proporrò sul blog alcuni dei Videoclip Musicali che più mi hanno colpito e divertito nel corso della mia vita. E stavolta partiamo subito con un Video che nel 2000 ho letteralmente consumato con gli occhi (e con le orecchie)...
Sto parlando di "Californication" dei Red Hot Chili Peppers:

https://www.youtube.com/watch?v=YlUKcNNmywk

domenica 20 marzo 2022

Più o Meno ad Est

Oggi è l'Equinozio di Primavera, e al pari di quello d'Autunno, ho deciso di dedicargli un post, stavolta con una curiosità che, credo, sarà già conosciuta da molti. 
Sappiamo infatti che il Sole sorge a Est, ma vi sarà sicuramente bastata un po' d'attenzione per notare che il punto esatto da cui spunta il Sole ogni giorno varia (e non di poco) in base al periodo in cui lo osserviamo:


sabato 19 marzo 2022

H.G. Wells - Il Cibo degli Dei (I Primi Maestri del Fantastico)

Indubbiamente uno dei miei "Scrittori Classici" preferiti, H.G. Wells nel 1904 dava alle stampe "The Food of the Gods and How It Came to Earth", conosciuto in Italia come "Il Cibo degli Dèi" (o "L'Alimento Divino"). Il romanzo in questione fa parte della collana "I Primi Maestri del Fantastico", ed è proprio di questa edizione che parliamo.
La storia ci racconta della creazione, da parte di due scienziati, i professori Bensington e Redwood, di una particolare sostanza, la Herakleophorbia, capace di far crescere le cose. E non solo...

giovedì 10 marzo 2022

Sputnik - Terrore dallo Spazio (2020)

Mi ero perso l'uscita di questo film russo (soltanto un caso averlo scoperto proprio qualche giorno prima di quello che sta accadendo attualmente in Ucraina...), e ne sono venuto a conoscenza grazie a un post di "Clarke è vivo". La storia di "Sputnik" subito mi ha affascinato, e da amante di un certo tipo di Fantascienza l'ho immediatamente recuperato (è disponibile su Prime Video).
Dopo un misterioso incidente avvenuto in orbita, a tornare con i piedi per terra sano (più o meno) e salvo è soltanto uno dei due astronauti in missione. Per cercare di definire meglio le condizioni dell'astronauta sopravvissuto, viene così chiamata una importante (e discussa) psicologa, che ben presto si ritroverà a fare i conti con le reali condizioni dell'uomo...

domenica 6 marzo 2022

Lo Strano Caso di "Mad World"

Scoprii la canzone "Mad World" grazie al film "Donnie Darko". Ricordo che mi piacque moltissimo, tanto da andare poi a cercarla subito su un programma peer-to-peer (mi pare WinMX). Digitai, senza indugio: "REM - Mad World".
Detto fatto: canzone scaricata.
Sì, perché la primissima versione di questa canzone campeggiava nella mia lista del lettore MP3...

(Proprio questo... anche dello stesso colore!)

...nominata proprio "REM - Mad World". Fin dal primo ascolto durante il film, infatti, non mi era mai nemmeno passato per la mente il dubbio che potesse trattarsi di un artista diverso dalla band di Michael Stipe. Dai... erano i R.E.M., punto!
Qualche anno dopo, invece, forse usando Youtube (almeno credo), ecco la scoperta: la canzone  non era affatto dei R.E.M., perché quella voce che avevo scambiato per quella di Stipe era in realtà quella di un tizio che si chiamava Gary Jules...

venerdì 4 marzo 2022

Paul Tremblay - La Casa alla Fine del Mondo

Avevo messo in lista "La Casa alla Fine del Mondo" di Paul Tremblay (vincitore del Bram Stoker 2018) subito dopo l'annuncio dell'uscita negli Oscar Fabula della Mondadori. La storia mi aveva subito affascinato: una famiglia americana composta dalla piccola Wen e dai suoi due papà Eric ed Andrew, decide di passare qualche giorno lontano dalla città, in una casa in campagna. Lontano dalla città vuol dire però anche niente internet e niente telefono mobile, e, da che mondo è mondo, la mia Cultura Horrorifica mi ha insegnato che la mancanza di queste due cose, all'apparenza strumenti del diavolo da cui scappare per rilassarsi, in situazioni del genere non porta mai a nulla di buono. La piccola Wen, infatti, mentre è impegnata a catturare delle cavallette per studiarle meglio inserendole nel suo bel barattolo di vetro, farà la conoscenza di un giovane e grosso uomo spuntato dal nulla, Leonard. Ma Leonard, che all'apparenza le sembra anche un tipo a posto (ma non del tutto), non è da solo. E l'arrivo degli altri suoi tre compagni segnerà per la famiglia l'inizio di un vero e proprio incubo, in cui si mescoleranno violenza, presagi, sangue e ricerca di verità e salvezza; ben al di là di quella della famiglia di Wen...

martedì 1 marzo 2022

Miss Violence (2013)

Qualche tempo fa, dopo aver visto "Dogtooth" ed essermi innamorato del Cinema di Lanthimos, ho voluto approfondire un po' la mia cultura cinematografica greca. Ecco allora che quando mi ritrovavo a parlare di Cinema con amici e conoscenti, ai loro occhi probabilmente apparivo un po' come Mario Brega in "Borotalco": "E guarda 'sto film... è greco!". Peccato però che non avessi la stessa capacità di persuasione del buon Mario, e probabilmente quei film greci me li sono visti soltanto io. Poco male.
Uno di quelli che sponsorizzavo di più era "Miss Violence" (disponibile su Prime Video), che ho rivisto qualche mese fa. Il film si apre con una scena molto forte (il post è come sempre senza spoiler): nel giorno del suo undicesimo compleanno, la piccola Angeliki decide di buttarsi giù dal balcone; sorridente. Servizi Sociali e inquirenti, quindi, cercheranno di capire le ragioni di quell'assurdo suicidio, che invece la sua famiglia cerca di far passare come un incidente. Ecco allora che ben presto cominceremo a conoscere meglio la famiglia di Angeliki, e i suoi terribili segreti...

lunedì 28 febbraio 2022

Like Power

Un post veloce e, visto quello che si sente in giro, leggero, tanto per sottolineare come funziona il Giornalismo Italiano, e nello specifico quello calcistico: ieri sera il Napoli, battendo all'ultimo respiro la Lazio, ha agganciato il Milan al primo posto nella classifica del Campionato di Serie A. Non solo: la prossima giornata, infatti, quasi come se fosse stata scritta da un bravo sceneggiatore, ci regala proprio lo scontro diretto tra le prime, Napoli-Milan. Sul maggiore quotidiano nazionale di informazione sportiva, quindi, stamattina c'era da immaginarsi un titolone a tutta pagina riguardo lo strepitoso aggancio dei partenopei nei confronti dei rossoneri, e invece...


domenica 27 febbraio 2022

Carte da Gioco: Topolino - Le Carte d’Autore di Paolo Mottura

Devo dire la verità: mi ero quasi dimenticato di questi due Mazzi di Carte allegati ai Topolino 33233324 dell'estate del 2019, tanto che avevo in preparazione il post sui due usciti nel 2021. A ricordarmi di queste Carte è stato il buon Max con un post su Facebook.
Ma andiamo ad analizzare un po' questi due bei Mazzi di Carte che portano la firma di Paolo Mottura, e che diversamente delle Carte da Gioco allegate al settimanale Disneyano negli anni '90, troviamo in due versione (Blu e Rosso), e con un'altra differenza: i Mazzi sono usciti completi in allegato al relativo numero di Topolino, senza, come accadeva negli anni '90, collezionare le Carte spalmate solitamente in 4 uscite divise per seme:

martedì 22 febbraio 2022

Locke & Key (Stagione 2)

Dopo una buona Prima Stagione, ho finalmente trovato un po' di tempo per dedicarmi alla Seconda di "Locke & Key", disponibile già da un po' su Netflix
Dicevo di una buona Prima Stagione: dopo le strane avventure a suon di Chiavi Magiche vissute dai fratelli Locke all'interno della grande casa in cui si sono trasferiti dopo l'assassinio del padre, i problemi per i tre ragazzi non sono finiti per niente, un po' come avevamo intuito dal Finale di Stagione della Prima Parte. Ed ecco che tra prime cotte adolescenziali, idee per il seguito di un film horror fatto in casa, e divertenti modi di usare le Chiavi ormai ampiamente governate dai giovani, il male trama per portare a termine il suo piano diabolico...

lunedì 21 febbraio 2022

Le Canzoni della Sera (Volume 36)

Col Volume 36 arriviamo a quota 900 Canzoni della Sera. E così come in questi ultimi mesi c'è stato un rallentamento per quanto riguarda la pubblicazione di post sul blog, allo stesso modo c'è stato un rallentamento anche sulla condivisione di canzoni di fine giornata (questa tracklist di 25 brani inizia l'11 novembre e termina il 10 gennaio!), visto che a fine giornata ultimamente ci arrivo abbastanza stanchino...
Ma la Musica non si ferma, e allora esploriamo questa nuova tracklist:
Per l'Anniversario dei nostri 20 anni (20?! Mamma mia che vecchitudine ragazzi!) ho scelto una canzone che ci è sempre piaciuta una sacco: "Prima del Temporale" di Enrico Ruggeri. Continuiamo con gli italiani, e arrivano due novità: Manuel Agnelli con "La Profondità degli Abissi" (molto lontani i bei tempi degli Afterhours), e i Ministri con "Numeri"; quest'ultimo brano molto particolare, così come il videoclip...
E a proposito di gruppi italiani che amo particolarmente, ecco i Marlene Kuntz con "Il Genio (L'importanza di essere Oscar Wilde)"; pezzo che spacca di brutto...
Chiude la schiera dei Made in Italy Jovanotti: con "L'ombelico del mondo" ho voluto fare gli auguri a una mia cara amica, Federica, che è riuscita persino a trascinarmi a un concerto di Lorenzo...
Passiamo ora alla Musica Internazionale: 

sabato 19 febbraio 2022

Punto di Non Ritorno (1997)

Qualche sera fa mi era venuta voglia di vedere un Horror, e allora sono andato a cercarmelo nella mia (lunghissima) lista di Prime Video. Ed ecco che, come sempre, ho cominciato:
"Questo no. Questo la prossima volta. Questo magari dopo aver visto quell'altro. Questo poi... come diavolo ci è finito nella lista?!" 
Poi è arrivato "Punto di non ritorno", titolo più che azzeccato riguardo la scelta per quella sera, sempre più difficile, di un buon titolo da vedere.
Il film, un Horror Fantascientifico del 1997, l'avevo già visto un paio di volte (sono andato sull'usato sicuro), e nonostante non sia un capolavoro (a mio parere mancato per poco), è un film a cui sono molto affezionato. Ne restai completamente affascinato e rapito alla mia prima visione, per quel misto di quei due generi che, col tempo, sarebbero diventati i miei preferiti: Horror e Fantascienza. In più, questo film mi ha regalato anche un paio di idee e spunti per altrettanti racconti che ho scritto divertendomi parecchio. Ma di cosa parla "Event Horizon" (seppur non letterale, la traduzione del titolo in italiano ci sta tutta)?
Nel 2047 un segnale arrivato sulla Terra rivela la riapparizione dell'astronave Event Horizon, ufficialmente dichiarata sparita (in seguito a un non meglio specificato incidente) sette anni prima nei pressi Nettuno. L'astronave di soccorso Lewis and Clark, allora, è pronta a partire per i confini del nostro Sistema Solare per cercare di recuperare la Event Horizon; e capire cosa sia accaduto di preciso alla Nave sette anni prima...

mercoledì 9 febbraio 2022

Oats Studios (Volume 1)

Tra le cose più interessanti che ho guardato in questo inizio del 2022 c'è senza ombra di dubbio "Oats Studios", una Serie di corti, disponibile su Netflix, tratti da racconti di Neill Blomkamp, già autore, tra le altre cose, del bellissimo "District 9"
In questa Serie di 10 corti ne troviamo alcuni davvero stupendi, ma con un piccolo difetto: sono soltanto delle idee, degli spunti, e per questo mi piacerebbe tanto che da queste piccole perle nascessero dei film. 
Episodi come "Rakka", "La Base", "Zigote" e "Adamo" sono dei veri e propri gioielli di orrore e creatività. E quando parlo di orrore, parlo di orrore vero, e non delle solite stronzate di demoni nella testa o sogni/incubi più o meno vividi...

domenica 6 febbraio 2022

Sanremo 2022: Le Pagelle Ignorantissime

Dopo quelle dello scorso anno, non potevano mancare le Pagelle Ignorantissime di Sanremo 2022, che, per chi non l'avesse ancora capito, si può pronunciare soltanto Sanremo Venti-Ventidue; vero Amadeus?
Al contrario dell'anno scorso, però, stavolta mi sono messo davanti alla TV fin dall'inizio, anche perché, come accennavo per l'edizione 2021, oltre al Contratto Matrimoniale che prevede la visione della Serata Finale Sanremese, quest'anno c'è anche il Contratto Genitoriale, che prevede lo stravaccarsi sul divano a fine giornata perché sfiniti. Ergo... va bene tutto. Anzi no. A "C'è posta per te" resisto comunque. E sarei disposto anche a far uso di medicinali per potermi alzare dal divano e cambiare ambiente se in quell'ambiente sta andando in scena il teatrino della De Filippi.
Ma torniamo a Sanremo e alle mie Pagelle Ignorantissime, attese da Trieste in giù, direbbe la mitica Raffaella; no, a Udine e Bolzano sembrano non essere interessati. 
Comincio con una premessa, che sembra inutile ma per chi conosce il magico mondo del webbe inutile non lo è affatto: non sono un critico musicale, anzi, probabilmente di musica non capisco nulla, e per questo se dico che la canzone di Mahmood & Blanco fa cagare, è perché fa cagare me e soltanto me, ok? Chi non è d'accordo è libero (povero lui) di spararsela nelle orecchie h24. E no, non sono un "boomer" che non capisce la nuova musica fra'!, perché ho sì 41 anni, ma se uno canta alla cazzo di cane come un gatto in calore, potrei averne anche 20 o 95, di anni, ma quello sempre alla cazzo di cane come un gatto in calore canterebbe. 
Bene. Possiamo quindi partire, così come nell'edizione Venti-Ventuno (la chiamava così anche quella, il buon Ama?!) in rigoroso ordine d'uscita...

sabato 5 febbraio 2022

Archive 81 - Universi Alternativi (Stagione 1)

Mi è bastato vedere la clip promozionale di
"Archive 81" per interessarmi subito a questa Serie TV disponibile su Netflix. Tutto, infatti, sembrava rientrare nei miei gusti, e per buona parte degli episodi (diciamo la prima parte) la storia ha rispettato le aspettative. 
La Serie ci racconta le vicende del giovane archivista Dan Turner, che viene ingaggiato per restaurare (e recuperare) una collezione di videocassette 8mm andate danneggiate durante un incendio in un palazzo nel 1994. Questo lo porterà così a ricostruire il lavoro della documentarista Melody Pendras (l'autrice dei video da recuperare), e ben presto Dan si renderà conto che dietro quell'apparente semplice documentario su un palazzo storico, c'è molto, molto altro. E non sarà nulla di buono...

domenica 30 gennaio 2022

Adrian Tchaikovsky - I Figli del Tempo

Parlando con un amico di libri interessanti di Fantascienza, è saltato fuori "I Figli del Tempo" di Adrian Tchaikovsky. Così mi sono messo subito alla ricerca, e con grande gioia mi sono accorto che questo libro era compreso nel mio abbonamento a Kindle Unlimited; o meglio, quello di mia moglie, perché al contrario del sottoscritto, che proprio non li sopporta (viva la carta!), lei è una divoratrice di e-book. Stavolta però mi sono frenato dall'acquistare un libro cartaceo che alla fine avevo già a disposizione in e-book, e mi sono tuffato subito nella lettura a colpi di schermo.
Senza fare spoiler come sempre: la storia de "I Figli del Tempo" ci porta in un futuro più o meno prossimo, in cui la scienziata Avrana Kern sembra aver trovato il modo per terraformare un Pianeta lontano adatto alla vita, cominciando con l'invio di un gruppo di scimmie con un nanovirus che, col tempo, avrebbe dovuto farle evolvere e farle diventare esseri intelligenti. Questione di tempo, molto tempo, dunque. Ma, come sempre, e ne abbiamo avuto parecchi esempi proprio in questo nostro periodo storico, c'è sempre qualcuno che non ha particolare simpatia per la Scienza, e allora ecco che il progetto iniziale di Avrana Kern subirà qualche intoppo...

sabato 29 gennaio 2022

Hellbound (Stagione 1)

A quanto pare ultimamente ho un debole per le Serie TV sudcoreane: "Squid Game", "The Silent Sea", e adesso "Hellbound".
Disponibile da qualche tempo su Netflix, leggendo la breve presentazione mi ha incuriosito subito. Peccato che, inizialmente, dopo aver visto la prima scena avevo quasi deciso di abbandonarla. Sì, perché al di là di ciò che dicono gli espertoni di Film e Serie TV, a mio parere bisogna subito mettere in chiaro una cosa: "Hellbound" è una Serie TV... tamarra. Dai, che alla fine possa risultare un buon o un cattivo prodotto, come diavolo volete che si possa definire una Serie che ci racconta la storia di una realtà in cui un faccione olografico spunta all'improvviso, ti annuncia il giorno e l'ora della tua morte con una classicissima voce spettrale, e quando questo momento arriva, ecco che appaiono dal nulla tre mostruosi energumeni grigi che ti rincorrono, ti acchiappano, e poi cominciano suonartele di santa ragione. Sì, ti menano di brutto. Ma brutto brutto, eh! E poi, quando hanno finito di gonfiarti come una zampogna, si fermano, ti mettono le loro manone scure a qualche centimetro dal tuo corpo, e... ti carbonizzano. Letteralmente. 

giovedì 27 gennaio 2022

Viva la Memoria

Nonostante ormai faccia sempre più spesso mia la frase "Non mi sorprendo più di nulla", c'è sempre qualcosa che, alla fine, riesce a smentirmi. 
Oggi, nella Giornata della Memoria, non volevo scrivere un post sull'Olocausto, soprattutto perché c'è chi ne scrive e ne scriverebbe molto meglio del sottoscritto, e poi perché a volte si rischia di cadere nel banale scrivendo di un argomento che di banale non ha proprio nulla. Ma oggi, ahimè, mi sento costretto a parlare di Olocausto per sfogarmi: ma, dico io, nel 2022 può esistere ancora gente così idiota da paragonare l'Olocausto a un... Green Pass?
Certo che esiste, e abbiamo avuto modo di vedere le loro facce di culo in questi ultimi mesi. Ma non contenti, e qui arriva la smentita al "Non mi sorprendo più di nulla", lo hanno fatto anche oggi. Sì, oggi.

lunedì 17 gennaio 2022

The Father - Nulla è come sembra (2020)

Se nel 1992 Sir Philip Anthony Hopkins, ne "Il Silenzio degli Innocenti", riuscì a vincere l'Oscar con un'interpretazione della durata di un quarto d'ora circa, quasi trent'anni dopo ci riesce invece con un'interpretazione decisamente più lunga e addirittura più intensa (non me ne voglia il buon Hannibal). C'è poco da dire: buona parte della grandezza di "The Father" sta tutta nelle interpretazioni. E parlo al plurale, certo, perché se quella di Hopkins è straordinaria, non da meno, a mio parere, è quella della bravissima Olivia Colman (anche lei già premio Oscar in "La Favorita").
Ma veniamo al film (senza spoiler): la storia che ci viene raccontata è quella dell'anziano Anthony (stesso nome e stessa data di nascita di Hopkins, tra l'altro), un vecchio padre che rifiuta le cure e l'assistenza che sua figlia Anne cerca di mettergli a disposizione. Anthony, infatti, sta assistendo a un cambiamento radicale della sua vita, della sua esistenza, perché la terribile malattia da cui è affetto tende a distorcere, comprimere, stravolgere la realtà che lo circonda, facendo sì che il dubbio si insinui in lui anche quando ha di fronte un volto familiare...

domenica 16 gennaio 2022

The Silent Sea (Stagione 1)

Da grande amante della Luna, quando ho visto questa Serie TV su Netflix non ho esitato un attimo a iniziarla. Composta da 8 episodi, nel cast di questa Serie Sud-Coreana troviamo anche volti già conosciuti grazie a "Squid Game". Ma veniamo al dunque...
Ambientata in un futuro più o meno prossimo, in "The Silent Sea", tratto dal cortometraggio "The Sea of Tranquillity" dello stesso regista (Choi Hang-Yong), l'intera popolazione mondiale si trova a fare i conti con lo scarseggiare dell'acqua, che ormai a un passo dall'esaurimento viene distribuita in base a delle Classi Sociali ed Economiche (importanti, dunque, saranno le sotto-trame politiche e ambientali). È in questo scenario da incubo che la Divisione Coreana dello Spazio e dell’Aeronautica (SAA) decide di mandare un gruppo di Scienziati e Militari, sotto la guida del capitano Han Yunjae, alla Stazione di Ricerca Balhae sulla Luna, dove qualche anno prima un altro gruppo di professionisti ha trovato la morte per via di un terrificante incidente, con lo scopo di recuperare un importante e misterioso campione. Questa missione, però, non comincia nel migliore dei mondi: con un vero e proprio atterraggio di fortuna, l'equipaggio riuscirà comunque a raggiungere la Stazione Balhae, ma ciò che troverà al suo interno non sarà proprio ciò che si aspettavano di trovare...

sabato 8 gennaio 2022

Le Canzoni della Sera (Volume 35)

Proprio come per il 2021, comincio il nuovo anno augurandovi tante belle cose con una bella tracklist delle Canzoni della Sera, anch'esse, così come i post del blog, ultimamente rallentate un po'.
Cominciamo subito con la Musica Italiana, con due grandi artisti che ho voluto ricordare nella data della nascita, Ivan Graziani con "Pigro", e in quella della scomparsa, Augusto Daolio dei Nomadi con "Ma che film la vita". Quest'ultima canzone, tra l'altro, scritta dallo stesso Augusto un paio d'anni prima di quel maledetto 7 ottobre del 1992, sembra quasi un vero e proprio saluto; per non parlare di una canzone uscita addirittura postuma, "Ad est, ad est", di cui probabilmente parlerò più in là. Ivan e Augusto... ci mancate tanto.
Arriva poi un altro grande della Musica Italiana, Francesco De Gregori, con "Quattro Cani". E che ne dite di una canzone in dialetto? In dialetto comasco, per l'esattezza: ci pensa Davide Van de Sfroos, con "Yanez", presentata a Sanremo nel 2011.
E adesso, quindi, non ci resta che passare dal comasco all'inglese...