sabato 14 dicembre 2019

Disincanto (Parte 1 e Parte 2)

Devo ammettere che da grande fan dei Simpson mi aspettavo molto, molto di più da "Disincanto". Così come già mi ero aspettato molto da Futurama, che al contrario di Disincanto, però, è riuscito a mantenere tutte le mie aspettative; anzi, addirittura a superarle.
Dunque Disincanto non mi è piaciuto? Non proprio.
Innanzitutto la storia narra le vicende della Principessa Tiabeanie, per gli amici "Bean", una nobile del tutto anticonvenzionale (le piace bere e ubriacarsi, per esempio), nel fantastico mondo medievaleggiante di Dreamland. Idea molto buona, che va a collocarsi all'opposto del mondo futuristico di Futurama. Ma cos'è, allora, che non funziona in Disincanto?
La prima parte della "Prima Parte" mi ha sinceramente annoiato. Episodi che si lasciavano guardare stancamente, e che proprio non riuscivano a coinvolgermi. La protagonista, la Principessa Tiabeanie, seppur divertente non riusciva a conquistarmi, così come il suo principale compagno di viaggio, l'ingenuo e tontolone Elfo. Da subito, invece, mi è piaciuto l'altro componente dell'improbabile trio, il demoniaco Luci. Ma Luci, da solo, non poteva bastare. A salvare (quasi) il tutto, per quanto mi riguarda, è stato un buon Finale di Stagione, con gli ultimi 3/4 episodi molto più interessanti e divertenti. Un finale che, ovviamente, lasciava tutto in sospeso in attesa della 2a Stagione.
Una Seconda Stagione che mi è comunque piaciuta più della Prima. Dopo un inizio "seriale", c'è stato qualche episodio singolo, in stile Simpson e Futurama, che non mi è dispiaciuto affatto; che fosse stata questa la strada giusta? Singoli episodi di singole storie iniziate e finite, e non una serialità che non cattura completamente, anzi stanca, e che si trascina senza che lo spettatore aspetti più di tanto di andare a vedere come continua o finisce. Ma Disincanto è questo. Una storia lunga, narrata nell'arco di più Stagioni (forse 4), così come funzionano le normali Serie TV di oggi.
Paralleli e paragoni con i Simpson? Meglio lasciar perdere, a meno che dei Simpson non si vogliano prendere in considerazione le ultime Stagioni. Le battute e le trovate di Disincanto sono lontane, lontanissime dalla genialità del prodotto più conosciuto di Matt Groening. Ma, come già accennato, impossibile avvicinarsi anche a Futurama; un altro Universo.
Ma con Futurama ormai finito, e i Simpson che ultimamente sono lontanissimi dagli splendori di un tempo, la spiegazione di una non completa riuscita di Disincanto potrebbe anche essere trovata nell'esaurimento della genialità di Groening. Il tempo passa per tutti. E logora.
(VOTO: 6 - Sufficienza Sospesa)

Nessun commento: