martedì 16 novembre 2021

Oxygène (2021)

Mi sono sempre piaciuti i film claustrofobici. Se poi una situazione del genere viene declinata in chiave fantascientifica, allora per quanto mi riguarda facciamo centro.
"Oxygène", film francese (e che inizialmente doveva chiamarsi "O2") disponibile su Netflix, subito ci fa capire a cosa stiamo andando incontro: una donna si risveglia improvvisamente in una camera per il sonno criogenico, e proprio per effetto di questa sua condizione non riesce a ricordare nulla del suo passato. Niente, nemmeno chi è. Cerca allora di liberarsi da quella sorta di bara, ma senza successo: MILO, l'Intelligenza Artificiale che gestisce la sua capsula criogenica, non glielo permette. Anzi...
Come se non bastasse, l'ossigeno a disposizione comincia a diminuire minuto dopo minuto. E allora, in una situazione all'apparenza disperata e senza vie d'uscita, riuscirà Elizabeth a venirne fuori? 

Passeremo dunque i minuti restanti insieme a Elizabeth (Mélanie Laurent, la mitica Shoshanna di "Bastardi Senza Gloria"), in un'atmosfera come detto claustrofobica e frenetica, nonostante l'intero film si sviluppi attorno a un paio di personaggi appena. Ma questo non annoia, anzi: vedere e ascoltare Elizabeth in azione (si fa per dire, visto il ristretto campo a disposizione), cercando di collaborare con MILO per riuscire a venire a capo di quella assurda e inspiegabile situazione, è interessante e stimolante, anche grazie a una prova davvero splendida dell'attrice, proprio per il tipo di narrazione del film. Ad aiutarla, e ad aiutare noi, ecco poi dei flash del passato che forse potrebbero essere l'unica ancora di salvezza. Forse.
Il film, in definitiva, a mio parere è riuscitissimo, nonostante si possano trovare qua e là piccoli difetti di trama, e nonostante il fatto che all'occhio attento di un fruitore di Fantascienza come il sottoscritto, qualche colpo di scena potrebbe essere ampiamente anticipato. Ma forse l'unico vero difetto che sento di muovere verso "Oxygène" è un finale in cui probabilmente si poteva evitare l'effetto spiegone, e buttarla più sul detto/non detto, visto che, come dicevo, il "Fanta-Spettatore" tipo si sarebbe trovato già a capire e comprendere da tempo alcuni passaggi poi svelati platealmente nel finale. Ma è altrettanto chiaro che un film del genere, come ormai ogni prodotto da catalogo Netflix, non è certo destinato a un pubblico di nicchia. E va bene così. Almeno in questo caso.
(VOTO: 7 - Respira Piano)

9 commenti:

  1. Appena ho letto Oxygene mi è venuto in mente questo vecchio pezzo che ascoltavo da giovane. Poi ho capito che non c'entra niente :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari avrebbero potuta usarla in qualche passaggio come colonna sonora 😅

      Elimina
  2. Visto ormai più di un mese fa.
    Non mi ha particolarmente impressionato.
    SPOILER: la pecora Dolly ringrazierebbe -:)))
    Che dirti a me Buried sullo stesso filone è piaciuto molto di più.
    Anzi il problema è che Oxygene strizza l’occhio a cose già viste…e la sorpresa forse è quella dei cloni.
    Intesa come soluzione ai vari film sui paradossi temporali.
    Cioè riesci a cambiare il passato ma in questo caso indirettamente, usando dei cloni con i tuoi ricordi.
    Mah…non so se sia poi la soluzione migliore.
    Indubbiamente a chi piace la fantascienza resterà soddisfatto.
    Credo.
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo sia proprio quella la ragione per cui mi è piaciuto più di "Buried": la cornice 😄
      Sai Max, credo che ormai sia molto difficile nella Fantascienza, così come in altri generi simili, trovare qualcosa di non visto.

      Elimina
  3. Oxygene, manca l'originalità che in questo filone di film fa la differenza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A trovarne di film originali, ultimamente 😓

      Elimina
  4. E' uno di quei film che ammazza le persone un minimo claustrofobiche come me. Mi è piaciuto davvero tanto, Aja si sta facendo perdonare lo scempio perpetrato ai danni dei Piranha scemi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io il suo Piranha 3D me lo sono allegramente perso. E ti dirò... visto che anche le sue altre opere non è che mi avessero entusiasmato, qualche dubbio su Oxygene m'è venuto. Per fortuna me lo sono fatto passare 😅

      Elimina