domenica 14 aprile 2019

Noi (2019)

Il secondo film è sempre il più difficile, nella carriera di un regista (l'ho scritta cantandola come Caparezza in "Il Secondo Secondo Me"), e se il Rapper Pugliese riuscì nell'impresa di sfornare un grande lavoro, decisamente migliore del primo, lo stesso non possiamo dire per Jordan Peele, che con "Noi" era al suo secondo film. Rispetto a "Scappa - Get Out", infatti, il nuovo lavoro del regista statunitense ha fatto un passo - forse anche qualcuno in più - indietro. "Noi" è un'accozzaglia di cose che speri, durante la visione del film, abbiano un senso, o almeno un risultato che quantomeno gli si avvicini. Invece nulla. E mi dispiace davvero doverlo ammettere, perché ero partito da casa, diretto al Cinema, con le migliori aspettative. C'è da dire che anche in "Get Out" c'era stata più di una forzatura, ma nel complesso quel film, visto per quello che era, ovvero un'opera cinematografica, una storia dunque che per principio parte con l'accompagnamento da parte dello spettatore di una minima e accettabile sospensione dell'incredulità, poteva essere credibile; in "Noi" si va davvero oltre. Tutto, davvero tutto non ha un senso logico. Idea forse carina, ma a mio parere non proprio originale, con una buona regia e un'ottima prova degli attori, ma che nel soggetto lascia lacune grandi come il Buco Nero che abbiamo visto finalmente in una foto (non proprio foto ma bellissima comunque) qualche giorno fa. E se per qualcuno, leggendo qua e là nei vari commenti sul web, il film si salva grazie al colpo di scena finale... a questo punto mi viene naturale chiedermi cosa siano abituati a vedere questi simpatici spettatori. Dunque, prima di passare alla seconda parte del post, con Spoiler a cominciare proprio da quell'incredibile "colpo di scena" finale, una conclusione per chi il film non l'ha visto: se proprio volete guardarlo, non fate come me... e affrontatelo in maniera del tutto scanzonata e senza chiedere troppo alla vostra intelligenza.


(SPOILER)



Dicevamo: il "colpo di scena finale". Ehm... quale? A coloro che si sono esaltati per il finale mi viene da fare soltanto una domanda: cosa stavate vedendo nei primi minuti del film? Cosa stavate facendo mentre la piccola Adelaide, una normale ragazzina, incontra là sotto la sua copia spiccicata e torna di sopra... diversa? Non ditemi che avete creduto alla storia dello "shock"! Rovinata quindi la sorpresa finale, lasciata forse a un pubblico particolarmente distratto, partono una serie di domande infinite. Ho sperato, man mano che ci si avvicinasse alla fine, che il tutto potesse salvarsi (ma anche no, per la mole di assurdità che continuavo a vedere) con la scoperta che il tutto fosse ben confinato in un grande esperimento in una zona relativamente ristretta, come un'isola, e che non coinvolgesse così tanta gente. Ma a parte l'assurdità di poter anche soltanto pensare che le copie di sopra vivessero e si accoppiassero con altre copie così come facevano, esattamente, le copie di sotto (esperimento finché vuoi, ma stiamo parlando comunque di soggetti in carne e ossa, e non di macchine), si va ancora più in là facendo sfornare figli ai soggetti di sopra identici e negli stessi istanti (viste le età) dei soggetti di sotto. Inconcepibile. Con quale logica potrebbe mai avvenire tutto ciò? Io non me ne intendo di Genetica, sia chiaro, ma fatico a credere che dei cloni possano sfornare figli identici ad altri cloni (in una coppia si parla addirittura di gemelle!) senza che almeno l'ambiente, voglio essere buono, condizioni in qualche maniera il concepimento tra soggetti uguali quanto vuoi, ma come detto cresciuti in ambienti assolutamente diversi (uno dei quali addirittura estremo!). Se poi in un film o un'opera qualunque vogliamo buttar lì qualsiasi assurdità senza dare un solo straccio di spiegazione (e non parlo di "spiegoni", per carità), allora vale tutto... accettiamo qualsiasi stronzata ci propini il regista, forbici e guanto compresi, e finiamola qui.
Per finire, la domanda forse più importante: che senso ha tutto ciò? Che senso ha questo incredibile, mastodontico esperimento? Insomma... perché?! E... quella catena? Che roba è? E quel "Noi Siamo Americani"?! Stiamo scherzando?
Sì, forse sì. E allora lasciamo perdere e passiamo oltre.
(VOTO: 4 - Noi No)

Nessun commento: