giovedì 9 gennaio 2020

Your Name. (2016)

Se non l'avete ancora fatto, correte a vedere su Netflix questo splendido film d'animazione. Sì, perché "Your Name." è stato per me una grande, piacevole sorpresa, capace di rapirmi totalmente e persino emozionarmi (un cuoricino ce l'ho pure io). La doppia storia di Mitsuha Taki, due giovani giapponesi che si svegliano all'improvviso una nel corpo dell'altro (con conseguenti imbarazzi che strappano qualche risata), sembra inizialmente banale. Col tempo, però, la storia cresce, si arricchisce, e con i due ragazzi che cercano di comunicare tra loro attraverso degli espedienti, visto che i risvegli sono ciclici ma imprevedibili, l'arrivo nel cielo di una meravigliosa Cometa osservabile a occhio nudo donerà alla storia (e a loro) la luce di cui aveva bisogno. 
Mitsuha e Taki, alla fine, riusciranno a incontrarsi? E cosa mai potrebbe davvero impedirglielo? 
In una storia fatta di confini più o meno visibili, l'importanza di ricordarsi un nome, quel nome, sarà tutto. 
Non volendo aggiungere altro, perché quando qualcosa mi piace cerco di anticipare il meno possibile (al contrario di quando una cosa non mi piace), c'è da aggiungere che Your Name. non è certo esente da difetti, come la mancanza di una maggiore cura nella sceneggiatura che avrebbe potuto farlo diventare un capolavoro, ma è una delle opere animate più belle che abbia visto negli ultimi tempi. E con un finale che, seppur devo ammettere di aver previsto persino nelle battute, mi ha lasciato qualcosa. Di davvero bello.
(VOTO: 8+ - Il loro Nome)

Nessun commento: