domenica 13 settembre 2020

Allora si può?

Ok, mi lamento spesso. 
Ok, quando si parla di Calcio e Napoli, mi lamento più che spesso. 
E va bene, quando si tratta di quella orribile scritta (patacca fino all'anno scorso) rossa sulla maglia del mio Napoli mi lamento fin troppo. Ma sia chiaro: io questo post me lo sarei pure evitato se non mi fossi sentito rispondere da esimi esperti di marketing, su vari post di Facebook e Twitter, che quella scritta rossa non poteva essere di colore diverso dal rosso perché il marchio del brand era rosso. Ora: prima di passare allo scacco matto, ci tengo a ribadire anche qui che, per quanto mi risulta, il colore della scritta LETE non mi pare sia mai stato rosso:
Ma anche se lo fosse stato, il discorso comunque non avrebbe retto lo stesso. Ribadisco, anche dopo aver visto le nuove Maglie del Napoli sul campo, che la scritta rossa su sfondo azzurro è un pugno nell'occhio.
Ma veniamo a noi, miei cari espertoni di marketing: il 4 settembre si è giocata la partita di Nations League Italia-Bosnia. LETE, come si sa, oltre a essere il Main Sponsor della SSC Napoli, è anche uno degli Sponsor della Nazionale. E come tale, durante la partita dell'Italia, campeggiava giustamente a bordo campo su un gran bello sfondo azzurro. Domanda: se il brand LETE, come mi è stato ribadito fino alla noia in questi giorni, è rosso ("E guarda che non può essere cambiato per nessuna ragione al mondo sennò si scatenano cataclismi che la profezia Maya scansati!"), di che colore sarà mai stata la scritta durante la partita della Nazionale su quel meraviglioso sfondo azzurro... azzurro proprio come la Maglia del Napoli?
Risposta: 

Signori, è tutto. E giuro che la smetto.
#ForzaNapoliSempre

7 commenti:

  1. ahah, Milik è "prigioniero"..
    Il Napoli ha fatto un po' di confusione sul mercato. Ora si ritrova con cinque centravanti...
    Comunque sì, non ho capito quale sia il problema di scrivere Lete in bianco o in blu..Ad ogni modo le maglie di riserva del Napoli sono brutte comunque :D

    RispondiElimina
  2. @Franco: deve dirmi solo dove vuole andare, che lo accompagno io...

    @Riky: il Napoli che fa confusione sul mercato... ma va? -_-
    Sulla seconda e sulla terza maglia non so proprio che dire. In effetti sono insalvabili...

    RispondiElimina
  3. Milik prima dell'infortunio dell'autunno 2016 era un "fenomeno"... Ricordo un inizio di stagione scoppiettante! Poi l'anno dopo si è nuovamente infortunato...
    Buona invece la stagione 2018-2019.
    Io rimango della mia idea: Milik non è scarso ma sono stati i nostri due grandissimi attaccanti precedenti Cavani e Higuain, chi lo fanno apparire tale. Milik è un buonissimo attaccante soltanto che avendo precedentemente avuto due veri fenomeni non può reggere il paragone...

    Per quanto riguarda il famoso rosso di Lete possiamo farci ben poco "business is business" Io ancora mi lamento delle partite alle 12:30, l'anticalcio per eccelenza... Iniziamo bene contro il Parma in quell'orario.
    Davvero contro il business del calcio non si può far nulla.

    RispondiElimina
  4. Di certo non è uno scarsone, ci mancherebbe. Negli occhi però ho diversi gol letteralmente mangiati (ricordo ancora quello col Milan a Milano...) che un attaccante davvero serio non può sbagliare. Sicuramente gli infortuni non lo hanno aiutato, anzi..
    Sul business nel calcio poco da aggiungere: tutto gira intorno ai soldi, e dev'essere così. Chiedevo soltanto un po' più di buon gusto, che a mio parere avrebbe pure fatto guadagnare qualche euro in più sulla vendita delle maglie.
    Condivido in pieno l'odio per le 12.30...

    RispondiElimina