lunedì 12 ottobre 2020

Le Canzoni della Sera (Volume 22)

Dando uno sguardo a quest'ultimo Volume delle mie Canzoni della Sera, devo dire che si tratta di una track-list bella potente. 
Cominciamo subito con la Musica Italiana: troviamo il mitico Banco del Mutuo Soccorso, con una canzone, "Moby Dick", che mi ha sempre affascinato. Ed è un vero peccato non poter più vedere e ascoltare Francesco Di Giacomo; sono passati ben 6 anni, ormai...
E di anni invece ne sono passati addirittura quasi 24 da quando ci ha lasciati Ivan Graziani, che ho voluto ricordare con la straordinaria "Monna Lisa" nel giorno del suo 75° compleanno; e questo ci fa capire, purtroppo, quanto troppo presto se ne sia andato.
Arriva poi un gruppo che, anche questo, purtroppo non c'è più. Non per eventi tragici, per fortuna, ma per scelte personali. Parliamo ovviamente del Teatro degli Orrori, qui con la bellissima "Io certo te". Continuiamo a cavalcare l'onda rock tricolore, e incontriamo così i Ritmo Tribale, con "Amara"; nel precedente Volume, abbiamo già ascoltato l'ex frontman, Edda. Ancora "indie" italiano, con il bellissimo progetto Rezophonic, che qui ascoltiamo con "Regina Veleno", nella potentissima interpretazione della splendida Eva Poles, ex Prozac+.
Voliamo fuori dai nostri confini, e andiamo ad ascoltare una delle mie canzoni preferite in assoluto: "Sultans of Swing" dei Dire Straits; c'è poco da aggiungere. Altri pezzi che non hanno bisogno di presentazioni sono "Where is my Mind?" dei Pixies, "A Horse with No Name" degli America, e "Sunshine Of Your Love" dei Cream (o di Clapton, fate voi). E per ricordare il mitico Eddie Van Halen, ecco forse la canzone più famosa dei Van Halen, la sempreverde "Jump". Salutiamo così uno dei più virtuosi chitarristi della scena musicale. Per fortuna la sua chitarra continuerà a suonare.
E continuaiamo anche noi a farci travolgere dall'onda d'urto di questo 22° Volume con i Rammstein e la loro "Engel", con a seguire i Megadeth con "Disconnect" (tratta da un album non dei migliori, direi, ma a cui sono molto legato), e poi i miei amati Garbage, con "Queer", e gli AC/DC (in arrivo, nelle prossime sere, il loro nuovo singolo) con "
Thunderstruck". E poi, ancora, l'intramontabile Alice Cooper con "Don't Give Up", che ci invita a non mollare in questo periodo particolare della nostra storia, accompagnata da un video "confezionato" con i suoi fans. E ancora i Korn, con "Can You Hear Me", i Red Hot Chili Peppers con "By the Way" (quanto mi diverte il video!), i Limp Bizkit con "May Way", e i giovani e talentuosi Greta Van Fleet con "My Way, Soon", il singolo che annuncia un secondo album in cerca di conferme; e viste le premesse, penso proprio che ci saranno.
Prima di lasciarvi scoprire da soli il (poco) resto (ve l'avevo detto che era un Volume potente!), un ricordo legato alla canzone di John Mellencump, "Human Wheels": l'ascoltai per la prima volta, credo come molti della mia età, durante alcuni video della Gialappa's Band nel loro Mai dire Gol. E mi piaceva così tanto quella musichetta di sottofondo che, anni dopo, quando finalmente riuscii a scoprire a quale canzone appartenesse, fui felice come un bambino. Come quel bambino che vedeva Mai dire Gol.
Buona Musica a tutti.

#526 Dire Straits - Sultans Of Swing (13-set-20)
#527 Rammstein - Engel (14-set-20)
#528 Megadeth - Disconnect (15-set-20)
#529 Banco del Mutuo Soccorso - Moby Dick (16-set-20)
#530 Pixies - Where Is My Mind? (17-set-20)
#531 Garbage - Queer (18-set-20)
#532 Beck - Loser (19-set-20)
#533 Tito & Tarantula - After Dark (21-set-20)
#534 Il Teatro degli Orrori - Io cerco te (22-set-20)
#535 AC/DC - Thunderstruck (23-set-20)
#536 Alice Cooper - Don't Give Up (24-set-20)
#537 Korn - Can You Hear Me (25-set-20)
#538 America - A Horse with No Name (27-set-20)
#539 Ritmo Tribale - Amara (28-set-20)
#540 Cream - Sunshine Of Your Love (29-set-20)
#541 Bush - Glycerine (30-set-20)
#542 Yungblud - Strawberry Lipstick (01-ott-20)
#543 Rezophonic - Regina Veleno (02-ott-20)
#544 Renforshort - I Drive me Mad (03-ott-20)
#545 Red Hot Chili Peppers - By The Way (04-ott-20)
#546 Limp Bizkit - My Way (05-ott-20)
#547 Ivan Graziani - Monna Lisa (06-ott-20)
#548 Van Halen - Jump (07-ott-20)
#549 John Mellencamp - Human Wheels (08-ott-20)
#550 Greta Van Fleet - My Way, Soon (09-ott-20)

6 commenti:

Franco Battaglia ha detto...

Nomi che evocano tutto un glorioso passato.. Banco, America, Garbage.. fanno parte di un vissuto indelebile.. e la mia passione per il prog rimane su ferma e inamovibile.. del resto non siamo più ragazzini.. difficilmente mi appassiono tanto alla musica attuale, molta elettronica, qualche new age e giusto i Coldplay, ovviamente..

Riky Giannini ha detto...

Banco del Mutuo Soccorso - Moby Dick (16-set-20)
John Mellencamp - Human Wheels (08-ott-20)
Van Halen - Jump (07-ott-20)
Ivan Graziani - Monna Lisa (06-ott-20)
Red Hot Chili Peppers - By The Way (04-ott-20)
AC/DC - Thunderstruck (23-set-20)

Le mie preferite. In assoluto scelgo Moby Dick. Poesia in musica...

Gus O. ha detto...

Riky, hai scelto il meglio.

Guido P. ha detto...

@Franco: beh come dicevo qualche post fa, difficile oggi trovare gente a quei livelli. Poi magari tra anni verremo smentiti, ma non credo. Di musica nuova c'è qualcosa di buono, ci mancherebbe. Il problema è che è completamente occultata dalla robaccia che provano a propinarci dappertutto...

@Riky: scelte al TOP! Come ho scritto, Moby Dick mi ha sempre affascinato, sia nella musica che nel testo. Un pezzo straordinario.

@Gus: Riky è una garanzia :D

MikiMoz ha detto...

Rezophonic sentiti live, ma non mi pare ci fosse la Poles (forse c'era la cantante degli Ustmamò, quella sera).
Grande per aver ricordato Graziani.

Moz-

Guido P. ha detto...

Infatti non hanno una formazione tipo. Come voci femminili ne hanno più di una, tra l'altro.
Ricordare Ivan Graziani è un dovere e un piacere. :)