domenica 7 marzo 2021

Sanremo 2021: Le Pagelle Ignorantissime

Ho saltato beatamente le prime serate di Sanremo 2021, ma non potevo sottrarmi alla visione dell'ultima, quella della finale. Insomma, per non stare a discutere con mia moglie, non mi sono appellato al fatto che, da quel che ricordo, non mi pare ci fossero clausole nel Contratto Matrimoniale che prevedessero sanzioni nel caso non si rispettasse una promessa di visione di finale sanremese. Quindi, visto che alla fine, per me, una promessa è pur sempre una promessa, mi sono messo comodo sul divano accanto alla mia dolce metà, e...
Avete presente il buon Alex con gli occhi spalancati durante la terapia in "Arancia Meccanica"? Ehm... no, dai, non esageriamo. Ma soltanto perché per fortuna a tenermi gli occhi spalancati non avevo mollette e simili...


Allora, ulteriore premessa: degli artisti in gara avevo curiosità musicali soltanto per Max Gazzè, gli Extraliscio con Davide Toffolo (da buon fan dei Tre Allegri Ragazzi Morti), e i Maneskin. Per quanto riguarda le curiosità extramusicali, invece, ero interessato soltanto ad Annalisa (la seguo su Instagram ma non chiedetemi che tipo di musica faccia) e, udite udite, proprio all'ultimo secondo, per un'intervista lasciata poco prima della finale, per Ermal Meta; oh... non scherziamo! Ho scoperto che è tifoso del Napoli!
Armato di tutta la buona volontà e la pazienza possibile, ho cominciato la visione della serata finale dalla canzone numero 8, quella degli Extraliscio, perché (dio esiste) mia moglie per le prime sette canzoni è stata impegnata con un lavoro al pc. Ma io ci tengo davvero troppo a farvi sapere come la penso su tutti gli artisti in gara, e allora - e non dite che non vi voglio bene - mi sono andato ad ascoltare e vedere anche le esibizioni dei primi sette; insomma, ascoltare e vedere... diciamo qualche occhiata e qualche ascoltata. Quello che serve per capire se una canzone è buona oppure no. E per alcuni, ve lo assicuro, è bastato qualche secondo. 
Ma andiamo con ordine, con le mie pagelle (credo le stiano aspettando da mezza Italia e in varie zone d'Europa) in rigoroso ordine di apparizione. Ah... visto che sono obiettivo, vi dico che alle canzoni che non sono riuscito ad ascoltare fino alla fine non metterò un vero e proprio voto, ma un semplice "NC". Cosa vuol dire? No Comment. Nel senso che non ve lo dico, perché c'è una parolaccia che noi cultori di Fantozzi associamo spessissimo a "pazzesca" anticipata dall'abbreviazione di "una". Fate voi.
E allora cominciamo...


#01 Ghemon - "Momento perfetto" (Voto: 5): allora, premesso che inizialmente pensavo avesse lo stesso nome del Goemon di Lupin, dopo la scoperta di quella "h" al posto della "o" ha perso subito quel poco di simpatia che avevo subito nutrito nei suoi confronti. La canzone? L'esibizione? Mi è tornato simpatico. Anche senza spada. 
#02 Gaia - "Cuore amaro" (Voto: NC): se per Ghemon avevo nutrito un minimo di curiosità per il nome, qui ci troviamo di fronte al buio assoluto. Chi è Gaia? Non lo sapevo. E non lo so nemmeno adesso. Perché dopo le prime parole della strofa ho chiuso e passato oltre. Purtroppo ho un problema serio con chi canta in quella maniera, e... perdonatemi, proprio non riesco. 
#03 Irama - "La genesi del tuo colore" (Voto: NC): torniamo al leitmotiv che mi ha accompagnato per buona parte di tutti gli ultimi Sanremo: "Chi cazz'è questo?". Una voce femminile al mio fianco mi dice che "dai, è abbastanza famoso". Non nel mio mondo, a quanto pare. E per fortuna, aggiungerei. Perché quando comincia a cantare con l'autotune, dicendo "...perderai la voce"... ecco, ho sperato la perdesse davvero. Soltanto per tutta l'esibizione della canzone, ci mancherebbe; non so chi diavolo sia Irama, ma non gli voglio certo male... come lui ne vuole alla Musica Italiana, invece.
#04 Gio Evan - "Arnica" (Voto: NC): e vabbè... la mia ignoranza musicale continua a palesarsi, e dunque non ho idea di chi sia pure quest'altro. Ma magari è bravo... magari la canzone è bella... magari... magari nulla. Però sono arrivato al ritornello, eh! Ed è già tanto. Mi ricorderò della sua giacca bianca, comunque.
#05 Ermal Meta - "Un milione di cose da dirti" (Voto: 5,5): ve l'ho già detto. Il nostro Ermal Meta si è salvato in calcio d'angolo, con la sua intervista in cui palesava il suo amore per il Napoli, soprattutto quello di Lavezzi e Cavani (quanto ti capisco, fratello!), tanto da preferire una vittoria dello Scudetto del Napoli a una sua vittoria a Sanremo. Allora Ermal, il Festival non l'hai vinto, ma per te ho un'altra brutta, bruttissima notizia: neanche il Napoli vincerà lo Scudetto. Mai 'na gioia. Benvenuto nel club. Ah, giusto... la canzone! Melodica. Classica canzone italiana, che a me non piace, ma il Napoli, signori... il Napoli di Lavezzi e Cavani!
#06 Fulminacci - "Santa Marinella" (Voto: 6): madò, che noia ragazzi! Ci risiamo! Allora... chi cazz'è quest'altro? Camicia improponibile, chitarra in braccio, canzone almeno ascoltabile. Ma è giovane, suona, non usa l'autotune, nomina un Pianeta e una Stella come esempio di rapporto d'amore... e tanto basta per ascoltarlo tutto. Non è il mio genere, ma ha avuto la mia attenzione. 
#07 Francesco Renga - "Quando trovo te" (Voto: 2): qui ahimè conosco bene il cantante. O meglio, lo conoscevo. C'era un tempo un cantante di un gran gruppo italiano, i Timoria, e... e adesso non c'è più. Nulla. Proprio nulla. Gli è rimasto soltanto il vibrato. Canzone terrificante, che quasi mi provoca i brividi... per il motivo opposto a quelli che mi provocava quando cantava "Senza Vento" o "Sangue Impazzito".
#08 Extraliscio feat. Davide Toffolo - "Bianca luce nera" (Voto: 7): oh, vi assicuro che la presenza di Davide Toffolo non c'entra nulla. A me la loro canzone non è dispiaciuta. Poi sono anche fuori di testa, e quindi il mio esordio davanti alla TV sul divano è stato più che buono. Ma non avevo ancora idea di cosa mi aspettasse più avanti...
Ma no, non è vero. Lo sapevo eccome.
#09 Colapesce/Dimartino - "Musica leggerissima" (Voto: 5): inutile dire che ignoravo l'esistenza anche di questi due. Il titolo della loro canzone rappresenta benissimo ciò che ne penso al riguardo. E avranno pure vinto il "Premio Lucio Dalla" della Sala Stampa, ma a me proprio non è piaciuta. Da sottolineare che questa canzone ricorda (ma ovviamente non si tratta di plagio) "We are the People" degli Empire Of The Sun nella strofa, e "Se mi lasci non vale" di Julio Iglesias nel ritornello. Mio dio...
#10 Malika Ayane - "Ti piaci così" (Voto: NC): look alla Lady Gaga (evviva! L'ho detto anch'io!), solita voce che può non far impazzire (eccomi!), la canzone è talmente brutta che mi sono distratto cazzeggiando al cellulare. 
#11 Francesca Michielin/Fedez - "Chiamami per nome" (Voto: 3): dopo la chiamata alle armi della Ferragni (del resto, mi sembra giusto votare una canzone brutta soltanto perché è la canzone del marito della influencer che segui...) sinceramente mi aspettavo che vincessero. Per fortuna non è accaduto, ma fatico ancora a togliermi di dosso l'ansia che trapelava da ogni poro di Fedez; ok, caro mio... abbiamo capito che stai cantando una canzone che fa cagare, ma per questo non rischi mica l'arresto. Almeno non in questo Universo. Purtroppo. 
#12 Willie Peyote - "Mai dire mai (La Locura)" (Voto: 5): battuta scontata, ma visto il mio amore per Willy il Coyote mi tocca farla: dove diavolo era lo struzzo?! Ah, già... probabilmente l'aveva già spennato Gaia per farcisi il vestito.
Tornando seri: non avendo idea di chi fosse anche quest'altro, e non sapendo ovviamente che facesse rap, che dire... solita canzone che ce l'ha con questo o con quello, mettendoci in mezzo anche le chiusure anti-Covid. Citandolo: "Ho visto di meglio". Decisamente meglio.
#13 Orietta Berti - "Quando ti sei innamorato" (Voto: 3): vestita come il Mago Otelma, mi aspettavo che anche nella canzone usasse il plurale maiestatis. Peccato... così facendo le avrebbe fatto guadagnare mezzo punto in più. Forse. 
#14 Arisa - "Potevi fare di più" (Voto: 4): se Orietta Berti ricordava nel look il Mago Otelma, ascoltando la canzone di Arisa non ho potuto fare a meno di ricordare le liriche del grande Mariottide. Insomma... provate a far cantare questa canzone dal personaggio di Maccio Capatonda, e poi venite a dirmi se non farebbe la sua porca figura in un repertorio con "Tristezza a palate" e "Suicidami"
#15 Bugo - "E invece sì" (Voto 5): pensate che roba avevo ascoltato fino all'entrata di Bugo se mi spingo nel dire che lui si piazza tra i meno peggio. Non ha una gran voce, non c'è Morgan, e la canzone è bruttarella. Ma riesce a starmi simpatico. E non chiedetemi perché.
#16 Maneskin - "Zitti e buoni" (Voto: 6,5): ammetto che per via della desolazione musicale generale di questo Festival ho rischiato di spingermi addirittura più in alto, con il voto. Ma poi analizzo la canzone e cerco di tornare obiettivo. Il fatto, comunque, è che il pezzo dei Maneskin, che ne dicano gli esperti di rock, è... un pezzo rock. Sì, proprio così. Può piacere o non piacere, ma si discosta completamente dalla roba ascoltata quest'anno (e non solo) a Sanremo; e se dite il contrario, siete in malafede. Non siamo certo di fronte a una gran canzone, certo, ma la sufficienza ci sta tutta. Se poi volete continuare a fare i superiori e citare Led Zeppelin, Deep Purple, Litfiba e tanta, tanta altra compagnia bella, fate pure. Io se ascolto una canzone la giudico, in maniera del tutto amatoriale, sia chiaro, per ciò che ho ascoltato, e la canzone dei Maneskin è comunque tra le migliori di questo Festival. E ve lo dice uno che non ha mai simpatizzato per questo gruppo, anzi...
#17 Madame - "Voce" (Voto: 5,5): arrivato a questo punto mi sono immaginato una collaborazione tra lei, Arisa e il già citato Mariottide. "Tristezza a Valanga" potrebbe essere il titolo del loro album seguito da un inevitabile "Tristezza a Valanga Tour", che toccherebbe i posti più desolati e tristi del nostro Belpaese.
A parte gli scherzi... il ritornello, per quel poco che sono riuscito a capire, per com'è cantato mi è risultato a dir poco fastidioso e snervante. Urge visita dal logopedista, bella mia.
#18 La Rappresentante di Lista - "Amare" (Voto: 6): arrivato alla 18a canzone ero molto stanco. Sarà per l'abito enorme da sposa gipsy della cantante, sarà perché per via della stanchezza il mio senso di critica si stava notevolmente addormentando, mi hanno fatto simpatia e li voglio premiare con la sufficienza*.
*Attenzione:questovotopotrebbenonrispecchiarelarealtà 
#19 Annalisa - "Dieci" (Voto: 6): e a un passo dal crollo, arriva Annalisa. Mia moglie mi ha tenuto d'occhio per tutta la durata del pezzo, attenta a ogni mio sguardo inopportuno. Sono stato attento, ma non è servito a evitarmi qualche cazziata. E vabbè... ho detto più volte di essere un tipo obiettivo, ma mi si conceda qualche libertà, ogni tanto. Bell... ehm, brava Annalisa! Voto... diesci! Schiaffo, cazzotto. Ok... Sufficienza raggiunta! Ma questo non mi risparmia un altro schiaffo dalla consorte.
#20 Coma_Cose - "Fiamme negli occhi" (Voto: 4,5): distratto nel giustificare ancora a mia moglie il mio voto ad Annalisa, non sono stato particolarmente attento all'esibizione dei Coma_Cose. Ho provato allora a riascoltarla: preferisco le cazziate di mia moglie.
#21 Lo Stato Sociale - "Combat Pop" (Voto: 6): bel motivetto, loro simpatici, solita desolazione musicale intorno, e la sufficienza è d'obbligo. 
#22 Random - "Torno a te" (Voto: 4): altro artista di cui ignoravo felicemente l'esistenza, ascoltandolo e vedendolo mi è venuto da dire soltanto una cosa: sembra un bravo ragazzo.
#23 Max Gazzè - "Il farmacista" (Voto: 6): mi aspettavo molto, molto di più. Per quanto mi riguarda raggiunge la sufficienza soltanto per la simpatia, sia del brano che del personaggio. Ah... la camicia poteva strapparsela, però. E menomale che si è tolto occhiali... altrimenti avremmo corso il rischio di vedere svelata l'identità di Superman!
#24 Noemi - "Glicine" (Voto: 3): mamma mia ragazzi, è stata durissima. L'orario era quello che era, le canzoni ascoltate non ne parliamo neanche, e poi è arrivato 'sto pezzo. Che tortura...
#25 Fasma - "Parlami" (Voto: 1): era il penultimo, ok... ma ho faticato enormemente a stare fermo lì sul divano, ad ascoltare 'sto tizio con l'autotune a palla. Allora: io della musica probabilmente non capirò un cazzo, sia chiaro, ma prima o poi qualcuno dovrà spiegarmi il perché di questa roba. Cioè... io preferisco uno che stona, davvero. E, ammettendo di non essere la persona più musicalmente tollerante del mondo, io a uno che canta in questa maniera gli toglierei il diritto di voto. Sulla fiducia. 
#26 Aiello - "Ora" (Voto: 3): sarò sincero, aspettavo l'esibizione di Aiello (chi?!) per vederlo incazzarsi in diretta. Ho visto e rivisto parecchi meme su Facebook che lo riguardavano, soprattutto quello dei "limoooni signoooraaa", ma la sua esibizione non è stata all'altezza delle aspettative. Aiello... mi hai diluso

Urrà. Ce l'abbiamo fatta! Dopo la proclamazione del podio, anche mia moglie ha mollato, e a notte inoltrata (un tempo il sabato sera a quell'ora uscivo dai pub; ieri terminavo la visione della 71esima edizione del Festival di Sanremo) ho potuto finalmente abbandonare la kermesse musicale. Visti i tre finalisti, ero più che sicuro che la vittoria sarebbe andata al duo mieloso Michielin/Fedez (volete un giudizio serio? Non fate votare il pubblico). Così non è stato, e va benissimo. Ha vinto una canzone rock. Non bellissima, neanche bella, ma pur sempre qualcosa che si allontana dal classico pop italico sanremese. Quindi, ripeto, va benissimo così. 
Per concludere: non so se qualcuno avrà avuto così tanto coraggio da arrivare fino in fondo a questo post. Io sono il primo che odia i post lunghi, ma per (s)parlare di 26 canzoni non si poteva fare diversamente. E pensate che vi ho risparmiato gli ospiti!
Buona Musica a tutti, qualunque essa sia.
Senza esagare...

22 commenti:

  1. Allora: di Ghemon mi piace un sacco "Quando imparerò". Sound molto anni '90, funky, per me è bravo, ma la canzone non mi ha preso.
    Gaia non mi dispiace, come "prodotto da talent". In radio funzionerà bene.
    Willie Peyote è molto bravo. Non mi convince il ritornello, le strofe sì. Per me è la miglior canzone di Sanremo.
    Sufficiente Max Gazzè.
    Il resto posso dimenticarlo tranquillamente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh io Ghemon proprio non lo conoscevo, così come Gaia (non metto in dubbio che in radio funzionerà, effettivamente) e Willy Peyote, ma le canzoni che hanno presentato qui a Sanremo non mi hanno per niente messo curiosità nei loro confronti.
      Da Gazzè mi aspettavo molto di più...

      Elimina
  2. Aggiungo: meravigliosa la citazione di Mariottide :D.
    Ah, i peggiori del festival: Aiello e la coppia Fedez-michielin

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mariottide non avrebbe sfigurato secondo me! :D

      Elimina
  3. Ahahah potresti fare il critico musicale 😂
    Beh dai stai tranquillo che è finita...fai un bel respiro , il peggio è passato.
    Sarai premiato per la tua pazienza😂🤣
    Siamo d’accordo solo sui Maneskin ahahah!!
    Gli altri bene o male mi han tutti convinto ...non son ancora in grado di dirti quale sia la canzone più brutta di quest’anno.
    La mia classifica:
    Noemi 8
    Malika 8
    Annalisa 7
    Berti dal 9 al 10 tendente al’ undici🤣
    Lo stato sociale 7
    Arisa 7 (non sembra Asia Argento?)
    Fedez e Ferragni 8
    Madame 5
    Ermal 5
    Maneskin 7
    Achille Lauro undici+
    Elodi dodici -
    Aiello 4
    Renga 4
    Casadei con i tre allegri morti 5
    Max Gazze’ na merda
    Coma cose 6
    La rappresentante delle ascelle non depilate 6
    Colapesce 6
    Il Peyote sai che non ho mai ascoltato il testo?
    Gli altri non pervenuti.
    Ciao


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vabbè Max, ammetto di avere dei gusti molto difficili, ma alcuni tuoi voti sono TROPPO! Come si fa a dare 8 a Fedez?! 😅 E l'11 alla Berti?! 🤣
      Comunque non è vero che siamo d'accordo solo sui Maneskin. Avendo tralasciato gli ospiti, non ho riportato il voto a Elodie. Ok, direi che un 12 ci sta tutto 😂

      Elimina
    2. Max ti aspettava come il pane Guido.. meno male sei arrivato!

      Elimina
    3. Tra l'altro con dei voti fantastici 😂

      Elimina
    4. Mi hai tolto la sete con l’acqua salata😂😂😂😂😂così per dire-;))))))))))

      Elimina
    5. L'importante è bere 🤣

      Elimina
  4. Allora.
    Io mi sono risparmiata anche la finale, ma in questi giorni sono stata in vacanza e, all'ora di cena, la tv del salone dell'albergo trasmetteva Sanremo. Dunque, ho visto mio malgrado la prima oretta di tutte le serate.
    La maggior parte dei cantanti in gara era per me sconosciuta.
    Ho sperato vincessero la Berti o Annalisa, perché mi sono sembrate le uniche davvero intonate.
    Gli altri mi hanno fatto venire i brividi con le loro stecche, compreso il mio amatissimo Francesco Renga.

    Insomma, aveva ragione Fantozzi.
    Una cagata pazzesca. Ops. L'ho detto. 😜

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le canzoni del Festival in un modo o nell'altro arrivano... non c'è scampo 😅
      Renga ha subìto un'involuzione tremenda, ed è un gran peccato...
      Oh, l'hai detto... e allora, ovviamente: 92 minuti di applausi! 😂

      Elimina
  5. Sai una cosa? Più di Sanremo adoro tutto quello che si crea attorno come i riassunti dei The Jackal su Youtube o post come il tuo.
    Condivido più o meno tutti i voti e alla fine l'ha spuntata la meno peggio. La cosa più divertente, come scrivevo oggi sui social, è che ci si lamenta perché i giovanissimi fanno solo trap e rap e poi quando quattro ragazzi che insieme fanno 84 anni portano a Sanremo un pezzo rock allora giù tutti a lamentarsi.
    Hai centrato bene il punto con le tue pagelle e hai mantenuto la promessa. Per un anno adesso ti puoi rilassare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah sì... meritato relax!
      Comunque è vero, anche io alla fine mi sono divertito con tutto quello che c'era intorno. E non posso far altro che darti ragione anche sui Maneskin. Ma è un po' come quello che succede, tra l'altro, con gruppi come i Greta Van Fleet, accusati di "copiare" i Led Zeppelin. Ma cavolo... ben vengano ragazzi così giovani che fanno musica con chitarra, basso e batteria! E ben venga gente che copia mostri sacri del genere!

      Elimina
    2. Ah be' The Jackal 8,5 ahah! Ma la top rimane la Berti che avrebbe cantato coi Naziskin.. ;)

      Elimina
    3. Vestita con la divisa delle SS... 😅

      Elimina
  6. Io mi sono divertita come sempre. Condivido molto della tua classifica, aumenterei però il voto ai Maneskin che mi piacciono dai tempi del talent e sono rimasta incantata dalla bravura di alcuni artisti che non conoscevo, come La rappresentante di lista e Coma_cose.
    La canzone di Colapesce e Di Martino sarà quella che andrà di più alla radio
    Evviva il Festival capace di distrarci per qualche giorno e ne avevamo davvero bisogno...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sì dai, ci vogliono serate anche come questa :D
      Di quelli che hai citato tu non mi hanno convinto i Coma_Cose e il duo Colapesce/Dimartino, ma sono d'accordo sul fatto che questi ultimi spaccheranno parecchio in radio.

      Elimina
  7. Risposte
    1. Io me ne sono sempre abbastanza fregato... ma se proprio devo, almeno cerco di divertirmi cazzeggiando 😅

      Elimina
  8. Non ho visto nessuna puntata e neppure un pezzetto di Festival, ma la tua cronaca è meravigliosamente divertente!

    RispondiElimina