giovedì 27 gennaio 2022

Viva la Memoria

Nonostante ormai faccia sempre più spesso mia la frase "Non mi sorprendo più di nulla", c'è sempre qualcosa che, alla fine, riesce a smentirmi. 
Oggi, nella Giornata della Memoria, non volevo scrivere un post sull'Olocausto, soprattutto perché c'è chi ne scrive e ne scriverebbe molto meglio del sottoscritto, e poi perché a volte si rischia di cadere nel banale scrivendo di un argomento che di banale non ha proprio nulla. Ma oggi, ahimè, mi sento costretto a parlare di Olocausto per sfogarmi: ma, dico io, nel 2022 può esistere ancora gente così idiota da paragonare l'Olocausto a un... Green Pass?
Certo che esiste, e abbiamo avuto modo di vedere le loro facce di culo in questi ultimi mesi. Ma non contenti, e qui arriva la smentita al "Non mi sorprendo più di nulla", lo hanno fatto anche oggi. Sì, oggi.

Camicie a righe stese a terra, cartelli che paragonano le discriminazioni e lo sterminio degli ebrei alle norme anti-Covid, bandiere d'Israele con la scritta "1938-2022", QR Code accostati alle Stelle di David. Ecco, dunque, dove può arrivare la miseria umana; anche oggi. 


Ma cosa si potrebbe mai fare contro questa feccia umana? No ragazzi, è inutile che stiamo qui a dire "dovrebbero studiare, dovrebbero informarsi, dovrebbero parlare con chi ha subito quelle atrocità in prima persona", perché è chiaro che di tempo e di possibilità per studiare e informarsi ne hanno avuto, ne hanno e ne avrebbero. No, questa non è gente che "non ha memoria". Questa è gente che non ha nulla, assolutamente nulla in quelle loro testoline bacate, e che nulla, assolutamente nulla di buono potrà mai dare al nostro Paese. 
La soluzione? Oggi, dopo aver letto, visto e ascoltato altre storie di uomini, donne e bambini (sì, bambini) in quei terribili anni, in preda all'emozione è decisamente meglio non esprimersi su cosa meriterebbe questa gente di merda. 
Almeno noi, però, che ci distinguiamo da queste scimmie blateranti, cerchiamo di tener sempre viva la Memoria. E di condannare sempre con fermezza scempiaggini come quelle messe in atto oggi da questi idioti, che non riescono neanche a comprendere che possono sguazzare nella loro idiozia proprio grazie alla (fin troppa) libertà di cui si sentono privati.
Povere bestie.

41 commenti:

  1. Apprendo solo ora dal tuo post. Mi sono imposta di non parlare mai più in Internet (e, se possibile, nemmeno dal vivo e nemmeno con le persone a me care) in merito all'argomento. Non immagini quanto mi riempia di paura e di dolore ciò che ho appena letto, altro non posso dire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ne parlo solo con chi vale la pena di parlarne. Da tempo ho scelto di non confrontarmi più con persone con le quali perderei solo tempo e rischierei soltanto di "intossicarmi" (sui social ormai non commento praticamente più post provocatori o simili). La stupidità umana a volte raggiunge vette altissime, che non è possibile scalare. I fatti che ho scritto nel posto, ne sono una prova, ahimè...

      Elimina
  2. Il movimento no-vax nasce dall'imbroglio Pfizer.
    Hanno prodotto un vaccino ridicolo. In Italia almeno 10 milioni di persone si sono ammalate a causa del coronavirus e delle diverse varianti.
    Sono tutti no-vax?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No Gus, non penso proprio che il vaccino Pfizer sia ridicolo. Che una persona vaccinata si possa ammalare, credo sia più che chiaro, ormai (almeno spero che dovrebbe esserlo a tutti). La differenza - e che differenza, direi - sta nel fatto che se ti ammali da vaccinato (e, ripeto, infettarsi da vaccinato è assolutamente possibile) avrai una risposta decisamente migliore rispetto a quella che avrà un non vaccinato. E qui parlano chiaro, chiarissimo i numeri...
      Ecco, concentriamoci su questi, di numeri.

      Elimina
  3. Credo che un commento così assurdo come quello che ha scritto Gus offenda l’intelligenza umana.
    Vatti a fare un giro nelle terapie intensive caro Gus e vedrai che di ridicolo c’è solo quello che hai scritto.
    Di sicuro la situazione rispetto a quando eravamo senza vaccino e’ nettamente migliorata e son dati di fatto.
    Frequentare certi blog no vax dove scrivono cazzate un giorno sì e l’altro pure ti ha fatto perdere di lucidità pure a te.
    Svegliati!
    Ciao Guido , scusami ma quando ci vuole ci vuole.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti credo che i dati e i numeri su quanto sia migliorata la situazione con i vaccini sia talmente chiara che non riesco proprio a capire come alcuni non la recepiscano; forse perché non vogliono.
      Io poi ho delle amiche che, come te, lavorano in ospedale, e quindi anch'io so benissimo che situazione c'è e c'è stata...

      Elimina
  4. Io cerco di capire perché esistono i no-vax e le carenze del vaccino Pfizer.
    Accuse di 'falsificazione dei dati' e 'ritardi sul monitoraggio degli effetti collaterali' per il gruppo di ricerca Ventavia, incaricato dalla multinazionale Pfizer di valutare, per una piccola parte, l'efficacia del suo vaccino. A puntare il dito un articolo pubblicato sul British Medical Journal, scritto dal giornalista investigativo Paul D Thacker, che su Twitter scatena il #Pfizergate. Nel lavoro di Ventavia, azienda texana specializzata in sperimentazioni cliniche, ci sarebbero state molte mancanze denunciate anche alla Food and drug administration (Fda) da una testimone interna all'azienda.
    Solo un idiota può pensare che io metta sullo stesso piano l'Olocausto e il problema no-vax.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nessuno ti accusa d mettere sullo stesso piano Olocausto e green pass, ma dire che i dieci milioni di ammalati siano tutti no vax, è una corbelleria bella e buona. Tutto il mondo sa che un vaccinato può ammalarsi e infettare spesso con la stessa intensità di un no vax, ma il vaccinato 8 volte su dieci NON MUORE. Questo solo dovrebbe bastarti, caro Gus, tutto il resto è speculazione pura, scuse per non ammettere solo di avere paura e di fregarsene del prossimo.

      Elimina
    2. Per questo sono per il vaccino, ma dovevano farlo meglio. Ora la terza vaccinazione è sempre Moderna.

      Elimina
    3. Per gli esterni e ‘ moderna .
      Per gli ospedalieri è sempre Pfizer!
      Informati prima di sparare cazzate ..di nuovo.
      Io ci lavoro in ospedale e secondo te siamo vaccinati con un vaccino che non serve a niente?
      Ma dai…

      Elimina
    4. Gus, scusami, ma come dicevo fino a qualche tempo fa ai no vax che incrociavo (adesso ho rinunciato): ma mi spieghi perché, al di là di tutto, dovrei dar credito a tal giornalista Paul D Thacker, o Tizio e Sempronio, e non dar credito a tutti gli altri giornalisti, medici e compagnia bella, che invece tessono le lodi del vaccino? Ecco, perché?! Perché dar credito sempre alla voce fuori dal coro e mai al coro? Siamo proprio sicuri che tutta questa gente, se è "fuori dal coro", non lo sia semplicemente perché... non ha ragione? Boh...

      Elimina
    5. Franco esatto, sarebbe ora che TUTTI capissero che il vaccino ti protegge dalle conseguenze del virus, non dal virus in sé.

      Elimina
    6. Franco Battaglia senti cosa diceva il RE dei neoliberisti: https://m.youtube.com/watch?v=9Xtr3ECGTSE

      "Green Pass strumento di libertà e sicurezza"

      Stamattina mio zio ha dovuto lasciare il lavoro dopo aver sentito sintomi influenzali, la moglie già ieri non si era sentita bene, il figlio adolescente si è svegliato con mal di testa, risultato? Tutti e tre infettati! Tutti e tre vaccinati!

      Sicuramente il vaccino protegge dalla sintomatologia grave ma io Green Pass non crea per nulla ambienti sicuri.

      Elimina
    7. Correzione

      *Il

      P. S. Non ho nulla contro il vaccino sono al 100% per la libertà vaccinale.

      Elimina
    8. Per quanto mi riguarda, come ho scritto più sotto, credo che la libertà vaccinale possa valere in situazioni non di emergenza. Questa, se qualcuno non l'avesse ancora capito dopo 2 anni, ripeto 2 anni, lo è.

      Elimina
    9. Siamo vicini al 91% di vaccinati under 12, di quel restante 9% renitenti cosa vuoi fare? Vaccinare coattivamente? Arrestarli? Tecnicamente sono cose che non si possono fare!

      Le punizioni sono già severissime: divieto dei mezzi pubblici, sospensione dal lavoro, divieto di frequentare luoghi di socialità, più di così non si può.

      Elimina
    10. Punizioni? Non mi pare che il diviato di andare in giro nudi, per farti un esempio, sia inteso come "punizione". Semplicemente c'è una legge che ci dice che non si può fare. Così come non si può guidare senza patente, e tante altre belle cose. Oggi, in piena pandemia mondiale, non si possono prendere mezzi pubblici senza green pass. Se lo fai non vieni arrestato, ci mancherebbe, ma ti becchi una bella multa. Mi dispiace ma per me non fa una grinza.

      Elimina
  5. Ripeto vatti a fare un giro per le terapie intensive italiane prima di scrivere cazzate !!!
    Da dove hai preso i tuoi dati ..dal blog di Verzetti?
    Sei ridicolo.
    Come lo è lui .
    C’è gente che giustifica la violenza degli atti successi alla sede della C.GL di Roma paragonandoli alla resistenza partigiana.
    E questo è proprio il tuo rockpoeta dove vai a lasciare commenti assurdi.
    Ma statene zitto .
    Poi parla uno bannato da mezzo web perché rompicoglioni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei una persona scostumata e non informata che vorrebbe arrivare alla ragione con le offese.
      Io cerco solo di capire per arrivare alla verità.
      Daniele è apprezzato da tutti e va rispettato.

      Elimina
    2. Non sono offese .
      ( poi dalle mie parti si dice che il letamaio si meraviglia della corte , che tradotto vorrebbe dire tipo : senti da che pulpito viene..ecc)
      È un dato di fatto.

      Se te sei quello informato stiamo apposto.
      Lascia perdere Gus.
      Conviene soprattutto a te credimi.
      Ci sono post che ti fan fare una figura barbina.

      Il rispetto , almeno il mio uno deve guadagnarselo, se e apprezzato da tutto buon per lui.
      Quindi di che ti preoccupi.

      Elimina
    3. Vedi Max stima e rispetto sono una cosa, l'offesa e la diffamazione sono altro. Tu sei scivolato In questo "altro".. Mancare di rispetto non vuol dire libertà di diffamare.

      Elimina
    4. Abbiamo due concezioni diverse di l rispetto come si evince dalla tua risposta.
      La diffamazione presume alla base che sia stato espresso un concetto non vero.
      Quindi non ci sono i presupposti per cui tu possa supportare la tua tesi.
      Sinceramente non ho più voglia di perder tempo con te e con chi come te , la pensa come te ..non mi va di perder tempo con i no-vax , no Greenpass , complottisti ecc..in sostanza.
      Ciao ciao con il cuore , con la testa , ciao

      Elimina
    5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    6. Ribadisco tu tecnicamente sei scivolato in "altro" in quanto la diffamazione si contempla anche nell'ipotesi eventuale che l'accusa fatta da chi diffama sia vera. E questo a prescindere dalla nostre opinioni che sono differenti e che è giusto che restino tali.

      Elimina
    7. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    8. L'articolo 596 del codice penale dispone chiaramente che chiunque si sia reso colpevole del delitto di diffamazione “non è ammesso a provare, a sua discolpa, la verità o la notorietà del fatto attribuito alla persona offesa”. Qui peraltro non si tratta di un fatto concreto ma di un termine che mette alla berlina il soggetto investito da esso.

      Elimina
    9. Senti Daniele e poi per me la finiamo qui.
      Non ti stimo più da tempo è innegabile.
      Come già ho scritto sopra e non mi rimangio niente di quello che ho scritto ti ripeto che non ho più voglia di perdere del tempo con te .
      Pensala come vuoi e agisci di conseguenza .
      Ciao ciao con il cuore con le mani con la testa ciao ..con le gambe ecc..ciao

      Elimina
  6. Mi hanno spiegato che questa storia del confronto tra Shoah e Green Pass è il modo che ha scelto il gruppo misto No-Vax per portare i riflettori sulla loro battaglia contro i vaccini. Non sentono alcun tipo di ragione e non vogliono alcun tipo di dialogo: hanno deciso che è così e così deve essere.
    Quindi inutile analizzare oltre il fenomeno perché se ho una convinzione e due neuroni attivi nel cervello allora quella convinzione la confronto con quella degli altri per vedere se regge o se scricchiola.
    Ma qui siamo oltre, qui non c'è nessun confronto - ripeto - c'è la presunzione di avere la verità in tasca.

    Il punto è l'attribuzione delle responsabilità.

    E nel mondo iperconnesso e infodemico in cui viviamo è chi gestisce la diffusione delle informazioni a doversi far caric0 della responsabilità di una comunicazione sincera, trasparente e precisa.

    Se i telegiornali continuano a dire "immunizzato" al posto di "vaccinato" poi succede che tanti si convincono che se ti fai il vaccino sei immune dal coronavirus mentre invece vaccinarsi significa ridurre sensibilmente la gravità del decorso della malattia e non gravare sul sistema sanitario nazionale.
    Su questo cavillo grammaticale si basa gran parte della teoria No-Vax.

    Il discorso Green Pass è più delicato e ancora più polarizzante quindi direi che per il momento il sermone può anche finire qui.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi trovi assolutamente d'accordo Mick. Secondo me si è sbagliato parecchio sul piano della comunicazione. Credo che molti "no vax" siano frutto di questo; per altri, invece, penso che non ci sarebbe stato nulla da fare.
      E sì, tornando alle prime righe del tuo commento, con gente del genere è proprio inutile parlare, perché non li convincerai mai.

      Elimina
    2. Bastava da parte del governo essere chiaro e sincero con la popolazione: vaccinatevi perché vi proteggete dalla sintomatologia grave, non nascondere gli effetti collaterali, non introdurre il Green Pass che si è rivelato fallimentare, non togliere i diritti e libertà in maniera vergognosa, non discriminare.

      Ci voleva un clima mite e rassicurante da parte delle istituzioni invece no hanno fatto una selvaggia caccia ai No-Vax, discriminando e perseguitando chi per qualsiasi ragione non ha voluto vaccinarsi con la conseguenza drammatica di persone ridotte alla fame, altre che si infettano volontariamente (!), un esponenziale crescita di problemi psicologici tra i giovani e meno giovani, un clima di tensione sociale come non accadeva dal dopoguerra.

      Dal 1° febbraio la repressione sarà ancora più dura! Mentre non si fa nulla per potenziare la sanità infatti nel PNRR risulta l'ultima voce.
      Nel mio comune nel corso degli ultimi decenni hanno chiuso il reparto di ginecologia e ostetricia, depotenziato il primo soccorso.
      Se ti succede qualcosa devi aspettare che l'ambulanza arriva da un comune limitrofo...

      La nuova sindaca del mio comune durante la campagna elettorale.

      "Voglio ricordare che l’ospedale di Cattolica aveva una chirurgia, una medicina, una ginecologia ed un’ostetricia ed un Pronto Soccorso e che oggi questi servizi sono fortemente ridotti se non spariti. Il messaggio chiaro che vogliamo mandare è che noi metteremo in campo proposte serie, competenti e sostenibili per garantire all'intera Comunità servizi capaci di rispondere in modo appropriato ai diversi bisogni di salute."

      Hanno smantellato la sanità pubblica e ora vogliano prendersela con i no vax!

      Anche Amnesty ha recentemente detto la sua sulla situazione italiana: https://www.amnesty.it/posizione-di-amnesty-international-italia-sulle-misure-adottate-dal-governo-per-combattere-il-covid-19/



      Elimina
    3. Io ho sempre detto che non vedo alcuna correlazione tra lo smantellamento della Sanità Pubblica (assolutamente da condannare) e la situazione pandemica attuale. Insomma, se la Sanità non riceve fondi, non vedo perché gli italiani non dovrebbero comunque vaccinarsi per far fronte alla pandemia.
      Detto questo: sono d'accordo sulla mancanza di una buona comunicazione, cosa che mi sembra sia stata fatta ottimamente in Portogallo.
      Sulla privazione di libertà ai no-vax e ai no-green pass c'è poco da discutere: in situazioni di emergenza si attuano misure d'emergenza. Punto.

      Elimina
    4. "Sulla privazione di libertà ai no-vax e ai no-green pass c'è poco da discutere: in situazioni di emergenza si attuano misure d'emergenza. Punto."

      Dopo 24 mesi non siamo più in emergenza! Quale emergenza? A scanso di equivoci mi riferisco all'attuale situazione.

      La pandemia va ancora tenuta sotto controllo ma le misure ulteriormente restrittive che scatteranno dal 1° febbraio, quale logica hanno? Io posso uscire e andare ovunque incontrando chiunque ma non posso entrare in libreria 5 minuti?

      Puoi spiegarmi scientificamente il perché di ulteriori misure restrittive per i non vaccinati?

      Anche per rispondere a Sara si tratta di un trattamento sanitario con i suoi indubbi effetti positivi e con una piccola percentuale di effetti collaterali, per svariati motivi una piccola fetta della popolazione ha deciso di non di vaccinarsi di quella gente cosa vuoi fare? Io non mi sono vaccinato perché temo gli effetti collaterali, altri perché ritengono il vaccino simbolo di potere, altri perché contrari alla multinazionali farmaceutiche, altri per motivi religiosi.

      Sempre a Sara spesso critica verso i no-vax il problema non saranno più i vaccini ma i farmaci antidepressivi perché abbiamo una situazione psichiatrica drammatica! Linko un articolo di ottobre: https://www.psy.it/giornatapsicologia/rassegna-stampa/sintomi-di-depressione-raddoppiati-con-la-pandemia-gli-psicologi-lanciano-lallarme/

      Ormai siamo in una drammatica situazione economica, sociale e sanitaria.

      Elimina
    5. Quale emergenza? Mi pare che le terapie intensive siano piene di gente per la maggior parte non vaccinata che ha complicazioni da Covid. Finché non si tornerà a soglie di occupazione delle terapie intensive sotto controllo, ci sarà emergenza.
      Poi il discorso del "che ne facciamo di quelli che non si vaccinano" fa acqua da tutte le parti. Se passasse questa idea, la dovremmo poi applicare a ogni altra tipologia di persone che "non vuole fare questo e non vuole fare quell'altro"; se uno vuole esser libero di fare ciò che vuole, vivere in società non fa per lui. E poi quando leggo che esiste gente che non si vuole vaccinare perché ritiene il vaccino simbolo di potere, o sono contrari alle multinazionali farmaceutiche, ecco... mi viene da sorridere. Anzi, da piangere.

      Elimina
    6. Se uno vuole essere libero di fare quello che vuole vivere in società non fa per lui.
      Standing Ovation Guido.
      Niente di riferito a Gravo o almeno lo spero per lui : credo che per tanti no-vax il vaccino sia solo un pretesto per denunciare un disagio che al di là della pandemia avevano già ben prima.
      Problemi relazionali in generale.
      Guarda che da tanti commenti io avverto sta specie di ombra che c’hanno dietro le spalle.

      Elimina
    7. Guido P la pensiamo in maniera totalmente diversa quindi inutile continuare questo botta e risposta.

      Dico solo che vaccinare tutti rimane un'utupia irrealizzabile.

      Max io sono per la libertà vaccinale.

      Elimina
    8. Max concordo, per molti è proprio così. Infatti penso che a inizio pandemia molti di quelli che poi sarebbero diventati no vax probabilmente erano gli stessi che accusavano le case farmaceutiche di non mettersi seriamente al lavoro per trovare un vaccino. Il mondo va così... e quasi mi verrebbe da dire che 'sta gente andrebbe isolata. Poi però a pensarci bene ci si rende conto che alla fine si isolano da soli.

      Gravo, che dire... sì, la pensiamo in maniera diversa riguardo vaccini e pandemia. Ovvio che vaccinare tutti resterà un'utopia, ma vaccinarne quanti più possibile è una realtà che va perseguita a oltranza. La libertà vaccinale, ribadisco, ci sarebbe in una situazione non emergenziale o pandemica. In questo momento la pandemia c'è, quindi buona pace per chi non vuole rispettare delle regole straordinarie nate per via di una situazione straordinaria.

      Elimina
  7. Io avrei messo il vaccino a 500 euro a dose:ci sarebbero state manifestazioni di protesta contro il Governo per dare il vaccino a tutti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio così Sara. Ricordo infatti che nei primissimi tempi di pandemia tutti speravano si trovasse un vaccino al più presto. Tutti. E adesso...

      Elimina
  8. Secondo un mio semplice punto di vista da lettrice ,non ho potuto fare a meno che constatare quanto a volte per non incorrere nel"banale"(rimanendo in tema) si ricade nel paradossale,dando libero sfogo ,spazio e attenzione a tutto ciò che Memoria non è,purtroppo.

    Buona giornata a te Guido e a tutti i tuoi fedeli lettori.


    L.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente d'accordo con te!
      Grazie di essere passata L. ;)

      Elimina